TeleFree.iT
sabato 29 marzo 2008
Scatta l'Ora della Terra
letture: 1629
L'ora della Terra
L'ora della Terra
Scuola e società: Dalla base australiana in Antartide al Golden Gate di San Francisco, passando per il Colosseo a Roma e Cà Farsetti, 380 città spegneranno domani le luci dalle 20 alle 21 ora locale. Un messaggio ai governi sulla necessità di tagliare le emissioni di gas serra
http://www.earthhour.org/
Conto alla rovescia per Earth hour, l'ora della Terra edizione 2008. Dalla base australiana in Antartide al Golden Gate di San Francisco, dalle cascate del Niagara in Canada all'Opera House di Sidney, passando per il Colosseo a Roma e Cà Farsetti, la sede del municipio a Venezia sul Canal Grande, città simbolo del pericolo dell'innalzamento dei
colosseo, M'illumino di meno
mari, saranno 380 le città che domani spegneranno le luci di monumenti, ma anche uffici, scuole, edifici privati dalle 20 alle 21 ora locale, come messaggio da lanciare a tutti i governi sulla necessità di tagliare le emissioni di gas serra.

L'evento lanciato dal Wwf vedrà oltre 30 milioni di cittadini ai quattro angoli del globo uniti da un gesto salva-clima. Un segnale importante per l'organizzazione che punta al taglio del 30% delle emissioni al 2020, per la salvaguardia del 20-30% delle specie animali e vegetali più a rischio e la riduzione degli impatti sull'uomo. Secondo Michele Candotti, direttore generale del Wwf Italia 'compiere un gesto simbolico ma anche concreto di lotta ai mutamenti climatici insieme ad altri milioni di persone sparse per il mondo, da' il senso della globalità e della portata del problema e lancia un segnale ai governi di inequivocabile chiarezza e potenza: i cambiamenti del clima sono qui e ora, passare all'azione è diventata una priorità assoluta".

Un'occasione per il Wwf Italia di avviare una piattaforma virtuale che sul sito della campagna GenerAzione Clima attiverà quest'anno sei Cantieri per il clima: efficienza energetica, trasporti, normativa, biodiversità, aziende, una comunità dove sarà importante la partecipazione di tutti. L'iniziativa dell'Earth Hour, partita da Sydney nel 2007 con il coinvolgimento dei suoi 2,2 milioni di abitanti, quest'anno è letteralmente esplosa nel mondo. La sola Sidney l'anno scorso ha risparmiato il 10,2% dell'energia normalmente necessaria alla città.

28 marzo 2008

SABATO: inizierà sabato mattina alle 9.00 (ore 20.00 locali) in Nuova Zelanda (Christchurch), nelle Isole Fiji (Suva e Lautoka) e nel piccolo arcipelago di Tuvalu, uno dei più minacciati dal pericolo dell'innalzamento dei mari. Seguiranno nell'evento l'Opera House di Sydney (ore 11.00 in Italia), e decine di altre città come Melbourne, Brisbane, Camberra, Adelaide, fino alla base australiana in Antartico (Casey). Alle 12.00 toccherà a Seoul , Corea del Sud, alle 13.00 Perth, sempre in Australia, Manula (Filippine) Kuala Lumpur (Malesia). La maratona proseguirà a Bangkok (Thailandia, ore 14.00), Jakarta (Indonesia) e poi Dhaka (Bangladesh, ore 15.00) Bangalore e Mumbai (India). Toccherà poi a Dubai (Emirati Arabi, ore 17.00), e Kuwait. Alle 19.00 si spegnerà Damasco (Siria), As-Salt (Giordania), Kfar-Saba (Israele). È la volta dell'Europa con Sofia (Bulgaria) e Espoo (Finlandia); alle 20.00 Budapest (Ungheria), Ginevra (Svizzera) e Varsavia (Polonia), Puerto Rico (Spagna). Poi l'Italia, con il Colosseo e la sede del municipio di Venezia, Cà Farsetti, sul Canal Grande e la torre di Mestre. Luci spente al Brighton Pier (nel Sussex) e nella residenza del principe Carlo, l'Highgrove House, in edifici a Londra, Birmingham, Brighton e in Irlanda, come a Dublino. Alle 24.00 arriverà a Curitiba (Brasile), Montevideo (Uruguay), Buenos Aires (Argentina).

