TeleFree.iT
lunedì 24 dicembre 2018
Il Real Ginnasio - Liceo "Vitruvio Pollione"
Piccolo inserto di storia formiana
letture: 9885
Data evento: giovedì 03 nov 2005
Real Ginnasio - Liceo
Real Ginnasio - Liceo
Archivi di TF: All'inizio degli anni Venti, Formia stava attraversando un periodo di grande sviluppo edilizio, industriale e demografico, agevolato dalle ultime grandi opere: la costruzione del nuovo porto e la realizzazione della direttissima Roma-Formia-Napoli. Unica lacuna della città in espansione era rappresentata dalla mancanza di un istituto d'istruzione superiore. I giovani cittadini formiani volenterosi di continuare gli studi dopo la scuola inferiore erano costretti a dirigersi altrove .
Nuovo Istituto
Nuovo Istituto
Dotare Formia di un grande istituto di istruzione superiore divenne, quindi, di impellente necessità. La realizzazione di un Ginnasio Liceo, intitolato al grande architetto dell'antica Roma - di origini formiane - Vitruvio Pollione, si concretizzò con un progetto esecutivo redatto dall'ing. Vittorio Pisa. I lavori iniziati nel 1924 si protrassero per circa tre anni. L'inaugurazione avvenne in presenza di grandi autorità dell'epoca, tra cui il ministro della Cultura Popolare, Pietro Fedele, il 6 novembre 1927.

Il plesso scolastico che insisteva in una vasta zona (l'attuale area che oggi comprende l'edificio della Posta Centrale e tutto il sottostante parcheggio) era formato da una parte centrale prospiciente la via Vitruvio e da due ali verso il mare: dividenti la zona maschile ad est, da quella femminile ad ovest, con al centro una grande palestra.

Un'intitolazione in latino: "TE SINE NIL ALTUM MENS INCHOAT - NIENTE DI GRANDE SENZA TE LA MENTE INTRAPRENDE", primeggiava al centro in alto sul fronte di via Vitruvio: incoraggiamento e monito agli studenti che si apprestavano ad intraprendere il ciclo degli studi. Il Real Ginnasio Liceo "Vitruvio Pollione" fu da subito punto di riferimento per chi volesse intraprendere gli studi classici per tutto il territorio del basso Lazio.

Personaggi illustri vi studiarono, quali Pietro Ingrao, che dopo aver frequentato un ginnasio privato a Fondi completò il ciclo degli studi classici nell'Istituto formiano. Molti illustri docenti insegnarono nel Real Ginnasio Liceo, tra i quali il prof. Fulvio Palmieri, pregevole lettore dell'EIAR (Ente Italiano Audizioni Radiofoniche - oggi RAI), con la sua voce accattivante faceva sognare le giovani studentesse del Liceo. E poi il prof. Gioacchino Gesmundo e il deputato Pilo Albertelli, impegnati politicamente contro il fascismo ambedue vittime delle Fosse Ardeatine il 24.3.1944.

L'Istituto fu minato dai tedeschi e raso al suolo, prima del massiccio bombardamento che Formia subì nell'ultimo conflitto mondiale.
Dopo la lenta ripresa post-bellica la scuola fu ospitata presso alcuni locali angusti e poveri della colonia Di Donato, in via Olivetani. La ricostruzione del Ginnasio Liceo "Vitruvio Pollione" avvenne negli anni '50, in un'area sita a sud-ovest della Stazione Ferroviaria a confine con la via Divisione Julia (ex via Rialto Ferrovia). Il nuovo istituto, comprende anche la scuola elementare e media "Dante Alighieri", ed accoglie ancora oggi numerosi studenti di Formia e città limitrofe.

Come lo storico Real Ginnasio Liceo anch'esso si pregia di una grande scritta posta in alto al centro dell'istituto: "POST FATA RESURGO - DOPO GLI INFAUSTI DESTINI RISORGO", riportata anche sullo stemma comunale.

La prima fotografia è del 16/11/1927, giorno dell'inaugurazione dell'Istituto, la seconda è degli anni '50, subito dopo la ricostruzione del nuovo plesso.


***
Pubblicato su TeleFree.it il 3 novembre 2005
***

di: Renato Marchese

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=19240