TeleFree.iT
domenica 16 aprile 2017
Fragmenta Passionis
di Carmen Moscariello
letture: 734
Formia: Con l'augurio a tutti di Buona Pasqua
Coro:
La pelle
della luna aprì
arcuati
i raggi alla notte
dai lunghi artigli
né c'è scampo per il ricco epulone
né ai tortuosi ossiuri della parola
la montagna si spaccò1 attraversata dal dolore
I pesci
nel mare annerito
dalla centrale2 boccheggiarono
per l'ultima volta, tra anse al mercurio
pinne
in preghiera cullarono
i cavallucci marini
con boato terribile squarciò il mare
furioso
il cuore degli uomini
non senti le urla dei dannati
salvati da loro
salva la tua madre sconsolata
le belve nell'ombra del tuo sangue
tradirono l'umile ancella
Giuda l'apostolo col bacio
e Pietro tre volte rinnegò il tuo amore
il gallo all'alba d'ardesia e a metà del giorno
tremano gli olivi
e le donne con manto di ténebra
congiungono in ginocchio il loro pianto
Pietà di noi! invoca nel buio;
la morte
sui tetti affila
il suo coltello!
Gesù:
Lascia, Madre mia, che io salga in Paradiso
il fiele l'ho bevuto e il mio corpo
la pietra del sepolcro già solleva
Io vado avanti per aprirti la porta
Madre non disperare.
Maria:
Figliuzzo di mamma tua, cuore d'amore
e gioia, come posso mai
vederti con i chiodi nelle mani?
Mani di fuoco e stelle
mani che benedicono,
mani che io strinsi al petto
Gesù:
La pietra del sepolcro
è solo simulacro
e tu Madre mia
mi seguirai in gloria
Maria:
Mio figlio,
folgore d'ardore, è morto!
Sola son rimasta
tra le aborrite sentinelle
fuscello
al tuo sangue benedetto.
ti cerco! Ti piango! Ti stringo!
Gesù:
Virgo virgine praeclara
abbi fede nel Dio del cielo
Egli che atterra, suscita
il fuoco dello spirito;
al Getsemani portati
insieme alle altre donne
tu perdona,
se d'ottenere ardi la palma della vittoria
Maria:
Crudeli,
et me tibi sociare,
Fac, ut animae donetur
Paradisi Gloria
Gesù:
Stabat mater dolorosa
juxta crucem lacrimosa
Madre mia, Madre
di figlio doloroso,
che tu sia benedetta, Madre
prediletta, in trionfo tutte
le genti ti chiameranno beata.
Maria:
Figlio mio prediletto,
Figlio unico Figlio di madre
afflitta
scendi dalla croce.
Coro:
La terra trema;
scorre nei vicoli
la morte, latra l'ultimo respiro
le cateratte
inondano le case dell'uomo
la folla lo sputò
l'aceto bagnò
il cuore
all'uomo tradito
il sangue gocciolava,
sul fango
crebbero le bestemmie,
"per te" la croce, urlavano
il seme del dolore
attraversò cielo e terra
volsero gli occhi
al Padre suo
Maria:
Fac me plagis
vulnerari
fac me cruce inebriari
Et cruore Filii
Coro:
Rosa candida,
Rosa prediletta
Virgo virginis
Inebriata luce
Madre di dolore,
Figlia del tuo Figlio
presto
godrai
la luce del tuo figlio
proteggi le mamme
addolorate
i figli crocifissi
Mater lacrimosa volgi il tuo sguardo
agli umili
la speranza al mondo
dona

postato da: computer  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=121566