Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 15487
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 8268
dal 08/02 al 01/03 Itri: Ad Itri torna Sipario d'Autore Rassegna d'Arte e Spettacolo.
letture: 3747
dal 26/02 al 01/11 Sermoneta: Giardino di Ninfa, via alle prenotazioni online
letture: 607
29/02 Formia: Lettere di Rainer Maria Rilke e Lou Andreas-Salomé
letture: 1240
02/03 Narrativa e Poesia: "M'Illumino di poesia"rubrica dedicata ai poeti del passato e a quelli emergenti!
letture: 182
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.614
visitatori:70
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
sabato
29
febbraio
S. Bisanzio m.
nel 1504: Cristoforo Colombo approfitta di un'eclissi per spaventare gli indiani giamaicani.
nel 1952: A New York viene installato il primo semaforo. Per i pedoni il verde dura 22 secondi, il giallo 10, ed il rosso 58 secondi.
dw

Home » News » Webzine » Cinema e Teatro » L'ultimo ciak per Cinecittà, g...
sabato 30 giugno 2012
L'ultimo ciak per Cinecittà, gli studios trasformati in un maxi-resort
Il progetto dell'Italian Entertainment Group di Luigi Abete, sta per prendere forma. Ristoranti piscine e alberghi sorgeranno al posto degli storici set cinematografici sulla via Tuscolana
letture: 2971
L'ultimo ciak per Cinecittà, gli studios trasformati in un maxi-resort
L'ultimo ciak per Cinecittà, gli studios trasformati in un maxi-resort
Cinema e Teatro: Da quando furono inaugurati - era il 28 aprile 1937 - divennero subito sinonimo di cinema italiano, oggi però i più antichi e famosi movie studios nostrani, quelli di Cinecittà in via Tuscolana a Roma, sono destinati a far posto ad un altro tipo di intrattenimento e svago: alberghi, ristoranti, palestre, beauty farm, piscine. Un progetto avviato già tre anni fa da Luigi Abete, numero uno di Bnl e patron della IEG, Italian Entertainment Group - la holding che controlla la Cinecittà Studios Spa -, e che adesso sta per diventare realtà. Non è finita, perché a Castel Romano, dove Dino De Laurentiis costruì i suoi teatri di posa, sorgerà un grande parco divertimenti a tema.
Si chiamerà Cinecittà World, "un mondo - dice il video spot, lanciato dalla società nata in vista della realizzazione del nuovo progetto (Cinecittà Parchi Spa) - dove potrai incontrare le emozioni che hai sempre sognato" il primo e più grande parco a tema in Italia dedicato al cinema, inserito dal Comune di Roma nelle priorità del II° Polo Turistico della Capitale. Sorgerà a Castel Romano, uno dei due principali centri produttivi di Cinecittà, dove negli anni '60 Dino De Laurentiis costruì i suoi studi (Dinocittà). E che adesso il nipote Aurelio, produttore di cinepanettoni, insieme ai suoi soci (Abete, Della Valle e la famiglia Haggiag), ci porterà un mega luna park. Montagne russe, scivoli d'acqua e tante altre attrazioni - non mancheranno locali e ristoranti -, lì dove un tempo venivano girati capolavori come "Barabba", "La Bisbetica domata, "La voce della luna".

Per rilanciare il settore e l'azienda, con un buco di bilancio di oltre 4 milioni di euro - avrebbero problemi anche a pagare il canone di locazione degli studi di via Tuscolana alla Cinecittà Luce, cioè lo Stato - ecco il nuovo piano industriale di Abete & Company: far sorgere proprio nell'area degli studi di via Tuscolana un complesso immobiliare dotato di un albergo 5 stelle, centri wellness, parcheggi, punti di ristorazione, insieme a un nuovo teatro di posa. Il secondo step del progetto prevede invece la costruzione di un "DCM", Distretto del cinema e del multimediale. Tutti servizi rivolti alle troupe e agli operatori del settore. L'imperativo è: "Sviluppare la location e i servizi strettamente connessi", si legge sul piano della Cinecittà Studios Spa. "In questo modo - confidano i vertici dell'azienda - si riuscirà ad attrarre il cinema internazionale". Bisogna però "ridurre i costi fissi". Come? Dismettendo l'attività produttiva: "Una joint venture con la Panalight (ndr. azienda del settore mezzi tecnici televisivi) - riporta il piano alla voce Azioni concrete - che comporterà il conferimento del ramo d'azienda mezzi tecnici di ripresa". E via 6 lavoratori; "il conferimento del ramo d'azienda scenografie in Cinecittà Allestimenti e Tematizzazioni (ndr. neonata società, anch'essa controllata dal gruppo IEG)": 52 artigiani delle scenografie saranno messi a disposizione del premio Oscar Dante Ferretti, chiamato per ideare e architettare le attrazioni di Cinecittà World; ci si sbarazzerà anche dell'intero comparto della post-produzione (la Cinecittà Digital Factory).

