TeleFree.iT
martedì 31 gennaio 2012
La coalizione che non c'è
A Vicolo Stretto va in scena l'unità del centro sinistra
letture: 4034
L'unità del centro sinistra a Gaeta
L'unità del centro sinistra a Gaeta
Gaeta: Adesso l'unità del centro sinistra è diventata un valore!
Non hanno un programma, non hanno un candidato, non hanno candidati spendibili tra cui scegliere, non hanno la benché minima idea di cosa significhino i termini "sinistra" e "democrazia" (vedasi le fantasiose teorie della Rosato sulle commissioni consiliari), non hanno nulla di nulla, ma l'importante è che siano uniti!
Venerdì i loro rappresentanti sono tutti a Vicolo Stretto, la trasmissione di approfondimento di Tele Etere Golfo: uno spettacolo imperdibile!
C'è la signora Pina, col suo meraviglioso taglio di capelli alla "candidato sindaco", che nasconde con estrema difficoltà il suo livore nei confronti degli alleati, rei soltanto di riconoscere nella sua candidatura una scelta assolutamente perdente, come perdente e disastrosa è stata la sua guida del partito che dovrebbe essere l'asse portante della coalizione (però in trasmissione nessuno ha il coraggio di dirlo chiaramente).
C'è Ciccariello, con due piedi in una scarpa, che prende le distanze dall'esperienza civica pur avendone condiviso praticamente tutti gli atti, solo perché a Latina i capi di partito gli hanno detto che bisogna conseguire l'unità del centro sinistra.
C'è Pavone, piombato negli studi di Tele Etere Golfo direttamente dalla sua poltrona di Civitavecchia dopo 5 anni di latitanza dalla scena politica, che si produce in una scenetta a dir poco comica: si scaglia contro Magliuzzi (reo di aver sposato la causa "rai mondina" subito dopo le elezioni) dimenticando che sta per stringere un'alleanza proprio con chi fu al fianco di Magliuzzi in quella scelta, ovvero la Rosato.
C' è Di Maggio, il grande statista del quale non si ricorda un atto che sia uno a vantaggio di Gaeta, che pur essendo, unico fra tutti, ben consapevole del fatto che, per la sinistra, non appoggiare Raimondi sarebbe un vero e proprio suicidio, mette da parte quel residuo di raziocinio che gli resta e che resta alla coalizione, sacrificandolo in nome di una vacua ed utopistica unità del centro sinistra e soprattutto della propria velleitaria candidatura a sindaco. Finge un sano distacco dai tatticismi politici dei suoi "alleati", ma guarda in cagnesco la Rosato che, con l'inaspettata collaborazione del "parentame in vestaglia", lo ha messo in minoranza in un partito di cui è leader storico, nel corso di un altrettanto storico direttivo. Prende sfacciatamente in giro Ciccariello, che lo ha proposto candidato sindaco, dicendosi sicuro di una rielezione del Consigliere alle prossime elezioni. In uno slancio di comicità involontaria, arriva persino a dire che questo spettacolo indecoroso che ci stanno offrendo in tv non è segno di debolezza, bensì di democraticità, di apertura e di dialettica interna. Infatti, secondo lui, solo gli sprovveduti possono sostenere che una coalizione del genere sia destinata a non durare neanche un mese in caso di vittoria alle elezioni...
Beh, io sarò anche uno sprovveduto, ma faccio umilmente rilevare che discutere sei mesi per scegliere un candidato sindaco senza trovare una sintesi non è certo un buon segno. Sicuramente è importante discutere, ma poi bisogna pure decidere. E bisogna farlo in tempi brevi.
Loro in più di sei mesi non hanno cavato un ragno dal buco e rimproverano a Raimondi di aver fatto poco o nulla in 5 anni? Ma se i tempi della coalizione sono questi, siamo sicuri che cinque anni siano loro sufficienti per formare la giunta?
Mentre faccio questi pensieri la trasmissione termina. Una trasmissione surreale, incentrata sull' imprescindibile "valore" dell' unità della coalizione di centro sinistra, una coalizione che non c'è ma che, non si sa bene per quale motivo, deve andare a tutti i costi unita alle elezioni. Quasi che da questa astratta unità dipendano le sorti dell'universo...
Ora, non pretendo di distogliere a lungo i protagonisti di questo formidabile show dai loro ragionamenti sui massimi sistemi, ma mi piace di ricordar loro un concetto matematico semplice semplice sul quale li invito a riflettere per qualche istante: la somma di più zeri fa sempre ZERO.

postato da: Logos  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=95348