Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 01/07 al 30/09 Gaeta: FORME, MATERIE E COLORI
letture: 9473
dal 13/07 al 30/08 Formia: Rassegna cinematografica "Cinema alla deriva 2018"
letture: 4275
18/08 Gaeta: "Cappuccetto Rosso al contrario" (1)
letture: 1587
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.545
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
venerdì
17
agosto
S. Chiara di Montefalco
Compleanno di:
sex AnnaF
sex anonima68
sex Delirium
sex ejdea51
sex rossy
nel 1835: Viene brevettata la chiave inglese.
nel 1965: L'inglese Jhonn Riding,24 anni,conclude la traversata dell'Atlantico con una imbarcazione di soli 3,65 m:la "Sjo Ag".
dw

Home » News » Latina » Sperlonga » La caduta degli dei
giovedì 19 luglio 2012
La caduta degli dei
Il testo di un volantino diffuso a Sperlonga in merito alla condanna subita da Armando Cusani
letture: 4407
Hotel
Hotel "Grotta di Tiberio" costruito abusivamente
Sperlonga: Si sta arrampicando sugli specchi quel pover' uomo di Cusani per far sembrare che non sia successo nulla o per farsi credere vittima di un processo politico. Del resto va capito: la condanna inflittagli dal Tribunale di Latina per aver costruito abusivamente il suo Hotel "Grotta di Tiberio" è una scoppola da far tremare i polsi anche ad un politico spregiudicato come lui: due anni di carcere, sospensione dai pubblici uffici, abbattimento delle parti abusive, risarcimento delle parti civili. Insomma, uno tsunami che rischia di travolgerlo.
Finora aveva creduto di avere il mondo in pugno e la sua filosofia è sempre stata:"Chi non è con me peste lo colga". Senza troppi scrupoli etici si sbarazzò di un presidente del TAR per lui scomodo, tentò di intimorire e delegittimare il prefetto Frattasi, è andato allo scontro frontale con chiunque non la pensasse come lui (Presidenti della Regione Lazio Marrazzo e Polverini, Ministro dell'Ambiente Prestrigiacomo), se ne è sempre infischiato delle critiche o delle proposte della minoranza al Comune di Sperlonga, ha colpito ferocemente dipendenti comunali o comuni cittadini che osavano pensare diversamente da lui, ha sostenuto strenuamente che la presenza della camorra nel sud pontino fosse una invenzione dei giornali. Pensava di poter fare tutto ciò che voleva e di essere intoccabile, il potente Cusani; ricordiamo ancora quando in consiglio comunale, ai consiglieri di opposizione che minacciavano di denunciarlo, rispose: "Fate pure, tanto ho le spalle larghe!". Ed infatti le protezioni le aveva, insediate dappertutto: ai vertici della Procura di Latina, ai vertici di alcuni corpi militari, nel suo partito e anche (udite, udite) nei partiti del centrosinistra. Insomma, sembrava un gigante imbattibile, Cusani, e tutti lo temevano. Tutti tranne quel gruppetto di cinque consiglieri di opposizione che ha avuto la sventura di incontrare sulla sua strada. Non lo temevano innanzitutto perché uomini liberi e poi perché, conoscendo i retroscena dei suoi atti amministrativi, ne capirono tutta l'effettiva fragilità. Perché un potere che si fonda sulla commistione tra politica e affari e che cresce grazie al dispregio della legge, è un potere fragile, destinato, prima o poi, a crollare.
Quei cinque consiglieri di minoranza, nel corso del loro mandato amministrativo, hanno preteso solo e soltanto il rispetto della legge da parte del primo cittadino di Sperlonga e che la legge fosse veramente uguale per tutti. Accadeva invece che negli anni in cui Cusani ha costruito il suo Hotel "Grotta di Tiberio", essendo sindaco di Sperlonga e presidente della provincia di Latina, si trovava nella condizione privilegiata di essere egli stesso controllore e controllato: chiedeva a se stesso i permessi a costruire e - con la complicità interessata del tecnico comunale Antonio Faiola (anche lui condannato!) - concedeva a se stesso autorizzazioni che nessun cittadino comune avrebbe mai potuto ottenere.
La sentenza dello scorso 2 luglio, accogliendo le tesi esposte nella denuncia, acclara che il cittadino-imprenditore Armando Cusani, grazie alla sua posizione privilegiata di politico e infrangendo le leggi urbanistiche, ha potuto costruirsi abusivamente non un box per la conservazione degli attrezzi, non un piccolo alloggio per famiglia, ma un mega hotel a 4 stelle.
Questo, dunque, è l'uomo che gli sperlongani hanno eletto sindaco per due volte consecutive e che hanno votato per due volte come presidente della provincia; così quest'uomo ha ripagato la fiducia che i cittadini avevano riposto in lui.
Vogliamo chiarire, inoltre, che normalmente in un processo contro un privato che abbia compiuto un grave abuso edilizio, il Comune, come parte offesa, si costituisce parte civile per poter ottenere il risarcimento del danno subìto. Nel caso dell'Hotel "Grotta di Tiberio", l'amministrazione comunale, prima con sindaco Cusani e poi con sindaco Scalingi, non si è costituita parte civile contro l'imprenditore Cusani. Per questo i consiglieri di minoranza, come legittimi rappresentanti degli interessi del Comune e degli Sperlongani, chiesero ed ottennero dal Tribunale di potersi costituire parte civile. Grazie a questa scelta coraggiosa dei cinque consiglieri di minoranza, la sentenza ha potuto prevedere un risarcimento per il Comune, la cui entità sarà stabilita in seguito e che i consiglieri di minoranza metteranno a disposizione della collettività per opere di risanamento ambientale.
Di fronte alla sentenza di condanna, ancora una volta coerente con il suo delirio di onnipotenza, Cusani non si limita a rivendicare il suo sacrosanto diritto di ricorrere in appello. No. Attacca scompostamente a destra e a manca: da una parte ci sono giudici che hanno voluto ingiustamente punirlo, chissà mai per quale motivo; dall'altro ci sono quei cinque consiglieri comunali di minoranza: persone equivoche e di dubbia moralità. Così facendo Cusani si qualifica da solo: egli sta applicando la stessa tecnica che veniva usata in Russia ai tempi di Stalin: inventare accuse contro giudici scomodi e delegittimare gli avversari politici. Tale sua reazione, grave e scomposta, dà motivo di pensare che le preoccupazioni di Cusani non derivino solo dalle conseguenze politiche che questa sentenza potrà avere, ma siano rese più cupe dal timore che possa essere condannato anche nell'altro processo che pende su di lui: quello relativo all'abusiva destituzione del comandante dei vigili urbani e della sua sostituzione con persona non in possesso dei requisiti di legge. Una seconda condanna farebbe ineluttabilmente e definitivamente crollare il mito del grande politico illuminato e di lui resterebbe alla storia la meno fulgida immagine di un pluricondannato.
Noi, pur giudicando troppo mite la condanna inflitta a Cusani, non ci saremmo mai permessi di criticare la sentenza e i magistrati che l' hanno emessa. Ma poiché Cusani ha pubblicamente dichiarato che si tratta di una "sentenza politica", non possiamo esimerci dal dire che effettivamente si tratta di una sentenza politica perché troppe sono state le omissioni e le distrazioni della Procura di Latina, casualmente tutte con l'effetto di evitare al Presidente della Provincia guai più grossi e una sentenza più pesante. Certo, si tratta di una sentenza di primo grado, ed è per questo che saremo noi stessi, come parte civile, ad appellarci in secondo grado perché emergano altre verità per ora rimaste opportunamente chiuse in qualche cassetto.

