TeleFree.iT
venerdì 22 marzo 2013
REGIONE, DEBUTTA LA GIUNTA ZINGARETTI. Tutti esterni, sei donne, taglio agli sprechi
Dieci assessori esterni: sei donne e quattro uomini. Primo provvedimento: "Ridotte le direzioni regionali da 20 a 10". La scrittrice Ravera alla Cultura.
letture: 4221
giunta zingaretti
giunta zingaretti
Lazio: Debutto al palazzo della Regione Lazio per la nuova giunta guidata da Nicola Zingaretti. I dieci assessori esterni, sei donne e quattro uomini, si sono riuniti stamattina nella sede sulla via Cristoforo Colombo per la prima riunione dell'esecutivo regionale. Sul tavolo, per i sei assessori donna, sono stati fatti trovare dei mezzi dei fiori. Poi la foto di rito con il gruppo al completo. E la presentazione alla stampa.

"Abbiamo appena preso la decisione che tutti gli assessori andranno a lavorare con il proprio mezzo. Utilizzeremo la macchina di rappresentanza quando siamo coinvolti in attività istituzionali. E' un segnale importante" ha detto subito il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti che si è poi rivolto ai dipendenti del palazzone sulla Colombo che hanno riempito la sala Tevere: "Ci tenevamo a fare seguire un incontro alla nostra prima riunione di Giunta. Prima di tutto il mio saluto va ai dipendenti e alle dipendenti regionali, che è importante credano in questa nuova avventura di governo. Se ci crediamo le cose potranno cambiare e cambiare in meglio. Noi siamo qui al vostro servizio, e al servizio dei cittadini del Lazio".
"Il primo provvedimento che abbiamo approvato è la riduzione delle direzioni regionali da 20 a 12 - ha proseguito poi il governatore in tema di sprechi - Era l'unico atto possibile al momento per l'inizio della riorganizzazione, della semplificazione e dell'efficientamento della macchina organizzativa''. ''Questo processo - ha continuato Zingaretti - continuerà e abbiamo voluto dare questo segnale che porterà a uno snellimento importante sia dal punto di vista burocratico sia dal punto di vista dei costi''.

Sul tema del bilancio, la Regione Lazio dopo il 31 marzo, quando scadrà l'esercizio provvisorio approvato dal precendente Consiglio, andrà in gestione provvisoria - si potranno effettuare solo le spese ordinarie - per evitare l'arrivo di nuove tasse con lo scopo di approvarlo entro il mese di aprile. "Sul bilancio abbiamo deciso di avvalerci della possibilità di approvarlo nel mese di aprile- ha detto il presidente Zingaretti- C'è un bilancio approvato dalla vecchia giunta e depositato in Consiglio regionale, ma non ci sono tecnicamente i tempi per approvarlo perché il Consiglio entrerà in carica la prossima settimana. Credo che il bilancio precedente della Polverini preveda nuove tasse per circa 100 milioni di euro e soprattutto prevede entrate fiscali che andranno verificate, quindi c'è un'impossibilità tecnica. Lo faremo nel mese di aprile guardando le carte". "Fortunatamente- ha concluso- c'è un'assessore al Bilancio straordinaria, di grandissima esperienza, che ci fa essere sereni sul fatto che lavoreremo bene".

Lunedì toccherà invece al Consiglio regionale. Il consigliere 'anziano' Daniele Leodori, eletto con il maggior numero di preferenze nelle liste provinciali (lista Pd della circoscrizione romana), ha convocato la prima seduta della X legislatura per lunedì e martedì alle ore 11. All'ordine del giorno i seguenti argomenti: le opzioni dei candidati eletti consiglieri, l'elezione del presidente del Consiglio regionale, dei vice-presidenti e dei segretari, le comunicazioni del presidente del Consiglio regionale e le comunicazioni del presidente della Regione, Nicola Zingaretti. A svolgere le funzioni di consiglieri segretari provvisori nella prima seduta, fino all'elezione dei definitivi, saranno i tre consiglieri più giovani: Valentina Corrado (27 anni) eletta a Roma nel Movimento 5 stelle, Daniele Sabatini (29 anni) eletto a Viterbo e Luca Gramazio (32 anni) eletto a Roma, entrambi del Pdl. Dopo gli adempimenti preliminari (comunicazione di eventuali rinunce e surroghe), il Consiglio procederà all'elezione dei sei membri dell'Ufficio di Presidenza con votazioni a scrutinio segreto, secondo quanto previsto nell'articolo 20 dello Statuto. Presidente: nella prima votazione è necessaria la maggioranza dei due terzi dei componenti dell'assemblea (34 voti); qualora non venga raggiunta, si procede a una seconda votazione in cui la maggioranza richiesta scende a tre quinti (31 voti); infine, dal terzo scrutinio in poi è sufficiente la maggioranza dei componenti (26 voti). Vicepresidenti: sono due, uno dei quali in rappresentanza delle minoranze; ciascun consigliere può votare un solo nominativo e vengono eletti i due candidati che ottengono il maggior numero di preferenze. A parità di voti sono eletti i più anziani di età. Consiglieri segretari: sono tre, uno dei quali in rappresentanza delle minoranze; si segue la stessa procedura prevista per i vicepresidenti. I componenti dell'ufficio di presidenza restano in carica per l'intera legislatura salvo dimissioni o grave impedimento. Nell'Ufficio di presidenza è garantita un'equilibrata presenza delle donne (articolo 20, comma 2).

