TeleFree.iT
martedì 06 gennaio 2015
Traetto racconta...
...... di una Minturno viva!!!!
letture: 3768
Minturno: "I vicoli di Traetto raccontano" così si è chiamata la manifestazione tenutasi sabato pomeriggio nel centro storico di Minturno........ ed i vicoli hanno veramente raccontato bene!!! Hanno raccontato di sapori e profumi, di musica e costumi storici, di antichi mestieri ed antiche arti facendo riaffiorare ricordi ed hanno fatto conoscere una Minturno sconosciuta a molti. E' stato a dir poco emozionante vedere i vicoli riempirsi di voci, suoni e persone in modo così numeroso da dover essere costretti a chiedere "permesso" per poter passare!!!! Oramai cosa desueta per il centro storico lasciato purtroppo al quasi totale abbandono. Questo inizio anno di notevole rilievo è stato possibile grazie alla collaborazione di varie associazioni che, incontrando l'appoggio di privati e di una piccola parte della nostra amministrazione, per giorni hanno lavorato meticolosamente per ricreare al meglio la vita quotidiana della Traetto di un tempo, tutto sotto l'occhio vigile e preparato della signora Almerinda Rossillo. Nel Castello Baronale era ospitata una mostra d'arte di pittori locali dell'Associazione Angoli di Colore e l'associazione Lame del Golfo hanno mostrato l'antica arte della scherma medievale. Erano aperte vecchie botteghe e cantine che hanno ospittato mestieri antichi ed artigiani. Tutto iniziava sulla loggia Paradiso con le visite guidate a cura della dottoressa Stefania De Vita che ha illustrato e guidato un vero viaggio nel tempo lungo i vicoli del centro strorico. Per uuna sera le cantine e le vecchie botteghe sono state "spolverate" e riaperte per ospitare vecchi mestieri ed artigiani. C'erano il macellaio, la ricamatrice col tombolo, la tessitrice, il ciabattino, le massaie tutti che sapientemente mostravano ed illustravano con maestria e devozioni le loro antiche arti. Profumi di dolci e piatti poveri ma succulenti inebriavano i passanti che hanno anche potuto assaggiare i nostri sapori, suoni di tamburelli, organetti e fisarmoniche allietavano la serata. I ogni angolo del paese è stato possibile assistere alle esibizioni degli sbanderatori e dei gruppi folcloristici ma anche udire i versi del poeta Cristoforo Sparagna a cura della compagnia teatrale "La Scaletta". Non è mancata la cultura con la presentazione dell'e-book "Linea Gustav" nella chiesetta di San Biagio curata dall Comitato Dragut, Mario Mirco Mendico ed altri autori e, sempre nella chiesetta, si sono potute ammirare foto d'epoca grazie alla mostra allestita dall'associazione Bucaneve. Come in ogni giornata di festa paesana non poteva mancare la banda musicale M.L. Proia che ha chiuso la serata con la sua musica nello spazio antistante la Chiesa di San Pietro. Il buon andamento della serata e la sicurezza sono stati garantiti dalla vigile presenza della protezione Civile di Minturno. E' stata veramente una serata degna di essere ricordata e ci ha pensato l'associazione Accademia Fotog@fica con il suo nutrito gruppo di fotografi ad immortalare gli angoli e le scene più suggestive. Non deve, però, essere tutto consegnato al passato e finire nel libro dei "ti ricordi...".... la serata di ieri speriamo sia servita anche per far comprendere che Minturno ed il suo meraviglioso centro storico può tornare a vivere e diventare un gioiello che anche i turisti possono ammirare. Non permettiamo di nuovo alle ragnatele ed alla polvere di riformarsi lungo le vie, i vicoli e le cantine!!! Iniziando dall'amministrazione, totalemete assente nella preparazione e nella partecipazione della kermesse di ieri ad eccezione dell'assessore Luca Salvatore, passando per le associazioni arrivando ai cittadini tutti dovremmo avere a cuore le sorti del nostro paese e a tutti farebbe piacere vedere Minturno allietata quotidianamente da visi e voci, suoni e parole..... di vedere vita!!!

postato da: freccia_avvelenata  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=114108