TeleFree.iT
mercoledì 13 maggio 2020
Minturno e Sud Pontino, estate in mascherina?
Il giorno 18 si sapranno le misure da adottare. Almeno si spera.
letture: 3269
Caricatura di Luigi Mausoli
Caricatura di Luigi Mausoli
Minturno: "Iniziare o non iniziare la stagione?" è questo il dubbio amletico che, nei tempi del covid-19, rode il fegato e rischia di scollegare i neuroni allocati nei cervelli dei nostri operatori balneari qui a Minturno - leggi Scauri e Marina di Minturno - se non addirittura di spappolarli.
In effetti i nostri baldi eroi, amici e parenti - essì ché siamo strettamente imparentati con uno di loro - sono letteralmente in balia di onde anomale circa l'apertura o meno della stagione balneare a causa delle misure restrittive che dovranno, non dovrebbero, essere imposte ai clienti per permettere loro l'accesso alla spiaggia e, manco a dirlo, alle fresche, chiare e dolci acque di quel Tirreno che lambisce la battigia - non bagnasciuga, gnurant! - delle spiagge demaniali da loro gestite.
Le voci che si rincorrono, di ora in ora, sono a volte disarmanti
visto che, al di là di ciacolare della legittima distanza da adottare nell'allocamento degli ombrelloni e delle sdraio, si parla dell'uso di uno scanner che rilevi la temperatura corporea di ogni singolo cliente, dell'utilizzo di una mascherina anche quando si è distesi sulle sdraio, di distanze minime da rispettare pur anco si è in acqua e, siamo ai confini del ridicolo più ridicolo, bisognerebbe impedire che bambini e ragazzi socializzino fra di loro.
Papà e mammà, quindi, dovranno, più che dovrebbero, assurgere al ruolo di cerberi secondini altrimenti "nada de nada" e tutti a casa.
Ovviamente se restrittive dovranno essere le misure circa l'utilizzo della rena minturnese bisognerà adottarne anche per l'utilizzo dei locali e degli ambienti che fanno da supporto ai trentuno lidi della riviera più a sud della piana pontina.
E si parla addirittura di dover impedire alla giovane prole dei graditissimi ospiti l'utilizzo dei piccoli ma efficienti parchi giochi che tutti o quasi gli stabilimenti balneari mettono a loro disposizione.
Onestamente anche noi siamo basiti e non possiamo non condividere le perplessità di coloro che, più che probabilmente, costituiscono la categoria imprenditoriale portante dell'economia scauro-minturnese.
E che il covid-19 gliela e ce la mandi buona!

di: Michele Ciorra

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=124378