TeleFree.iT
venerdì 10 aprile 2015
Sapa, il presidio si sposta davanti al tribunale: via al processo per contestare i licenziamenti
Prima udienza per trenta operai (su 136). Le maestranze contestano le motivazioni con cui la multinazionale giustificò la chiusura dello stabilimento
letture: 1679
Il presidio dei lavoratori Sapa davanti al tribunale di Latina
Il presidio dei lavoratori Sapa davanti al tribunale di Latina
Priverno: Si è spostato per qualche ora davanti al tribunale di Latina il presidio dei lavoratori Sapa, lo stabilimento di Fossanova chiuso dall'estate scorsa in cui i lavoratori hanno aperto un'assemblea permanente a cui hanno partecipato, soprattutto nella fase iniziale, anche i diversi sindaci del territorio. Questa mattina una trentina di operai i primi 30 su 136) sono stati a Latina per partecipare alla prima udienza del processo relativo ai licenziamenti disposti dai vertici dell'azienda nello stabilimento di Priverno e impugnati dai lavoratori.

Assistiti dall'avvocato Fabio Leggiero, hanno cercato di dimostrare l'infondatezza della crisi addotta dai vertici della società per giustificare i tagli e la chiusura dello stabilimento. "Una crisi creata ad hoc per favorire altre sedi operative rispetto a quella di Fossanova, che fino all'anno scorso era un fiore all'occhiello dell'industria dei profilati in alluminio", hanno ripetuto anche ieri gli operai di Fossanova.

Secondo l'avvocato sarebbero stati violati i principi di correttezza e buona fede privilegiando i dipendenti dello stabilimento di Feltre, in provincia di Belluno. La mobilità sarebbe strumentale, sempre secondo quanto dicono gli ex lavoratori, perché a monte della scelta ci sarebbe stata la volontà di sopprimere il sito di Priverno.

Nell'udienza di questa mattina la società era rappresentata dagli avvocati dello studio Prati di Milano, tra cui Elisabetta Scotti. L'udienza è stata quindi aggiornata ma il giudice Costantino Diana ha invitato le parti a trovare un accordo.


Fonte:corrieredilatina

di: TF Press

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=115547