TeleFree.iT
sabato 25 febbraio 2017
AVIS Comunale di Minturno Provincia di Latina Assemblea Annuale dei soci
Relazione del MEDICO RESPONSABILE DEL PUNTO PRELIEVO - Dr. Diego Campani - 18 Febbraio 2017
letture: 1077
Avis Comunale di Minturno
Avis Comunale di Minturno
Minturno: Saluto tutti gli amici dell'AVIS Minturno, a cui dò il mio personale benvenuto a questa assemblea annuale dell'Associazione.
Questa mia relazione, come annunciato, è l'ultima che svolgo come medico responsabile della unità di raccolta Minturnese. Con rammarico ho dovuto confermare la mia volontà di lasciare questo incarico e l'impegno ad esso connesso. Nonostante i miei limiti, vi assicuro che l'ho svolto sempre con dedizione e passione, sebbene spesso con fatica e penalizzando altre cose altrettanto importanti, tra cui la famiglia, sentimento naturalmente che hanno vissuto e vivono molti di voi.
Vi sottopongo un rapido sguardo sui risultati ottenuti nel corso del 2016. Dopo le grosse fatiche del 2014 e del 2015, lo scorso anno è trascorso con una sostanziale calma e serenità, direi soprattutto beneficiando dei frutti del "surplus" di lavoro svolto da tutti noi negli anni subito precedenti in termini di formazione e aggiornamento, coordinamento e pianificazione.
Il 2016 è stato per di più l'anno dell'ispezione da parte dei valutatori del Centro Nazionale Sangue. Sono emerse alcune criticità del nostro punto prelievo, tuttavia si è posta l'attenzione soprattutto sullo sforzo fatto per renderlo il più ottimale possibile e funzionale nonostante i limiti strutturali che sono al momento insuperabili.
Non so molto di come stia procedendo il progetto di realizzazione del nuovo punto prelievo nei locali in disuso dell'ospedale minturnese, ma sono certo che chi continuerà a gestire l'Avis a Minturno e alla provinciale di Latina saprà portare avanti il progetto nel migliore dei modi.
Alla luce dell'ispezione, ci è stata concessa una proroga nell'uso degli attuali locali, e ci è stato anche dato atto dei risultati ottenuti in termini di quantità e di qualità. Resta all'associazione continuare sul percorso a ostacoli dello sviluppo di un vero punto prelievo pienamente rispettoso dei requisiti previsti. Mi auguro che le istituzioni amministrative e sanitarie diano il loro concreto contributo, e non soltanto sostegno morale.
Passiamo ora all'analisi dei numeri. I dati registrati dimostrano un buon risultato, in linea con l'anno precedente. Il numero globale di sacche donate da nostri soci donatori ammonta a 365 sacche di sangue intero, di cui 50 donate presso il CT di Formia, e 315 raccolte presso il punto prelievo o in autoemoteca. Non tralasciamo poi di annoverare la sola e unica donazione di eritroplasma tramite aferesi svolta da un nostro socio donatore presso il CT di Formia, per un totale di 366 donazioni. C'è stata una modesta contrazione rispetto ai risultati dello scorso anno speriamo sia solo una piccola frenata in attesa di una nuova vigorosa crescita a partire dal 2017.
A differenza degli anni precedenti, le raccolte organizzate con l'utilizzo delle autoemoteche si sono ridotte ai minimi termini, esclusivamente per le raccolte in trasferta al Liceo Scientifico L.B. Alberti. Per il resto l'Associazione ha dato totale preponderanza alle raccolte presso il punto prelievo, anche per un discorso di costi economici dell'uso delle autoemoteche, nonché, perdonate la mia schiettezza, a causa di una scarsa risposta di alcune realtà locali presso cui avevamo raccolto nel corso del 2014 e del 2015. Le giornate di raccolta organizzate dall'Avis Minturno nel 2016 sono state complessivamente 20, di cui 2 svolte presso il Liceo Scientifico di Marina di Minturno. Anche quest'ultima comunità, purtroppo, ha mostrato una forte riduzione di partecipazione: nonostante il sostegno del Preside verso il nostro lavoro e la nostra Associazione, sembra che alcuni insegnanti lavorino contro l'attività dell'Avis. Chissà se almeno, nella stessa misura, si impegnano per la diffusione della sensibilizzazione alla donazione del sangue presso gli ospedali? Forse non hanno capito che l'Avis raccoglie il sangue che serve agli ospedali e che gli stessi non riescono a raccogliere, ma che necessitano comunque di usare per continuare ad assistere i malati. Tuttavia so che i dirigenti dell'Associazione, con coraggio e caparbietà, sapranno trovare il giusto modo per raddrizzare anche queste mentalità deviate.
Passo ora ai ringraziamenti. Mi risulta difficile fare un elenco sufficientemente esaustivo delle persone da ringraziare. Sarebbe lunghissimo: Presidente, Tesoriere, Segretario, infermieri, colleghi medici, volontari tutti, donatori. Direi, con una sola parola, "AMICI".
Ho vissuto con voi anni emozionanti, divertenti, faticosi, appaganti! Abbiamo trascorso momenti sereni e calmi, alternati con altri burrascosi e allarmanti. Però li abbiamo vissuti insieme, condividendo gioie e dolori, fatiche e soddisfazioni. Lasciatemelo dire, abbiamo costruito una bella realtà, riconosciuta da tutti, di ottimo livello ma che può sempre crescere e migliorare. Voglio ringraziare ciascuno di voi, dal Presidente Clemente fino all'ultimo volontario. Ringrazio anche gli amici della provinciale per il loro supporto e la loro dedizione.
Esprimo il mio più sincero "in bocca al lupo" alla collega Nunzia, a cui passerò il testimone della direzione sanitaria della nostra Avis. Le auguro di trascorrere un periodo florido ed emozionante anche più del mio. Sono certo che il suo impegno e le sue competenze accresceranno ancora di più l'azione e il prestigio dell'AVIS Minturno. Sempre, non lo dimentichiamo mai, a beneficio dei malati bisognosi di sangue e di chi li assiste.
Auguro alla nostra Associazione un futuro florido e sereno.
Vi abbraccio tutti, cari amici, con profondo affetto e sincera stima. Vi auguro una vita serena, in salute, spesa con generosità per gli altri, come già date esempio di fare. Vi auguro ogni bene.
Grazie di tutto.
Diego Campani

di: AVIS Minturno

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=121290