DOMENICA: La mattina toccherà a Santa Cruz, Caracas (Venezuela). A Chicago (Usa) allo stadio Soldier Field, sede dei Chicago Bears e la Sears Tower, poi Golden Gate e la prigione di Alcatraz a San Francisco, Miami (ore 2.00), Minneapolis, Mexico City, Denver ma anche Phoenix fino alle Cascate del Niagara in Canada, dove parteciperanno oltre 100 città tra cui Vancouver, Toronto, Montreal, Ottawa.

_____________________________________________

Luci spente per salvare la Terra dal Golden Gate al Colosseo

In 380 città l'Earth Hour per il clima patrocinato dal Wwf
Il via in Nuova Zelanda e poi via via attraverso tutto il pianeta

Scatta l'ora della terra: l'evento mondiale patrocinato dal Wwf vede oltre 380 città spegnere i monumenti più importanti, uffici, scuole, edifici privati dalle 20 alle 21 ora locale. Un messaggio universale da lanciare a tutti i governi al fine di tagliare le emissioni di gas serra. Dal Colosseo al Golden Gate, dall'Opera House di Sydney alle cascate del Niagara oggi per un'ora si spengono le luci sui monumenti simbolo delle principali città del mondo. Oltre 30 milioni di cittadini possono scegliere di fare un gesto salva-clima. L'idea è quella di coinvolgere nello stesso giorno dell'anno quante più persone possibili ai capi opposti del mondo allo scopo di tagliare le emissioni inquinanti e agire per fermare i cambiamenti climatici.
Alle 20 tocca a Roma, che spegne il Colosseo, e a Venezia - la città simbolo della minaccia dei cambiamenti climatici - che lascia al buio la sede del Municipio Cà Farsetti sul Canal Grande e la torre di Mestre.

Il giro del mondo dell'Ora della Terra è iniziato giovedì sera con Tel Aviv, ed è ripreso questa mattina in Nuova Zelanda, nelle Isole Fiji e nel piccolo arcipelago di Tuvalu, uno dei più minacciati dal pericolo dell'innalzamento dei mari.

E' stato il Wwf Australia che l'anno scorso ha ideato l'evento. Quest'anno a Sydney si sono spenti l'Opera House e l'Harbour Bridge. Poi via via è toccato a Seul, Perth, Manila e Kuala Lumpur. La maratona prosegue a Bangkok, Giakarta, Dacca, Bangalore e Mumbai. Hanno aderito anche Dubai e Kuwait. Alle 19 ora italiana è la volta di Damasco, As-Salt, Kfar-Saba. In Europa i primi a partecipare all'avvenimento sono Sofia ed Espoo in Finlandia, a seguire Budapest, Ginevra, Varsavia.
Per il Wwf Italia la manifestazione rappresenta l'avvio della piattaforma virtuale di GenerAzione clima che attiverà quest'anno sei cantieri: piccoli impegni concreti, efficienza energetica, trasporti, normativa, biodiversità, aziende. Per la crescita della comunità è fondamentale la partecipazione concreta di tutti a favore di una riduzione del 30% delle emissioni entro il 2020. Il sito generazioneclima.wwf.it sarà la piazza virtuale del countdown Wwf al 2020, un luogo in cui tutti sono chiamati a dare il proprio contributo attraverso l'assunzione di impegni concreti a partire dall'appuntamento di Earth Hour.

http://www.repubblica.it/2006/12/gallerie/ambiente/
earth-hour/1.html
fonte: La Repubblica   postato da: fu  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=54332