TeleFree.iT
martedì 09 gennaio 2018
I candidati "di esperienza"
letture: 2009
I candidati
I candidati "di esperienza"
Formia: Quante volte vi sarà capitato di leggere le inserzioni delle offerte di lavoro e notare come spesso venga richiesta esperienza nel settore. E quante volte avete fatto questo ragionamento: "Se chiedono solo persone esperte, coloro che non lo sono come potranno diventarle?" Ovvero, "Se continuate a chiedere persone che hanno già esperienza nel settore, come faccio io a maturare la stessa esperienza?"

Lo stesso pensiero può essere riportato alle elezioni amministrative di Formia: "Se dite di voler votare solamente candidati con esperienza, quand'è che i giovani faranno esperienza?". Ovvero, "Se continuiamo a votare sempre gli stessi, per il solo fatto che hanno esperienza, quand'è che un giovane maturerà l'esperienza tale per concorrere alle elezioni?"

La nostra città, negli ultimi dieci anni, ha avuto un primato che nessun comune d'Italia può vantare, e cioè abbiamo avuto i due sindaci più esperti dell'intera nazione. Abbiamo avuto i sindaci più longevi d'Italia, eppure hanno dimostrato entrambi che questa caratteristica non è necessaria e sufficiente per poter dire di avere avuto sindaci di qualità. Entrambi vantavano oltre quarantacinque anni di esperienza amministrativa, eppure hanno dimostrato di essere pessimi amministratori.

Molto spesso, sempre secondo me, l'esperienza è sinonimo di scaltrezza, di saper condurre giuochi politici, di saper amministrare senza maggioranze, o di risultare spocchiosamente superiori, presuntuosi e arroganti rispetto alle critiche della gente.

Secondo me una delle caratteristiche che dovrebbe premiare un candidato rispetto a un altro è la motivazione. Se c'è la motivazione, se si è motivati, se si ha voglia di imparare e di ascoltare, si possono superare tutti gli ostacoli, anche quelli che sembrano insormontabili e richiederebbero decine di anni di esperienza per essere affrontati. E se si commettono errori in buonafede, questi non potranno che diventare ricchezza per tutti noi.

Le persone di esperienza, secondo me, dovrebbero restare fuori dalle istituzioni e consigliare dall'esterno i futuri amministratori comunali, essere da pungolo, da monito, da richiamo. Essere vecchi non vuol dire essere politicamente emarginati, ma mettersi a disposizione delle nuove generazioni. In modo disinteressato e, ripeto, senza alcun impegno diretto. Questo, secondo me, sarebbe il giusto riconoscimento delle persone con esperienza. La politica non si solo nelle istituzioni, ma anche, e soprattutto, al di fuori.

Diffidate da quelli che vantano esperienza nel settore per poter tornare ad amministrare la città. Sono i peggiori. Sono quelli che in questi ultimi dieci anni si sono fatti letteralmente i cazzi loro, senza contribuire minimamente al dibattito politico e amministrativo della città. E sono quelli, secondo me, che impediscono la crescita collettiva di una comunità.

di: Delio Fantasia

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=122934