TeleFree.iT
giovedì 22 febbraio 2018
Caro commissario Prefettizio, sia dignitoso. Non si presti agli sporchi giochi di una manica di delinquenti seriali
letture: 2801
Formia: Ieri mattina, nell'ambito di un'operazione della Procura della Repubblica di Latina sul sistema di corruzione all'interno degli uffici dell'Agenzia delle Entrate e della Commissione Tributaria Provinciale, è stato arrestato il giudice Enzo De Meo, 75 anni di Formia, finito in carcere con la pesantissima accusa di corruzione per aver ottenuto somme di danaro e posti di lavoro in cambio di sentenze favorevoli. Insomma questo giudice formiano, secondo la Procura, aggiustava i processi per le società che gli promettevano soldi e assunzioni.
Combinazione: negli ultimi anni la Commissione Provinciale Tributaria ha sempre dato ragione ad Acqualatina per "partite" di svariati milioni di euro, e il figlio di questo giudice, tale Francesco, lavora per Acqualatina, assunto senza concorso e senza alcuna selezione.
Altra combinazione: nessun giornale e nessuno sito di informazione on line di questa mattina riporta la notizia del figlio del giudice che lavora per Acqualatina.
Ecco perché fino a oggi Acqualatina non ha mai voluto mostrare l'elenco completo dei dipendenti della società, degli incarichi, degli affidamenti e delle consulenze. Se lo facesse, uscirebbe fuori una situazione talmente putrida che la discarica di Borgo Montello sarebbe il posto più pulito dell'intera provincia.
Caro commissario Prefettizio, sia dignitoso. Non si presti agli sporchi giochi di una manica di delinquenti seriali. Annulli la conferenza stampa di questa mattina e chiuda le porte del Municipio a persone che sopravvivono grazie a un consolidato sistema di illegalità e corruzione. Si schieri dalla parte dei cittadini. Cazzo!!!

di: Delio Fantasia

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=123065