TeleFree.iT
mercoledì 18 marzo 2020
Combattere l'isolamento... SCRIVENDO!
Ecco il senso dell'anticipazione dell'uscita del bando della II edizione dell'iniziativa socio-culturale denominata "Le parole che non ti ho detto"
letture: 2464
Scrivere aiuta!
Scrivere aiuta!
Gaeta: L'Assessorato alla Cultura del Comune di Gaeta, con la delegata Maria Pia Alois, e l'Associazione "deCOMPORRE APS" ripropongono l'iniziativa aperta a tutti, gratuita e senza limiti di età: per partecipare bisogna solo scrivere una lettera e inviarla entro maggio a: redazione.decomporre@tiscali.it
Il Comune di Gaeta, assessorato alla Cultura, unitamente all'associazione di promozione socio-culturale "deComporre APS", anticipa l'uscita della II edizione del bando LE PAROLE CHE NON TI HO DETTO, nella convinzione del suo valore sociale e di promozione alla Scrittura. "Saremmo dovuti partire con pubblici manifesti e locandine nelle scuole e nei centri di aggregazione socio-culturali -spiega la delegata alla Cultura, prof.ssa Maria Pia Alois- ma, vista l'emergenza Covid-19 e la necessità di tantissimi di restare in casa, nella speranza di frenare i contagi, abbiamo pensato di dare comunque il via al concorso, pubblicizzandolo sui social, via mail e whatsapp, allargando la possibilità di partecipare a persone di TUTTE LE ETA'. Preme altresì sottolineare con forza la funzione sociale di questo invito: se lo scopo della prima edizione era infatti la sollecitazione a ripiegarsi su se stessi per riflettere, oggi ci sembra doveroso invitare ad utilizzare il necessario isolamento per incontrare se stessi, i propri sentimenti, le proprie emozioni, riappropriandosi di queste. Ritorniamo quindi alla lettura e alla scrittura perchè quando tutto sarà finito, forse molti potranno dare un senso a questa tragedia che stiamo vivendo. E intanto la speranza avrà aiutato tutti a vivere meglio, a trascorrere in modo fruttuoso il tempo di isolamento, a restare fiduciosi, nonostante tutto". Cosa si deve fare per partecipare? Semplicemente RACCONTARE, attraverso una LETTERA, firmata o meno, le proprie paure, emozioni, sentimenti, sensazioni, rabbia, perplessità. Foglio e penna...anzi pc e tastiere alla mano, chiunque lo voglia può indirizzare una lettera a persona reale o immaginaria, a se stesso o ai potenti del mondo, a personaggi di oggi o di ieri, parenti o amici vicini o lontani e aprire lo scrigno del proprio cuore, senza timori e ascoltando veramente solo il cuore. Gli elaborati NON VERRANNO PREMIATI, non ci saranno classifiche, ma , se gli autori lo vorranno, saranno inseriti in un'antologia edita da deComporre a cura del Comune. Perché allora partecipare? Per avere un'opportunità di sfogo, di apertura al mondo, di riflessione e di scrittura creativa. TUTTO GRATUITO. Un'opportunità culturale e sociale per "Urlare il proprio dolore o rappresentare la propria speranza, per rimproverare qualcuno o dirgli finalmente parole d'amore"...
Aspettiamo tante LETTERE" Le dovete indirizzare a : redazione.decomporre@tiscali.it. Entro e non oltre il mese di maggio 2020. Tutti i partecipanti saranno avvisati dell'avvenuta ricezione della loro lettera e inseriti (se lo vorranno) in un'antologia che verrà distribuita gratuitamente nel corso di una manifestazione pubblica o...inviata per posta (anche se si spera di potersi incontrare tutti a Gaeta come successe l'anno scorso!). PARTECIPATE! Aspettiamo le vostre lettere! APERTO A TUTTI, da 14 a oltre 100 anni....

di: Sandra Cervone

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=124269