TeleFree.iT
domenica 30 luglio 2006
Beniamino Gigli in concerto a Formia
Piccolo inserto di storia Formiana
letture: 4519
un momento del concerto
un momento del concerto
Formia: Non vi è alcun dubbio che Felice Tonetti, podestà fascista di Formia dal 1927 al 1936, segnò un periodo significativo per la nostra città, ricco di avvenimenti di notevole importanza sia sportivi che artistici.
la passeggiata nella villa comunale
la passeggiata nella villa comunale
Tra i tanti ricordiamo la presenza del campione del mondo dei pesi massimi Primo Carnera, il lottatore campione del mondo della specialità greco romana Giovanni Raicevich, varie gare di tiro al volo di importanza nazionale e corse di motonautica che per l'epoca erano una vera e propria primizia.

Un avvenimento che caratterizzò l'estate del 1929 fu un concerto del tenore Beniamino Gigli, che si tenne a Formia il 14 luglio del 1929.

Legato da sincera amicizia al Tonetti, l'Artista accolse con grande entusiasmo la proposta fatta dall'amico e, per la sua generosità e bontà d'animo, volle che l'incasso del concerto fosse devoluto a beneficio di una colonia marina di Formia.

Beniamino Gigli (Recanati, 20 marzo 1890 – Roma 30 novembre 1957), insieme ad Enrico Caruso, è stato uno dei maggiori esponenti della lirica italiana. Definito "Caruso secondo", controbatteva autodefinendosi "Gigli primo". La sua voce da tenore era dotata di una tale estensione da apparire ai limiti delle capacità umane.

Il giorno del concerto che si tenne nell'ampia palestra scoperta del Real Ginnasio "Vitruvio Pollione", Beniamino Gigli, prima di esibirsi, accompagnato da Tonetti, , passeggiò a lungo nel centro cittadino, numerosi formiani e non, accorsi per l'avvenimento gli fecero ala su Via Vitruvio e lo accompagnarono fino alla Villa comunale Umberti I° dove si concluse la passeggiata.

La cordialità che distingueva il "Cantore del popolo", lo portò a rispondere alle molte domande che gli venivano rivolte e a dispensare numerosi autografi.

Il concerto, cominciato nel tardo pomeriggio si protrasse fino a sera , con un grande successo di pubblico che gremì letteralmente la palestra dell'istituto scolastico che ospitò lo straordinario avvenimento. Profondissima commozione suscitò il suo canto, il suo fraseggio e la chiarezza della sua dizione, forse unica al mondo.

Oltre ad esibirsi con altri cantanti in alcuni brani di opere, si cimentò da solista in canzoni classiche come "O sole mio" e "Mamma"; gli applausi e la commozione raggiunsero livelli indescrivibili.
Un profondo ringraziamento per l'accoglienza avuta e lunghe lodi per la bella cittadina tirrenica conclusero la serata che è rimasta nella storia della nostra città.

Beniamino Gigli scomparve a Roma all'età di 67 anni, dopo aver abbandonato il bel canto due anni prima. Diede l'addio alle scene con un grande concerto alla Constitution Hall di Washington, una pietra miliare della lirica mondiale, il 25 maggio del 1955.

Nella prima fotografia un momento del concerto, nella seconda Beniamino Gigli e Felice Tonetti mentre si intrattengono con alcuni cittadini nella villa comunale.

di: Renato Marchese

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=31722