Per la IEG il cinema sembra non essere più un settore proficuo. Insomma, meglio cimentarsi in altro. Crisi anche nella settima arte? Non proprio. Certo ci sono i tagli al Fus (32 milioni di euro in meno rispetto al 2010), ma il cinema italiano, come dimostra il rapporto "Il Mercato e l'Industria del Cinema in Italia" presentato pochi giorni fa, regge bene: "sono 155 i titoli italiani prodotti nel 2011. La migliore performance più recente del cinema nazionale, seconda soltanto ai successi del 1960". Di questi 155 film, però, solo sette sono stati girati a Cinecittà. Fare un film lì non conviene: costa molto di più e la struttura cade quasi a pezzi. Si preferisce così puntare su altre regioni, come il Piemonte, la Puglia, la Sicilia (se non addirittura all'estero). Cinema romano e cinema italiano, dunque, non sono più sinonimi. "Negli ultimi anni - dice Alberto Manzini, segretario generale Sic-Cgil - a Cinecittà si fanno, quasi esclusivamente, reality come Grande Fratello, i programmi tv di Maria De Filippi e, di tanto intanto, qualche fiction".

I 90 lavoratori verranno affittati alla multinazionale statunitense Deluxe. Nessuna collocazione invece per altri 18 "che, nell'ipotesi inizialmente prospettata dalla società, avrebbero potuto essere integrati nel conferimento del ramo d'azienda, ipotesi purtroppo resa impossibile stante l'indisponibilità delle OO.SS". Colpa dei sindacati insomma, "i peggiori nemici di Cinecittà", come li definì qualche tempo fa Luigi Abete.

"Svuotarla per poi seppellirla sotto una colata di cemento di quasi mezzo milione di metri cubi. E' così che Abete e i suoi amici intendono valorizzare Cinecittà? - si domandano le maestranze -. E che ne è di quell'accordo del '97, secondo cui la gestione di Cinecittà veniva privatizzata ma con l'obbligo per chi la prendeva in affidamento (ndr. la IEG di Abete e soci) di continuare a fare film?"

Sulla questione il Mibac non può intervenire. Così ha lasciato intendere il ministro Lorenzo Ornaghi, in risposta all'interrogazione presentata dai senatori Pd, Della Seta e Ferrante - per i due parlamentari, "trasformare questo gioiello della culturale italiana in un resort ed esternalizzare gran parte dei servizi vorrebbe dire cancellarne la vocazione" -. "Rispetto all'operatività dell'azienda di Abete, che in quanto società privata obbedisce alle logiche o interessi di mercato e di concorrenza in un settore produttivo, il Ministero - chiarisce Ornaghi - non può svolgere interventi di tipo dirigistico". Al titolare del Mibac, poi, non sembra dispiacere affatto il piano di cementificazione: "un progetto ambizioso, di ampio respiro, che ha avuto un primo avallo da parte di chi mi ha preceduto, che io intendo considerare meglio".

L'incubo di vedere sparire per sempre quel mondo, ribattezzato fabbrica dei sogni, e nascere un altro "dove la finzione del cinema diventa realtà" si avvicina, dunque, sempre più.

