TeleFree.iT
domenica 07 dicembre 2014
La provvida sventura
letture: 3297
Golfo di Gaeta: Sulle locandine esposte in edicola leggo la notizia: la Flacca è bloccata per frana e il Sindaco di Gaeta assicura il suo impegno per liberarla quanto prima.

Per carità !!!
Quando la sorte è benevola, il regalo non va disdegnato e l'onda va cavalcata senza esitazione alcuna. La natura va assecondata nella sua insondabile saggezza.
In altri termini, la provvidenziale frana sulla Flacca costituisce un'occasione irripetibile per il nostro derelitto territorio.
Da un giorno all'altro i TIR si trovano costretti a pagare il pedaggio e deviare per l'autostrada se vogliono raggiungere il Nord: improvvisamente la strada gratuita che hanno sfruttato per decenni è preclusa e l'alternativa dell'Appia, per le strettoie esistenti tra Itri e Fondi, è improponibile.
Finalmente la litoranea di Formia diventerà una strada urbana a tutti gli effetti, cessando di presentarsi come un tappo ermetico per la circolazione locale.
I turisti scopriranno che raggiungere Gaeta e la Riviera di Ulisse non è un tormentato percorso di guerra, ma una piacevole passeggiata.
D'altra parte, che ragione c'è di percorrere la Flacca?
Se vogliamo raggiungere la Capitale tutti usiamo l'autostrada e in un'ora siamo a Roma: impiegare circa il doppio del tempo è da masochisti.
O forse abbiamo la tentazione di raggiungere il capoluogo delle Paludi Pontine?
Sarebbe un insano intento.
Siamo alle soglie della eliminazione delle province, enti di conclamata inutilità e buco nero della finanza pubblica e nulla più ci lega alla vecchia Littoria: è trascorso il tempo della nostalgia; tradizione, storia, lingua e interessi economici e commerciali ci legano a diverse realtà territoriali;
la stessa Giustizia è emigrata in altro luogo.
Approfittiamo di questa inaspettata quanto provvida sventura e lasciamo Latina alle sue zanzare...

di: Francesco Melisurgo

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=113736