TeleFree.iT
lunedì 15 gennaio 2018
Colonna sonora per una campagna elettorale
...Ho trovato l'acqua e la regalo a tutti! (da Terra in bocca, poesia di un delitto - I Giganti - 1971)
letture: 2224
Terra in bocca
Terra in bocca
Formia: Nel 1971 I Giganti, gruppo pop noto per le partecipazioni sanremesi (Proposta, Tema, Da bambino) pubblica il suo ultimo disco, un concept album totalmente diverso dalla loro precedente produzione, che dopo un solo passaggio in radio sparisce nel dimenticatoio, cos come lo stesso gruppo.
Nel 1996 muore Sergio Di Martino, basso e voce solista.
Nel 2010 I Giganti vincono per Terra in bocca il premio "Paolo Borsellino", giusto riconoscimento, sia pur tardivo, per un'opera di eccellente livello musicale (arrangiamenti di Vince Tempera su musiche di Mino Di Martino), ma soprattutto di elevato valore sociale per il suo contenuto: il 23 maggio 2012, in occasione del ventesimo anniversario della strage di Capaci, "Terra in bocca live" messo in scena dai superstiti del gruppo allo Spazio MIL di Sesto San Giovanni.
L'album un duro atto di accusa nei confronti della mafia, per l'accaparramento e il controllo di quest'ultima dell'ACQUA...
La campagna elettorale di fatto iniziata da alcuni mesi, pur con una griglia di partenza dei candidati a sindaco non ancora del tutto delineata.
I programmi, come sempre simili l'uno all'altro, si vanno accatastando nel sostanziale disinteresse della cittadinanza.
Al contrario, i problemi che affliggono Formia sono sotto gli occhi di tutti, nell'inesorabile processo di decadimento del suo sistema economico.
Credo che ancora oggi siano attuabili alcuni semplici quanto severi spunti programmatici che negli anni passati ebbi a evidenziare su questo sito.
Ma non di questo che voglio parlare: l'urgenza impone di estrapolare un tema dominante, quello dell'acqua.
Quanto avvenuto nei mesi scorsi a Formia un monito per chiunque voglia proporsi quale amministratore: si sono evidenziate drammaticamente le carenze di manutenzione della nostra rete idrica e la dispersione di quello che si rilevato essere un bene primario ha portato al collasso del sistema. Un territorio, che si assume essere votato alla vocazione turistico/commerciale, si ritrovato improvvisamente privo di acqua: e il turismo e il commercio sono caduti in una crisi catastrofica.
Oggi via Vitruvio, con gli innumerevoli esercizi commerciali chiusi, con i marchi storici scomparsi o in via di estinzione, nel suo aspetto lugubramente cimiteriale, ne la fotografia fedele.
Nei mesi passati i cittadini sono spontaneamente scesi in piazza per rappresentare la loro sacrosanta indignazione: nella indifferenza e nell'inerzia delle istituzioni molti sono stati denunciati, laddove lo stesso primo cittadino sarebbe dovuto scendere in piazza e autodenunciarsi unitamente ai manifestanti.
Pochi secoli fa se un contadino affamato osava cacciare la selvaggina nei possedimenti feudali veniva impiccato, per aver commesso un grave reato nei confronti del suo signore; in seguito, quando insorto compatto tutto il popolo, abbiamo visto le teste coronate cadere nel cesto del boia.
Morale della favola, Formia ha bisogno di un sindaco che sappia affrontare l'emergenza e, prima tra tutte, la crisi idrica, tagliando il nodo gordiano che ci lega a Acqualatina.
Forse sar stato distratto, ma a tutt'oggi l'unico candidato che abbia virilmente affrontato l'argomento la prof. Villa: osservo peraltro che la soluzione la lei prospettata - certamente non unica e per sua natura opinabile, ma concreta - parte dal necessario presupposto giuridico della inadempienza di Acqualatina.
Presupposto di qualunque strategia si voglia adottare per liberare Formia da Acqualatina.
Prima che sia dato corso all'infausto progetto di realizzare costosi quanto inutili dissalatori in un territorio per sua natura ricco di acqua.
Spero nei prossimi giorni di leggere le proposte degli altri candidati su questo argomento: possibilmente concrete e virili quanto quella prospettata dalla prof. Villa.
Dimenticavo...col sottofondo musicale di "Terra in bocca"!

di: Francesco Melisurgo

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=122956