(di Gabriele Paglino) il Fatto Quotidiano

postato da: SteveRogers  


locandina Lazio ti porta al cinemaCinema e Teatro: La Regione Lazio ti porta al cinema Cinema scontato e biglietti omaggio
letture: 1972
03 ottobre 2018 di simonilla
 Cinema e Teatro: I racconti di Bronx Film alla Casa del Cinema Rassegna di documentari e cortometraggi
letture: 1355
10 gennaio 2017 di accordieDISACCORDI
Cinema e Teatro: Chi è Stefano Simondo? Un personaggio in cerca d'autore...
letture: 1812
01 settembre 2016 di matoo
 Cinema e Teatro: Stefano Simondo intervista Tg3 Rai Regione L'attore Romano d'adozione su Rai Basilicata parla del film sulla tragedia di Balvano (Potenza)
letture: 1676
03 gennaio 2016 di matoo
Locandina dello spettacolo ChocolatCinema e Teatro: La Compagnia Teatrale dell'ITS Bianchini di Terracina mette in scena CHOCOLAT Il 3 di Giugno alle ore 20,30 presso l'Aula Magna del Liceo Scientifico L. Da Vinci di Terracina
letture: 3850
24 maggio 2015 di philleas
Cinema e Teatro: SENZA SIPARIO IL MALATO IMMAGINARIO al Teatro Remigio Paone Formia 20 Dicembre ore 20:30 21 Dicembre ore 18:00
letture: 3521
18 dicembre 2014 di Teatro Bertolt Brecht
Cinema e Teatro: 10 E LODE: Il teatro per le scuole "Santa Claus e la maledizione del Faraone" 4 dicembre 2014 Teatro Ariston, Gaeta
letture: 3534
02 dicembre 2014 di Teatro Bertolt Brecht
Cinema e Teatro: Stagione senza sipario: In fondo agli occhi 15 Novembre ore 20:30 16 Novembre ore 18:00 Teatro Remigio Paone, Formia
letture: 3721
13 novembre 2014 di Teatro Bertolt Brecht
De Sica leggenda del Neorealismo. L'artista che reinventò il cinemaCinema e Teatro: De Sica leggenda del Neorealismo. L'artista che reinventò il cinema Ricordo del regista a 40 anni dalla morte
letture: 3028
13 novembre 2014 di TF Press
Il brindisi di Leo DiCaprio nel film Cinema e Teatro: Il "Bloody Mary" compie 80 anni. Segnò la fine del probizionismo New York festeggia la bevanda ispirata alla feroce Maria Tudor. Il primo brindisi fu al King Cile Bar dell'hotel Saint Regis. Poi il boom nei ristori jazz club
letture: 2911
13 ottobre 2014 di TF Press








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Polizia
Retata al tribunale: arrestati magistrato, cancelliere, sottufficiale Gdf, tre commercialisti (1)
letture: 3248
20 marzo 2015
Luis Miguel Chiasso, il carabiniere trovato morto in caserma a Roma
Carabiniere si spara in caserma: «Lavoro per i Servizi. Vogliono chiudermi la bocca»
letture: 4620
26 novembre 2014
Massoneria, libro shock del gran maestro Magaldi
Massoneria, libro shock del gran maestro Magaldi: "Ecco i potenti nelle logge"
letture: 3519
19 novembre 2014
Ebola: ospedale Dallas, morto paziente 'zero'
Ebola spaventa il mondo, 6 casi sospetti in Spagna
letture: 3757
09 ottobre 2014
Giorgio Napolitano
Trattativa Stato-mafia, la Corte: "Napolitano deve testimoniare in aula"
letture: 3624
25 settembre 2014
Beppe Grillo
Lavoro, Grillo: "L'art.18 non si tocca. L'Europa può andarsene a fanculo" (1)
letture: 3432
25 settembre 2014
Berlusconi-Renzi
Corriere: "Il patto del Nazareno odora di massoneria. Renzi pubblichi contenuto" (1)
letture: 3437
24 settembre 2014
Rifiuti tossici, il pentito Vassallo: Pagavamo tutti, mai avuto un controllo
Rifiuti tossici, il pentito Vassallo: "Pagavamo tutti, mai avuto un controllo"
letture: 3944
23 settembre 2014
Dalle cozze la supercolla che resiste all'acqua
Dalle cozze la supercolla che resiste all'acqua
letture: 3715
22 settembre 2014
Denis Verdini
Roma, indagine su compravendita: Verdini a giudizio. Lui: 'Solo finanziamento illecito' (6)
letture: 3671
22 settembre 2014