TeleFree.iT
sabato 06 ottobre 2018
Le Terme romane di Minturnae
una Ricerca storica dell'Istituto "Vitruvio - Pollione" di Formia
letture: 5898
Data evento: mercoledì 29 mar 2006
Terme romane di Minturnae
Terme romane di Minturnae
Archivi di TF: Il complesso termale di Minturnae è situato a Sud della via Appia, orientato verso Est; si sviluppa alle
spalle del Macellum, dal quale vi si accede,
attraverso un passaggio secondario, ipotizzando
che il suo ingresso principale si rivolgesse sul
Foro Imperiale, ad Est.La pianta presenta uno sviluppo eccentrico, rispetto al restante tessuto urbano.
interno del calidarium
interno del calidarium
L'esame delle tecniche di costruzione lascia supporre
una successione di interventi di ristrutturazione
e di ampliamento, che ha trovato la sua definitiva
sistemazione in epoca adrianea, al di fuori degli
schemi planimetrici classici.

La struttura si presenta parziale, in quanto
buona parte non è stata portata ancora alla luce
e si suppone che si estenda ben oltre i confini
demaniali, su fondi privati.
Sono molto evidenti gli ambienti del calidarium,
del tepidarium - che presentano un sistema di
suspensuræ ben conservato - e del frigidarium;
sulle pareti sono ancora incastonati i tubuli,
destinati a mantenere costante la temperatura
interna, consentendo il passaggio dell' aria
calda.Tracce di combustione consentono di localizzare i vani delle fornaci che, date le proporzioni del complesso, dovevano essere più di una e localizzate in prossimità delle vasche laterali
del calidarium.
Si presume un impiego delle fornaci anche per
il riscaldamento dell'acqua in caldaie metalliche
alimentate direttamente da vasche di raccolta
collegate direttamente all'acquedotto.
E' presente un'ampia vasca scoperta (natatio),
divisa in due settori, con pareti a gradinate e
rivestimento in marmo locale, alimentata da un
sistema idrico centrale, con condotte a pressione
provenienti direttamente dal castellum aquæ,
la vasca di decantazione delle acque posta al
termine dell'acquedotto.
La natatio probabilmente era delimitata da una
palestra porticata, almeno sui lati Sud e Ovest,
come si evince dalla scansione regolare di incavi
sui basamenti che contenevano i perni su cui
venivano collocate le colonne del porticato.
Gli ambienti principali erano presumibilmente
coperti con volte a botte o calotte semisferiche
secondo una tecnica consolidata adottata in
strutture analoghe, per dimensioni e periodo di
realizzazione (Terme di Pompei e di Ercolano).

Istituto Superiore Statale "Vitruvio-Tallini" di Formia
Liceo Classico e Istituto Geometri.


***
Pubblicato su TeleFree.it il 29 marzo 2006
***

di: ISICT "Vitruvio-Tallini"

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=25231