TeleFree.iT
venerdƬ 09 ottobre 2009
Le false notizie che cambiano i fatti
letture: 1916
Diritto e Giustizia: Durante questi ultimi giorni dopo la bocciatura del lodo Alfano da parte della Corte Costituzionale, la stessa Corte Costituzionale oltre che il Presidente della Repubblica sono stati e sono tuttora attaccati da una parte del potere politico con motivazioni che non entrando nel merito delle stesse creano false notizie.
La Corte Costituzionale viene attaccata in quanto la stessa si sarebbe contraddetta in merito alla precedente sentenza sul lodo Schifano.
Allora credo che vada messo in evidenza quello su cui la Corte č stata chiamata a decidere.
Per il lodo Schifani, alla Corte costituzionale č stato chiesto di esprimersi su due articoli della Carta Costituzionale ovvero l'art. 3 e l'art. 24 che riporto integralmente:
Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignitą sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
E' compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertą e la uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno svilupo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 24
Tutti possono agire in giudizio per la tutele dei propri diritti e interessi leggittimi.
La difesa č diritto inviolabile in ogni grado di giudizio e grado del procedimento.
Sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione.
La legge determina le condizioni e i modi per la riparazione degli errori giudiziari.

La Corte Costituzionale per il lodo Schifani, ritenne in base ai due precedenti articoli che lo stesso lodo era da ritenersi incostituzionale.
Come si evince non fu chiesto alla Corte Costituzionale di esprimersi in merito al bisogno o meno di promulgare leggi come quella in esame in forma di legge costituzionale ovvero in base all'art 138

Art. 138
Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione.
Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli Regionale.
La legge sottoposta a referendum non č promulgata se non č approvata dalla maggioranza dei voti validi.
Non si fa luogo a referndum se la legge č stata approvata nella seconda votazione da ciascuna Camera a maggioranza dei due terzi dei suoi componenti.

Nella richiesta fatta in merito al lodo Alfano, invece č stato chiesto alla Corte Costituzionale che si esprimesse oltre che sull'art.3 , gią bocciato dalla precedente pronuncia della Corte, anche sull'art. 138, facendo presente che in questo caso serviva una legge costituzionale.
Quindi quando detto, ovvero che la Corte si č contraddetta č un falso, che i cittadini purtroppo stanno metabolizzando e quindi ritenendo che la Corte abbia sbagliato č una falsa notizia.
In merito all'altra notizia che il Presidente del Consiglio sia stato eletto dal popolo, credo che sia una grande bufala, in quanto i parlamentari vengono eletti dai cittadini al parlamento e solo successivamente, anche se con una prassi ormai abbastanza consolidata, il Presidente della Repubblica, da un incarico esplorativo al Presidente o Segretario del partito di maggioranza relativa per la formazione del nuovo governo.
Quindi, visto che la Costituzione non č cambiata, che la prassi non č una legge, il Presidente del Consiglio non č eletto dal popolo ma viene votato insieme al suo governo dalle Camere, e solo dopo assume il suo incarico.
Spero che i cittadini si rendano conto che molti giornali dando notizie non complete, in pratica fanno una cattiva informazione.
Chiaramente non sono ne un avvocato ne un costituzionalista, quindi quanto sopra esposto e solo una mia interpretazione dei fatti.
Giuseppe SAPIA

di: Partito Comunista dei Lavoratori

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=73756