TeleFree.iT
venerdì 06 marzo 2020
Droga: questa sconosciuta. Prevenzione e tutela
PRIMO DEI QUATTRO INCONTRI FORMATIVI AL "SAN BENEDETTO" DI BORGO PIAVE
letture: 2479
Latina: BORGO PIAVE - FARE SISTEMA è la sola strategia di contrasto efficace nella prevenzione delle tossicodipendenze e più in genere delle dipendenze. Nasce con questo spirito il progetto "Droga: questa sconosciuta. Prevenzione e tutela", promosso dall'Istituto "San Benedetto" di Borgo Piave in collaborazione con la Prefettura, l'Amministrazione comunale, l'Ufficio VIII Ambito territoriale di Latina, la Questura, il Comando provinciale dell'Arma dei Carabinieri, la Asl, l'Autorità di garanzia e l'Ufficio del garante per l'infanzia e l'Adolescenza della Regione Lazio, l'associazione "Comunità in dialogo". Il primo incontro del progetto si è tenuto presso l'aula magna dell'Istituto, tenuto conto della capienza della sala e nel rispetto delle norme di prevenzione e contenimento del Covid-19. Hanno fatto gli onori di casa, presentando il progetto, il dirigente scolastico, prof. Walter Marra, e le docenti Marina Bellìa, referente per le iniziative di Educazione alla salute, e Laura Cogrossi, referente per l'Orientamento in uscita degli studenti. "Obiettivo del progetto - ha detto il dirigente Marra - è quello di promuovere iniziative congiunte per la prevenzione delle dipendenze da sostanze stupefacenti. Come capo d'Istituto ho a cuore la sicurezza degli studenti, e per questo sono spesso tra i ragazzi nelle diverse aree dell'Istituto". Ognuna per le proprie competenze, le prof. sse Bellìa e Cogrossi hanno presentato le finalità del progetto. Tra gli altri sono intervenuti il Prefetto di Latina, Maria Rosa Trio, il Questore Michele Maria Spina, il Sindaco di Latina Damiano Coletta, il vicesindaco e assessore alla Legalità e Sicurezza, Paola Briganti, l'assessore alle Politiche di Welfare e Pari Opportunità, Patrizia Ceccarelli, la dott.ssa Mariarita Mastromanno del Nucleo Operativo Tossicodipendenze presso la Prefettura, la dott.ssa Maria Paola Giardino, dirigente UOSD ed il dott. Carlo De Mei quale referente del SerD di Latina. "Parlo come Prefetto - ha detto la dott.ssa Trio - ma anche come madre: la prevenzione delle tossicodipendenze e la tutela dei ragazzi che hanno problemi di droga devono essere obiettivo di tutti, istituzioni e organizzazioni sociali. Presso la Prefettura è attivato il Nucleo Operativo Tossicodipendenze, che vede nelle dottoresse Maria Rita Mastromanno e Adriana Lombardi due collaboratrici preziose, struttura che opera proprio per la tutela dei soggetti che sono entrati in contatto con le droghe". Di taglio esperienziale l'intervento del sindaco Coletta, medico cardiologo con trascorsi nel calcio professionistico: "Il calciatore che assume cocaina - ha detto - può avere prestazioni migliori ma volendo fare un paragone è come un'auto alla quale è stata tolta la spia della benzina. Chi guida non se ne accorge ma prima o poi la benzina finisce". Due gli interventi che più hanno colpito i ragazzi presenti alla manifestazione. Il primo quello del questore Spina, già dirigente del commissariato di Scampia, che ha mostrato il filmato di un'operazione di polizia contro lo spaccio di droga nel mega quartiere delle Vele, dove un'organizzazione criminale aveva preso possesso di un intero caseggiato in cui gli assuntori acquistavano droga e se la iniettavano dentro stanzoni squallidi. Altro intervento toccante, quello di S., ex tossicodipendente originario di Scampia, che ha detto ai ragazzi: "Attenti alle droghe, che sono pericolosissime. A me hanno rubato la vita, l'azienda di famiglia, a lungo l'affetto dei figli e anche adesso che ne sono uscito mi sono ammalato, ma fortunatamente la situazione è sotto controllo e sono ancora qui". Seguiranno altri quattro incontri in cui saranno presentati gli ambiti biologico-sanitario, giuridico-legale, del welfare e delle politiche giovanili.

postato da: Flaminio  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=124263