TeleFree.iT
sabato 10 novembre 2018
Foto artistiche di Gaeta in bianco e nero. Nuova opera di Giuseppe De Filippis
letture: 4212
Data evento: giovedì 02 dic 2004
Gaeta, il Duomo
Gaeta, il Duomo
Archivi di TF: Prosegue l'opera di documentazione fotografica dell'intero mondo aurunco con una nuova pubblicazione spettacolare su Gaeta del noto artista Giuseppe De Filippis. Questa volta il De Filippis ha messo insieme le poesie di don Salvatore Buonomo con i suoi magistrali scatti fotografici (fotocamera Silvestri T 30) che ci presentano una "Gaeta nella sinfonia di sole di acqua di verde" come "itinerari gaetani d'immagini e parole". Un volume di formato speciale, a cui oltre all'artista fotografo hanno messo mano Silvio Mastrogiovanni che ha accompagnato ovunque l'autore "per trasportare una pesante attrezzatura fotografica"; il prof. Luigi Cardi che ha curato i testi, Gerardo De Meo che ha ideato la copertina.
Franco Buonomo, che ha autorizzato l'uso dei testi dello zio don Salvatore, ha anche apposto una preziosa prefazione all'opera.
Altrettanto preziosa la prefazione del prof. Cardi che scrive: "La poesia di don Salvatore Buonomo ha trovato una sensibile attenzione da parte di Giuseppe De Filippis, amante del bello, del paesaggio, delle realtà naturali, storiche ed artistiche del nostro territorio. Così è scaturi­ta quest'opera di particolare interesse in cui la poesia si collega alla fotografia, dando modo al lettore di rileg­gere il territorio di Gaeta nella sua originale bellezza.
L'opera appare felice nella scelta dei testi come delle fotografie permettendo così un percorso dal centro urbano fino alle estremità occidentale ed orientale del territorio. Sono percorsi definiti da brani poetici - in cui l'ode a Serapo si concretizza come significativo esempio di elevato valore culturale - che ci aiutano a rileg­gere le vicende dei luoghi e non di rado della storia dall'età romana in poi con ampi scorci dedicati a monu­menti religiosi ed anche civili. Rivive, tra l'altro, per il felice "scatto" di De Filippis, l'iscrizione della torre di S. Agostino, valido esempio di lontani amministratori comunali, che anticiparono le ordinanze del vicere don Pedro Alvarez de Toledo per la costruzione delle torri, lungo i litorali del regno di Napoli, poste a segnalare l'eventuale avvicinarsi di navi corsare".
Un vero volume d'arte che deve essere gelosamente conservato in ogni biblioteca di famiglia e che sarà presentato alle ore 18 di sabato 4 dicembre presso il Club Nautico di Gaeta, in piazza Carlo III.


***
Pubblicato su TeleFree.it il 2 dicembre 2004
***

di: Albino Cece

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=11513