TeleFree.iT
lunedì 24 dicembre 2007
Codice ambiente: sì definitivo del Governo al terzo correttivo
Approvate le modifiche alle norme su rifiuti, Via e Vas. Già in itinere un nuovo decreto su acque, suolo, aria, bonifiche
letture: 1255
Diritto e Giustizia: Codice ambiente: sì definitivo del Governo al terzo correttivo
Approvate le modifiche alle norme su rifiuti, Via e Vas. Già in itinere un nuovo decreto su acque, suolo, aria, bonifiche
di Rossella Calabrese
24/12/2007 - Il Consiglio dei Ministri di venerdì scorso ha approvato definitivamente il terzo decreto correttivo del Codice dell'Ambiente, in materia di gestione dei rifiuti, Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) e Valutazione Ambientale Strategica (VAS).

Nella conferenza stampa al termine della riunione, il Ministro dell'Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, ha ricordato che il provvedimento, già approvato dalla Conferenza Stato-Regioni e dal Consiglio di Stato, contribuisce a sanare le procedure di infrazione che l'Unione Europea ha aperto a carico dell'Italia, relative alla scarsa partecipazione del pubblico alla VIA e alla disciplina dei sottoprodotti.

Con le nuove norme si ridurranno i tempi per le procedure di VIA (150 giorni, che potranno diventare 330 per le procedure più complesse). Novità anche per i rifiuti: cambiano le definizioni e arrivano semplificazioni per le PMI con meno di 10 dipendenti; un sistema di tracciabilità satellitare sostituirà il registro di carico e scarico.

Il Ministro ha poi ricordato la sentenza della Corte di Giustizia europea del 18 dicembre scorso, che ha condannato l'Italia per violazione delle norme comunitarie sulle terre e rocce da scavo (leggi tutto); le norme censurate saranno presto corrette con nuovi provvedimenti.

E un ulteriore decreto correttivo del Codice è già in itinere: sono stati infatti trasmessi alla Presidenza del Consiglio i testi con le correzioni su acque, difesa del suolo, aria, bonifiche e danno ambientale non comprese nei precedenti correttivi.
da www.edilportale.com
(riproduzione riservata)

di: Giorgio Libralato

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=50805