TeleFree.iT
venerdì 16 aprile 2010
Ambiente, 22 arresti nel Casertano. Rifiuti speciali nelle fogne, blitz GdF
letture: 3437
Guardia di Finanza
Guardia di Finanza
Castel Volturno: La Guardia di Finanza di Caserta ha effettuato un blitz nei confronti di alcune aziende zootecniche della zona, che avrebbero scaricato rifiuti speciali nei canali fognari. I liquami sarebbero così finiti direttamente in mare, con grave danno per l'ambiente. L'operazione, condotta nella notte nella zona di Castelvolturno, ha portato al sequestro di 25 ditte. Ventidue le persone finite agli arresti domiciliari.
Le indagini delle Fiamme Gialle sono partite alcuni mesi fa per far luce sulle cause dell'inquinamento del bacino idrico dei regi Lagni.

Gli arrestati, catturati dalla polizia tributaria della Guardia di Finanza di Caserta, coordinata dalla Procura generale di Napoli, sono accusati di disastro ambientale, gestione illecita di rifiuti, avvelenamento di acque del bacino idrico dei Regi Lagni e scempio paesaggistico. In particolare si tratta di imprenditori di aziende produttrici di mozzarella di bufala nella zona dei "Mazzoni", nel Casertano, accusati di aver versato nel canale di Regi Lagni liquame delle bufale.

Oltre alle 25 aziende bufaline sono stati sequestrati quattro impianti di depurazione situati a Villa Literno, Orta di Atella, Marcianise - tutti in provincia di Caserta - e Nola perché, a causa della cattiva manutenzione, avrebbero concorso secondo gli inquirenti a determinare l'inquinamento dei Regi Lagni. Gli impianti avrebbero dovuto filtrare le acque e depurarle, ma in realtà non avrebbero svolto appieno questa funzione.
fonte: Tgcom24   postato da: Capitan  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=80343