TeleFree.iT
mercoledì 14 ottobre 2009
Cotto e mangiato! E non si parla di piatti di lenticchie!!!
A pensar male si fa peccato però si indovina. Il giudice passa all'incasso???
letture: 2105
Diritto e Giustizia: Roma - Promosso il giudice Mesiano. Con una delibera, che ne sottolinea "indipendenza, imparzialità ed equilibrio" il plenum del Csm ha dato una promozione a Raimondo Mesiano, il giudice del tribunale civile di Milano che ha condannato la Fininvest al risarcimento di 750 milioni di euro a favore della Cir di De Benedetti per la vicenda del lodo Mondadori. Una sentenza che è stata pesantemente contestata sia dal presidente del consiglio, che l'ha definita un'enormità giuridica, sia dai capigruppo del Pdl a Camera e Senato che hanno parlato di "disegno eversivo".
Massimo grado Il plenum di Palazzo dei Marescialli ha riconosciuto a Mesiano il massimo grado raggiungibile da un magistrato nella sua carriera, sancendo il superamento da parte sua della settima valutazione di professionalità. Un provvedimento motivato da "indipendenza, imparzialità ed equilibrio" e anche da "capacità, laboriosità, diligenza ed impegno dimostrati" da Mesiano nell'esercizio delle sue funzioni. La promozione è passata all'unanimità e senza nessuna discussione ed era inserita in un ordine del giorno speciale.

Pratica a tutela Il provvedimento è retroattivo, visto che il riconoscimento decorre dal 13 maggio del 2008 e comporterà per il magistrato un aumento di stipendio oltre alla possibilità di concorrere per incarichi che sinora gli erano preclusi. Intanto martedì prossimo la prima commissione aprirà una pratica a tutela di Mesiano, dopo gli attacchi ricevuti per la sentenza sul lodo Mondadori.

Pecorella: "Decisione inopportuna" "Non conosco la vita e la carriera professionale del giudice Mesiano. Ma dopo quella sentenza sul lodo Mondadori, questa promozione e questo riconoscimento mi sembra una cosa forse poco opportuna, anche se non entro nel merito della decisione del Csm". Gaetano Pecorella, deputato del Pdl e legale del premier, commenta così la decisione del plenum del Csm di dare una promozione al giudice del tribunale civile di Milano che ha condannato la Fininvest al risarcimento di 750 milioni di euro a favore della Cir di De Benedetti per la vicenda del lodo Mondadori.
fonte: Il Giornale   postato da: Spillo  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=73928