TeleFree.iT
giovedì 09 maggio 2019
Gestione pubblica del ciclo dei rifiuti a Formia un modello da imitare per molti comuni
letture: 2861
Golfo di Gaeta: Il 1 maggio scorso ha compiuto i suoi primi quattro anni di vita e, secondo molti, ha rappresentato una vera rivoluzione copernicana nella gestione pubblica del ciclo dei rifiuti a Formia diventando, a posteriori, un modello da imitare per molti comuni che, scegliendo l'opzione della privatizzazione del servizio, stanno incontrando non pochi problemi nel suo esercizio. Su tutti quello di Gaeta. Ma la gestione della municipalizzata del comune, la Formia rifiuti zero, non è esente da perplessità di natura gestionale e finanziaria. Riveste una particolare attesa la partecipazione dell'amministratore unico della Frz, il torinese Raphael Rossi, nel nuovo numero, il 29°, "Vista sul Golfo" la rubrica settimanale di Teleuniverso che, dedicata esclusivamente al sud-pontino, andrà in onda giovedì 9 maggio, alle ore 22.35 circa, subito dopo l'atteso faccia a faccia tra i candidati a sindaco al comune di Cassino condotto dal direttore Alessio Porcu, nell'ambito della trasmissione "A porte aperte", presso l'aula pacis del palazzo municipale della città martire.
Saranno diversi ed importanti gli argomenti che affronterà Saverio Forte alla presenza di Rossi che, considerato uno dei manager più ricercati ed apprezzati in tutta Italia nella gestione pubblica del ciclo dei rifiuti, è stato anche in procinto nei giorni scorsi (dopo aver partecipato ad una regolare selezione) di diventare il nuovo amministratore delegato dell'Ama, la municipalizzata del comune di Roma per quanto riguarda la discussa e travagliata attività di raccolta e smaltimento dei rifiuiti nella capitale.
Se Rossi è stato costretto a rinunciare all'incarico per i severi vincoli normativi imposti dalla legge "Severino", la sua partecipazione a "Vista sul Golfo" potrebbe chiarire non poco dubbi sul suo futuro alla testa della Formia Rifiuti zero in relazione alla scadenza, nel dicembre 2017, del suo incarico (ora prorogato) e ai rapporti con il suo effettivo datore di lavoro, la nuova amministrazione comunale di Formia guidata dalla civica Paola Villa. La Formia Rifiuti zero con Rossi al vertice è diventata un modello imprenditoriale vincente. Il rinnovo del parco mezzi fortemente voluto dalla precedente amministrazione di centrosinistra ha anticipato il raggiungimento di altri risultati, l'ultimo dei quali sono stati l'aumento del capitale sociale ("20mila euro, una miseria rispetto all'abbattimento della Tari promesso nel 2015" - hanno ribattuto i consiglieri d'opposizione della Lega e di "Formia con te") e l'approvazione di alcune modifiche statutarie per consentire l'ingresso del comune di Ventotene - che sinora non ha brillato nelle modalità e nella tempistica per quanto riguarda il pagamento delle proprie spettanze a fronte del servizio svolto - proprio nella Formia Rifiuti zero. La gestione di Rossi tuttavia non è stata esente da perplessità. Nell'ultima seduta della commissione trasparenza sono stati ascoltati i componenti del controllo analogo del comune di Formia che hanno annunciato tre recenti "accessi" sull'operato della Frz. Ma non ha risposto alla convocazione proprio Rossi, bravo nella gestione aziendale della municipalizzata ma anche abile a smarcarsi e a conservare un'autonomia - secondo molti eccessiva - rispetto alla politica, il suo datore di lavoro. L'operato del manager piemontese è finito di recente anche nel mirino di un esposto alla Corte dei Conti, inviato anche al sindaco Villa e al segretario generale e responsabile dell'anticorruzione del comune di Formia Alessandro Izzi, circa la modifica - avvenuta lo scorso 21 dicembre - del regolamento delle assunzioni della Formia rifiuti zero operata proprio dall'amministratore unico, un accorgimento avvenuto alla vigilia, a poche settimane dalla pubblicazione del bando, avvenuta il 1 febbraio 2019, per l'assunzione a tempo determinato del direttore generale della società municipalizzata del comune di Formia. Essa, violando l'articolo 35 del decreto legislativo numero 165/2001, permetterebbe allo stesso amministratore unico della Formia Rifiuti zero di far parte della commissione selezionatrice di questa selezione che potrebbe dire molto sulla futura governance della municipalizzata. Insomma un'autonomina per molti "illegittima" mentre il comune non muoveva - almeno apparentemente - un dito...

"Vista sul Golfo" andrà in onda sui canali 16 e 198 del digitale terrestre in tutto il Lazio, sul canale 89 per quanto riguarda l'Abruzzo, sul canale 617 per il Molise e - come sempre - con un 'ora di differita su Teleuniverso +1 (canale 661) oltre che in streaming sul sito internet. La replica della puntata di "Vista sul Golfo" è prevista sabato 11 maggio , alle 10,30 circa, di Teleuniverso e nei prossimi giorni sul canale Youtube del gruppo editoriale.

postato da: TeleUniverso  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=123812