TeleFree.iT
domenica 29 novembre 2009
Peggiora la qualità ambientale in Italia
un terzo degli italiani si trasferirebbe altrove
letture: 1522
Salute e Benessere: Per la maggioranza degli italiani la vivibilita' delle citta' e' peggiorata e oltre un terzo si trasferirebbe altrove. E' questo in sintesi il risultato del primo monitoraggio sulla percezione dell'ambiente realizzato dall'Istituto demoscopico Ipr marketing e dalla fondazione Univerde. Lo studio, presentato oggi a Milano da Antonio De Lillo, presidente dell'Associazione italiana di sociologia, Antonio Noto, direttore di Ipr Marketing e da Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione Univerde, mette in luce come il livello di vivibilita' dell'ambiente in cui si vive raggiunge in media il 5,5. Si tratta di un voto medio che non raggiunge la sufficienza se non tra quanti hanno un titolo di studio inferiore (6,2)
rispetto a quanti hanno invece un titolo di studi piu' alto (5,4). Il voto piu' basso si registra al Sud dove al livello di vivibilita' del proprio ambiente di residenza viene assegnato un 4,9. Secondo l'indice di percezione dello stato dell'ambiente, il rumore (25%) e' uno dei fattori che influenza maggiormente il giudizio sulla vivibilita', oltre alla qualita' dell'aria, dell'acqua e del territorio (35%), alla qualita' dell'offerta sanitaria (22%), e alla qualita' dell'organizzazione degli spazi cittadini (21%). In piu', negli ultimi 5 anni, l'assoluta maggioranza degli intervistati (55%), ritiene di aver assistito ad un peggioramento delle condizioni di vivibilita' del proprio ambiente e piu' di un terzo se potesse lascerebbe il luogo in cui vive (36%). (ANSA). BRU
28/11/2009 19:38

http://www.ansa.it/ambiente/notizie/notiziari/
inquinamento/20091128193834989031.html
fonte: ANSA   di: Giorgio Libralato

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=75481