TeleFree.iT
domenica 16 febbraio 2020
Lo scandalo dei nudi di Modigliani
Presentazione a Roma dell'opera della Moscariello "Modigliani l'Anima dipinta".
letture: 3112
Data evento: giovedì 20 feb 2020
Roma: Modigliani l'Anima dipinta, L'opera della Moscariello accolta in molti luoghi dell'Italia, (Napoli, Livorno, Roma, in primavera a Firenze e, perché no, Parigi)soprattutto in quelle città che più da vicino hanno riguardato la vita di Modigliani. ll 20 febbraio l'opera sarà presentata a Roma presso la Sala convegni ed esposizioni della Gangemi Editore in via Giulia. A presentarla i più grandi esperti e studiosi di Modigliani.
La Donna D'arte Lilly Brogi americana, poetessa, pittrice, gallerista (La Pergola Firenze), ha vissuto prima a Livorno, ora a Firenze; Carlo Rettori Presidente del Centro Documentazioni Modigliani dal Colle di Vald'Elsa, Marcello Carlino, grande illuminato esperto e studioso d'arte , di musica, nonché scrittore di opere di grande successo.
La Gangemi ha organizzato l'evento con grande cura, invitando personalità da tutto il mondo artistico e letterario. La Moscariello, appena rientrata da Livorno dove, tra l'altro, sono in esposizione le opere di Modigliani in una mostra che contiene le Collezioni Jane Netter ,Poul Alexandre), coinvolta in incontri e cenacoli che si protrarranno per la scrittrice per l'intero anno.

La prima espozizione di Amedeo Modigliani si concluse malamente. I suoi nudi erano scandalosi, così motivò la chiusura della mostra l'oscuro commissario Rousselot. La mostra era stata aperta da poche ore in rue Taitbout, e subito fu dato ordine di chiusura. Amedeo trenta tre anni, già conviveva con la sua compagna Jeanne. Questa mostra mai aperta, a cent'anni dall'evento fu ricordata a Livorno il 3 dicembre 2017. Per raccontare l'episodio di rue Taitbout, l'associazione culturale Franco Ferrucci - con il giornalista Maurizio Mini e lo studioso Umberto Falchini -rievocarono presso la Bottega del Caffè il triste e assurdo episodio, riproponendo i 64 capolavori e i disegni che erano in mostra quel pomeriggio a Parigi. La gallerista Berthe Weill credeva nell'arte di Modigliani, era in gamba e aveva già venduto quadri di Picasso, inutilmente protestò con forza contro il poliziotto, ma non ci fu nulla da fare. Le opere andavano tutte rimosse. Anche questa occasione sfumò: la gloria a due passi da lui per l'ennesima volta gli girò le spalle, gettando in un senso di impotenza Modigliani! Non tutto però fu negativo: era questa la sua prima mostra, era nata anche con l'aiuto dell'amico Zborowski, 1l 3 dicembre del 1917, la galleria di Berthe Weill, al 50 di rue Taitbout. Blaise Cendrars prepara per l'occasione un catalogo delle opere e stampa un invito dove si legge: "Domenica si appendono i quadri e lunedì 3 dicembre vernissage, nudi sontuosi, figure angolose, deliziosi ritratti". La galleria aveva già ospitato con successo Picasso, i fauve (tra i quali Derain e Van Dongen) nel 1907, Utrillo e Pascin. L'esplosione dello scandalo fu dovuta a due nudi esposti in vetrina che avevano attratto una grande folla di curiosi, lo schiamazzo attira l'intervento del commissario Roussellot e dei suoi uomini. In quella assurda occasione Modigliani vendette solo due disegni, ma la Weill che aveva capito che quella di Modigliani era autentica arte, acquistò cinque tele. La cosa più importante la si deve a un articolo di Francis Carco pubblicato sulla rivista "L'Éventail" (n. 6, luglio 1919), ricorda lo scandalo, ma ha parole di lode per l'arte di Modigliani: per Francis Carco, quella di Modigliani era un'arte molto raffinata, affrancata dalle sue origini barbare sulle quali aleggiava l'ombra di Gauguin". Berthe Weill riporterà le motivazioni addotte dalla polizia: "... questi nudi... hanno i peli..." naturalmente il riferimento era ai peli del pube. L'episodio della mostra di Modigliani non era unico esempio, nei tempi recenti ce ne erano state altre che avevano fatto scandalo, ricordiamo un quadro di Kees va Dongen al Salon d'Automne del 1913 : aveva dipinto sua moglie Guus vestita solo di una mantiglia, anche in questo caso i peli del pube spuntavano dalla mantiglia.

postato da: computer  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=124229