TeleFree.iT
martedì 08 luglio 2014
Roma-Latina, stop di Zingaretti: "Cambiare il progetto? No grazie"
Massima attenzione sui tempi di realizzazione ma nessun ripensamento. Il rischio è perdere i finanziamenti
letture: 1620
Roma-Latina, stop di Zingaretti:
Roma-Latina, stop di Zingaretti: "Cambiare il progetto? No grazie"
Lazio: "La Roma - Latina entrerà in cantiere", parola di Nicola Zingaretti. Prima doccia fredda per i rappresentanti dell'Ance Lazio e dell'Ance Latina. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha risposto all'appello mosso dai costruttori che avevano chiesto di sostituire la realizzazione della Roma - Latina con la messa in sicurezza della Pontina. E il risultato è stato negativo. Il presidente della Regione ha pesato la proposta, l'ha valutata e l'ha semplicemente respinta. Il motivo è semplice quanto scontato. Il rischio è che si perdano per sempre i finanziamenti stanziati dal Governo. Circa un milione di euro che sono stati destinati al progetto definitivo del cosiddetto corridoio intermodale Roma -. Latina e che non possono essere dirottati su altri interventi.

LE DICHIARAZIONI."La denuncia e le richieste di Acer e Ance sulla Roma-Latina vanno prese in seria considerazione con l'impegno alla vigilanza per la serietà dell'appalto, sul quale terremo gli occhi aperti. Per quanto riguarda un ripensamento totale del progetto, ad oggi non credo sia possibile. Dal Governo - spiega Zingaretti - non arriva alcun segnale in questa direzione e quindi un cambio in corsa significherebbe la perdita di centinaia di milioni di euro di finanziamenti".

UN ALTRO PUNTO A FAVORE DELLO SVILUPPO. Per il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone, che sottolinea: "Accogliamo con soddisfazione le parole del presidente Zingaretti sulla improrogabile importanza della realizzazione della Roma - Latina. Le imprese e tutto il sistema produttivo della provincia di Latina e del Lazio chiedono strumenti per uscire dalla crisi ed essere, finalmente, competitive. Due passaggi che trovano concretezza solo nella realizzazione di questa opera che deve entrare in cantiere al più presto. Oggi rivedere il progetto si tradurrebbe nella perdita delle risorse stanziate dal Governo e questo non possiamo permetterlo. Dobbiamo andare avanti, lo dobbiamo alle aziende e ai cittadini che ci chiedono infrastrutture e sviluppo economico".

LA POLEMICA. La presa di posizione dei costruttori solo qualche giorno fa aveva sollevato un vero e proprio polverone. Ma, per la prima volta forse, le istituzioni e la politica avevano messo da parte le solite battaglie ideologiche e di bandiera schierandosi compatti a sostegno di un'opera irrinunciabile e fondamentale per il rilancio economico del Lazio e della provincia di Latina che continua a soffrire, e a soccombere, sotto la scure di un isolamento indotto proprio dall'incapacità di scegliere della classe dirigente che a tutti i livelli si era mostrata frammentata. Oggi c'è quella condivisione di obiettivi, sul progetto del corridoio intermodale Roma - Latina, che entrerà nella storia. Quella si una provincia che vedrà aprirsi una finestra sull'Italia e sull'Europa che solo qualche mese fa sembrava impensabile e irraggiungibile.

Fonte:corrieredilatina

di: TF Press

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=110745