TeleFree.iT
domenica 22 marzo 2020
Pulliciniella, ovvero, Il mago cazzaro alla ribalta
letture: 1759
Pulliciniella
Pulliciniella
Ventotene: Esistono persone che continuamente cercano di alzare muri di parole per nascondere la loro incapacità o disonestà, si riconoscono perché nello straparlare essi non fanno altro che decantare le proprie qualità, capacità e onestà. Generalmente questi personaggi si scelgono mestieri consoni alle loro qualità come saltimbanchi, venditori di pentole o imbonitori nelle fiere poiché la loro platea è formata da gente distratta e di passaggio, facile da imbrogliare,che è caratterizzata dall'assenza di memoria e che difficilmente potrà lamentarsi del "pacco" che è stato loro ammollato dall'affabulatore.
Noi a Ventotene abbiamo un personaggio che, se non infliggesse danni alla nostra Comunità, sarebbe veramente comico appunto come l'immortale Pulcinella. Egli continua a pontificare su FB nella assurda convinzione di parlare a folle plaudenti di Ventotenesi che espettano quotidianamente i suoi scritti e che li ritagliano e li incorniciano per impreziosire le loro abitazioni ed è convinto di avere milioni di followers che bevono le sue comiche esternazioni e non si rende conto di averne solo una, abbastanza in carne, ma sempre solo una. Penosamente ricorda la parodia di Nerone interpretata dal grande Petrolini quando, ad ogni parola o addirittura mezza parola pronunciata dall'imperatore, si sente la voce di un fedele servo, abbondantemente pagato, che urla dalla folla "bravo".
Purtroppo Ventotene non è una fiera e i Ventotenesi non sono passanti cui mollare una padella oppure un elisir di giovinezza, sulla nostra isola le voci corrono e tutto si viene a sapere e i maghi cazzari non hanno vita facile poiché più che per le loro infiocchettate parole, essi sono giudicati dai fatti che spesso sono putridi e puzzolenti e nessuno li può nascondere.
Sarebbe interessante e anche divertente che il nostro mago cazzaro ci spiegasse perché, invece di essere qui a Ventotene a combattere contro il virus insieme ai "suoi amati compaesani" se ne sta a 359 km di distanza a curare esclusivamente i propri interessi,dimenticandosi il proprio dovere impostogli dalla Costituzione Italiana e consacrato nel giuramento da lui prestato dopo l'elezione. Oppure perché fa assegnare servizi per decine di migliaia di euro direttamente senza gara (sotto soglia!) alla cooperativa del nipote che, per legge, non avrebbe potuto nemmeno partecipare alla eventuale gara perché morosa nei confronti del nostro Comune.
Il nostro Pulliciniella potrebbe anche allietare la nostra forzata quarantena raccontandoci anche la favoletta della esenzione dalla TARI da lui conferita al nipotino Daniele da diversi anni, gli stessi anni che hanno visto il mago cazzaro correre dietro ai nostri poveri vecchietti malati e punirli con sovrattasse e more terribili e inflessibili.
Ora ci aspettiamo presto un magnifico e illuminante post su FB che ci faccia un po' sorridere come a Napoli faceva appunto Pulcinella nei periodi più tristi della storia e il grande mago cazzaro ci scuserà se nessuno dei "suoi amati concittadini" imbestialiti nei suoi confronti, apporrà il like. Si potrà comunque consolare dell'immancabile "bravo" che la sua serva fedele, più veloce della luce, urlerà al suo amato Nerone.

postato da: libertadiparola  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=124285