Sperlonga, luglio 2012

Parte Civile
costituita per il Comune di Sperlonga

di: Nicola Reale


Sperlonga: Obbligo di defibrillatori nei siti aggreganti Lo chiede il neo primario di Chirurgia del "Dono Svizzero", Vincenzo Viola, dopo la criticità capitata a Sperlonga alla 13enne di Morolo
letture: 1477
12 luglio 2018 di Flaminio
Sperlonga: Ho una chitarra per amico Alberto Laurenti canta Califano domenica 15 al lido "La Nave" a Sperlonga
letture: 1473
12 luglio 2018 di Flaminio
Sperlonga: Rimessa la grata nel canale di lago lungo asportata da ignoti per accedere nel lago con natanti L'operazione condotta dai Forestali di Itri e dagli operatori del Consorzio di Bonifica sudpontino
letture: 2384
29 maggio 2018 di Flaminio
Sperlonga: Centinaia di piccoli calciatori invadono il borgo di Sperlonga Dal 28 al 31 marzo via al 18° Trofeo regionale "Divertiamoci insieme"
letture: 3096
26 marzo 2018 di TF Press
Sperlonga: Adesso liberiamoci e cresciamo insieme!" da chi ?
letture: 1679
12 marzo 2018 di inter
Sperlonga: Ritrovamento di un capitello romano
letture: 1896
09 marzo 2018 di TF Press
Sperlonga: ....a proposito della purezza e altre amenità ... Manifesto marziano
letture: 1295
20 febbraio 2018 di inter
Sperlonga: La purezza virtuale... e le capacità proclamate (3)
letture: 1862
31 gennaio 2018 di inter
Stemma del Movimento Civico Partecipazione AttivaSperlonga: Una forte azione unitaria per ridare legalità, democrazia e dignità a Sperlonga. ( LETTERA APERTA AGLI SPERLONGANI )
letture: 1363
08 gennaio 2018 di Nicola Reale
Sperlonga: 'Da Emozioni alla RCA', a Sperlonga il concerto di Natale è firmato dai più grandi cantautori italiani Gianmarco Carroccia si esibirà in trio acoustic il 25 dicembre alle 18.30 nell'auditorium del borgo marinaro
letture: 2263
24 dicembre 2017 di TF Press








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Stemma del Movimento Civico Partecipazione Attiva
Una forte azione unitaria per ridare legalità, democrazia e dignità a Sperlonga.
letture: 1363
08 gennaio 2018
Arrestati a Sperlonga il sindaco Armando Cusani ed i tecnici comunali Massimo Pacini e Isidoro Masi (7)
letture: 2453
16 gennaio 2017
Importante Kermesse artistica a Sperlonga
letture: 3257
20 aprile 2015
Un nuovo paradigma identitario per la Sinistra di Nicola Reale (1)
letture: 2364
09 maggio 2014
Nicola Reale
Cusani: i reati non finiscono mai
letture: 4319
19 febbraio 2014
Nicola Reale
Lettera aperta ad Armando Cusani (4)
letture: 5719
11 novembre 2013
Berlusconi: sessanta miliardi di sciocchezze (2)
letture: 2908
05 febbraio 2013
Nicola Reale
Cusani: una condanna che viene da lontano (3)
letture: 4516
10 settembre 2012
Le responsabilità del Centrosinistra
letture: 4051
20 luglio 2012
Hotel
La caduta degli dei
letture: 4408
19 luglio 2012