TeleFree.iT
domenica 21 gennaio 2018
La milionesima letterina: "Caro presidente ..."
letture: 2095
La milionesima letterina:
La milionesima letterina: "Caro presidente ..."
Formia: Giuro, non sono incazzato. Nonostante la questione riguardi l'acqua, che io reputo la madre di tutte le battaglie e il problema fondamentale della città, non sono incazzato. Anzi, sorrido. Nel comunicato stampa diramato ieri dalla locale sezione del PD di Formia riesco a intravedere solo elementi di comicità.

Praticamente un mese fa Zingaretti ha nominato l'amministratore delegato di Acqualatina commissario all'emergenza idrica (cioè nomina commissario all'emergenza idrica lo stesso soggetto che è responsabile e causa della emergenza idrica) e destina un milione e mezzo di euro per la realizzazione di un dissalatore al porto di Formia, con i lavori a carico di Veolia, ovvero il socio privato di Acqualatina che nella vita progetta e realizza proprio dissalatori.

Quello di Zingaretti è il vero e proprio capolavoro d'arte, la ciliegina sulla merda che Acqualatina ha prodotto in questi quindici anni, il giusto riconoscimento al management di Acqualatina per tutte le inadempienze contrattuali legate agli investimenti mai realizzati sul territorio, la legittimazione di un soggetto imprenditoriale che solo un mese e mezzo fa Zingaretti fingeva di voler cacciare, l'ultimo regalo da presidente della Regione Lazio (speriamo in assoluto) a un soggetto privato che, stando alla legge regionale del 2014 sulla ripubblicizzazione dell'acqua, non dovrebbe manco esistere.

Uno dice: "Beh, di fronte a un capolavoro del genere, il PD di Formia proverà un minimo di imbarazzo. Se ne staranno zitti in attesa che la buriana mediatica passi. Fingeranno di non sapere nulla". E invece no. Di fronte al capolavoro di Zingaretti, quelli del PD di Formia scrivono:

"Il Partito Democratico chiede, quindi, al Presidente Zingaretti, il quale è stato indotto ad emanare un decreto viziato sulla base di una rappresentazione anche documentale completamente falsa ed erronea, di voler immediatamente attivarsi per quanto di sua competenza".

Avete capito bene: Zingaretti è stato indotto in errore. L'esperto, il capace, quello che sta in politica e nelle istituzioni da trent'anni, che non è minimamente paragonabile, per esperienza, all'ultimo degli iscritti del Movimento 5 Stelle, è stato indotto in errore? Scusate: da chi sarebbe stato indotto in errore? Da qualche fake news dei populisti demagogici sciechimicheisti pauperisti giustizialisti che imperversano nel web?

Ecco, invece di tacere e fingere che nulla stia accadendo, quelli del PD di Formia scrivono una letterina a Zingaretti (la milionesima in questo mandato) chiedendo al "Presidente della Regione Lazio sotto la voce "Istallazione dissalatore Sud Pontino € 1.530.000,00", non sia inserito nella prossima revisione del piano degli investimenti (PDI)". Cioè, prima fanno i guai e poi fingono di metterci una pezza.

Considerato l'esito delle precedenti 999.999 letterine che il PD di Formia ha inviato in questi cinque anni al suo presidente, che non se li è mai cacati di pezza, c'è da scommettere che questa milionesima letterina seguirà lo stesso iter. E allora, ci chiediamo, perché il Pd di Formia, già sapendo che la letterina sarà ignorata, l'ha scritta ugualmente? Semplice, per fingere di fare qualcosa pur di fare qualcosa. Fingere di dire qualcosa pur di dire qualcosa.

Cari amici del PD di Formia, questi giochetti potevano valere qualche anno fa, quando fingevate di stare all'opposizione di Acqualatina. Ma oggi che Acqualatina è "cosa vostra", non vi crede più nessuno. Neanche i vostri Giovani Democratici.

di: Delio Fantasia

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=122967