TeleFree.iT
martedì 12 maggio 2009
In Italia è contaminata l'acqua di un rubinetto su 4
Batteri, derivati del cloro e sostanze pericolose. Possibili rischi di cancro a prostata, vescica e retto
letture: 1932
Acqua di rubinetto
Acqua di rubinetto
Salute e Benessere: Derivati del cloro, batteri, sostanze pericolose e residui fecali. In Italia è risultata contaminata l'acqua di un rubinetto su 4. A rivelarlo uno studio effettuato dall'Università Federico II di Napoli che ha analizzato la qualità delle acque dei rubinetti in 50 città di 17 regioni.
"Si è rilevata la presenza di un caso su 4 di contaminazione fecale probabilmente per una scarsa manutenzione delle tubature o dei serbatoi privati. In questi casi il 'carico' di cloro si rivela insufficiente per una completa disinfestazione delle acque", ha dichiarato in un'intervista al 'Corriere della Sera' Massimiliano Imperato, docente di Idrologia e Idrogeologia e coordinatore della ricerca.

Oltre ai residui fecali inquinano le acque anche i sottoprodotti della pur fondamentale clorazione. "I risultati ottenuti -spiega- indica­no elementi di criticità igienico-sanita­ria nelle abitazioni, dovuti soprattutto alla presenza di contaminanti di natura chimica (composti organo alogenati e trialometani) e microbiologica''.

In reti di distri­buzione molto lunghe e articolate, vi sono difficoltà nell'individuare il mini­mo dosaggio utile capace di assicurare la necessaria disinfezione delle acque e i dati mostrano che i controlli attuali non sono sufficienti: dovrebbero essere eseguiti ai rubinetti e non solo a monte e in base alle stagioni. Per esempio quando è caldo occorre più cloro per disinfettare le acque. "Per questo - aggiunge Imperato - andrebbero effettuati almeno 4 controlli annui, e non uno solo come prevede la normativa".

Pesanti i possibili rischi per la salute. "Recenti studi hanno mostrato una correlazione tra l'assunzione prolungata di acque clorate e l'aumentato rischio di cancro a prostata, vescica e retto", commenta Marco Guida, igienista e tossicologo.
fonte: AdnKronos   postato da: Capitan  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=68732