TeleFree.iT
mercoledì 03 giugno 2015
A proposito della BUONA SCUOLA
Proviamo a ragionare al contrario
letture: 2059
Formia: I se ed i No
Ho provato a ragionare al contrario sulla "buona Scuola".
-se gli insegnati fossero collocati in un albo provinciale o territoriale da cui contrattare un impegno triennale
- se la mobilità avvenisse d'ufficio con il transito all'albo provinciale
- se la scelta dei docenti fosse demandata al Dirigente sentiti gli organi collegiali della scuola
- se parte della retribuzione fosse data in gestione ai dirigenti scolastici coadiuvati da rappresentanti dei docenti e dei genitori
- se i rapporti della scuola con la società territoriale fossero tenuti su un disegno autonomo elaborato nell'istituto scolastico - se si assumessero tutti i precari che ne hanno titolo
- se i dirigenti avessero titoli di studio correlati alle tipologie di istituzione scolastica loro affidate
- se i dirigenti scolastici fossero impegnati in seri corsi di aggiornamenti con prove e verifiche degli apprendimenti
- se i dirigenti avessero un contratto triennale al termine del quale venissero giudicati sui risultati dell'istituzione gestita
IL SINDACATO A COSA SERVIREBBE?
Non ci sarebbero più le file per le domande di supplenza
Non ci sarebbero più le file per le domande di mobilità
Non ci sarebbero più le commissioni per gli organici e le discussioni sui
pro e sui contro
Non ci sarebbero più le discussioni su chi premiare fatte dai
solisti
Non ci sarebbero più le pressioni per sapere, chi andrà in pensione,
chi verrà trasferito, chi ha la 104, chi no!, chi verrà trasferito.
Non ci saranno i segnalati per le commissioni di esame quando queste sono incomplete
Non ci sarebbero più i tanti Dirigenti Scolastici di provenienza
sindacale
Probabilmente ci sarebbero meno spese per l'assistenza sindacale, compreso le quote tessere e probabilmente ci sarebbero meno dipendenti scolastici con esonero sindacale a spese della collettività.
Ci sarebbero meno tensioni tra dipendenti per l'attesa delle soluzioni auspicate
Solo chi ha vissuto l'esperienza sindacale, senza chiedere di diventare dirigente scolastico, può capire
Non voglio tradire il mio passato ma sono sconcertato dalla leggerezza con cui oggi si proclama uno sciopero dalla durata di un'ora o due, credendo che abbia successo. Basta riconvocare all'ora successiva i consigli e tutto torna regolare. In quei giorni non c'è lezione e si possono rivedere ed aggiornare, anche all'ora successiva, i consigli che saltano.
Rivendicare un ruolo di concertazione oggi è fuori dal tempo. Purtroppo c'è ancora chi crede che il tempo non passa ed invece di pensare a nuovi ruoli e metodi di rappresentanza si avvolge in lotte dallo scarso risultato ed il danno per la scuola aumenta.
Proviamo a capovolgere i se ed i Non

postato da: sasso  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=116399