[La Repubblica]

_____________________________________

GLI ASSESSORI/ Sei donne, quattro uomini, tutti esterni. La scrittrice Ravera alla Cultura

Questa la composizione della giunta regionale di Nicola Zingaretti:
Di seguito i nomi e le rispettive deleghe:

Massimiliano Smeriglio, vicepresidente e assessore alla Formazione, università, scuola e ricerca.
E' stato assessore provinciale al lavoro e alla formazione nella Giunta Zingaretti. Dal 2001 al 2006 è stato presidente dell'XI municipio di Roma.
Dal 2006 al 2008 è stato deputato della Repubblica ed è stato rieletto alle ultime elezioni. Dal 2000 è docente presso la Facoltà di Scienze della Formazione presso l'Università di Roma Tre.

Concettina Ciminiello, assessore alla Semplificazione, trasparenza e pari opportunità.
Dal 2010 ricopre l'incarico di funzione dirigenziale di livello generale di è Direttore Amministrativo della Scuola superiore dell'economia e delle finanze (MEF). Negli anni ha inoltre ricoperto e ricopre tuttora ruoli apicali in diversi ministeri.

Michele Civita, assessore alle Politiche del Territorio, della mobilità e dei rifiuti.
E' stato prima assessore provinciale ai trasporti nella Giunta Gasbarra e successivamente assessore all'ambiente nella Giunta Zingaretti. Da assessore ha seguito la vicenda rifiuti sviluppando la raccolta differenziata della provincia di Roma. Dal 1997 al 2000 ha lavorato all'organizzazione del grande Giubileo con la responsabilità del programma degli interventi.

Guido Fabiani, assessore Attività Produttive e sviluppo economico.
E' Rettore dall'1998 della Università degli studi di Roma Tre. Professore ordinario di Politica economica dal 1980, ha ricoperto fino al 1998 la carica di Preside nella Facoltà di Economia "Federico Caffè" dell'Università degli Studi Roma Tre.

Lidia Ravera, assessore alla Cultura e allo sport.
Scrittrice, giornalista italiana ha pubblicato oltre 25 libri, per lo più romanzi. Ha collaborato a numerose sceneggiature per il cinema e per alcune serie televisive della RAI.

Fabio Refrigeri, assessore alle Infrastrutture, alle politiche abitative e all'ambiente.
Sindaco di Poggio Mirteto dal 2004, ha ricoperto negli anni numerosi incarichi amministrativi nell'area del reatino. Responsabile, per l'Anci Lazio, delle unioni di Comuni e dell'associazionismo comunale dal 2004 al 2009. Responsabile in Anci dello Sportello unico delle attività produttive e commercio dal 2011. Presidente dell'unione di Comuni della Bassa Sabina.

Sonia Ricci, assessore all'Agricoltura, caccia e pesca.
Dirigente d'azienda e imprenditrice nel settore dell'agricoltura. Dal 2007 al 2012 è stata consigliere comunale e vicepresidente del consiglio del comune di Sezze (LT). Dal 1994 al 1996 è stata assessore alle attività produttive nello stesso comune.

Alessandra Sartore, assessore al Bilancio, patrimonio e demanio.
È dirigente del Ministero dell'Economia e delle Finanze dal 25 maggio 2001. Ricopre molteplici cariche nell'ambito di organismi di controllo di natura sindacale in rappresentanza del Mef. Ha svolto docenze in materia di finanza pubblica ed ha fatto parte di comitati e gruppi di lavoro su varie tematiche di finanza pubblica.

Lucia Valente, assessore al Lavoro.
Professore associato di diritto del lavoro della Sapienza Università di Roma - Facoltà di Giurisprudenza. Membro del Comitato pari opportunità e del Comitato etico della Sapienza, Università di Roma.

Paola Varvazzo, assessore alle Politiche Sociali.
Vice Prefetto Aggiunto. Per anni ha incentrato la propria attività all'interno dell'amministrazione pubblica sui temi dei diritti civili, cittadinanza, condizione giuridica dello straniero, immigrazione e diritto d'asilo.

[La Repubblica]

postato da: mn  

Questa news proviene da: http://www.telefree.it
URL: http://www.telefree.it/news.php?op=view&id=102799