Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 08/11 al 06/01 Roma: Corrado Cagli in mostra a Roma
letture: 1695
dal 13/11 al 19/11 Spettacoli e Cultura: Padiglione Europa
letture: 1253
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 5015
24/11 Formia: Le Vie di Bacco 2019
letture: 529
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.602
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
lunedì
18
novembre
S. Calvo V.
Compleanno di:
sex cris181175
sex exploenz
sex tittirillina
sex vincenzocalv...
dw

Home » News » Webzine » Storia del territorio » Il brigantaggio: Antonio Gaspa...
domenica 02 novembre 2003
Il brigantaggio: Antonio Gasparoni
letture: 7097
Storia del territorio: Originario di Sonnino, Antonio Gasparoni, o Gasberoni , o Gasperone (1793/1875?) viene acor oggi ricordato come il più romantico e generoso dei briganti del Lazio.
Di statura alta, corporatura snella, viso ovale, bocca, mento e naso regolare, poco vaiolato, barba nascente color castagno, capelli simili legati a codino, avente alle orecchie gli orecchini d'oro a navicella, vestito con pezze e cioce, calzoni curti, corpetto e giacchetta di velluto blu, cappello di feltro negro tondo a cuppolone: così un cronista dell'epoca descrive nel 1818 il giovane Gasparoni, il quale, rimasto orfano fin dalla più tenera età, si era unito ai fuorilegge dopo aver ucciso a pugnalate il fratello di una bella contadina di cui si era innamorato.
La banda che Antonio si trovò ben presto a comandare agiva prevalentemente nel Lazio meridionale, effettuando sequestri di ricchi signori o addirittura di religiosi, previe clamorose irruzioni armate nei conventi locali.
La banda Gasparoni, organizzata secondo le norme di una perfetta guerriglia, conosceva nei minimi particolari il proprio territorio, e riuscì a sfuggire innumerevoli volte alla cattura da parte delle autorità poliziesche: in breve, la sua attività divenne parte del folklore locale, tanto che si diffuse tra i signori eccentrici l'abitudine di trascorrere avventurose vacanze in compagnia dei briganti.

Di fatto Gasparoni, fuorilegge galantuomo che non disdegnava di ordinare una raffinata camicia, offrire da bere a tutti gli avventori di un locale o aiutare un contadino nelle proprie vicissitudini amorose, era l'idolo delle masse popolari, e lo rimase sempre, nonostante gli innumerevoli tentativi delle autorità pontificie di gettare il discredito sulla sua figura.

Ferito più volte dalla forza armata, il brigante venne infatti ogni volta prontamente ospitato e curato dai contadini, per quanto allora i medicamenti fossero molto rudimentali e consistessero nel ricoprire la piaga di carote affettate dopo averla accuratamente lavata con olio e vino.

Il governatore di Pisterzo, nemico del popolo, fu ucciso a colpi d'arma da fuoco dalla banda Gasparoni durante il giorno dell'Ascensione: l'esecuzione avvenne, clamorosamente, all'interno di una chiesa dove si celebrava la messa; ancor più clamorosamente, non solo i presenti n'ebbero, si narra, somma gioia, ma lo stesso arciprete, dopo aver pregato per l'anima della vittima, invitò i briganti a mangiare con lui nel presbiterio. La guardia campestre posta all'interno della chiesa, non essendosi voluta rendere a propria volta latitante, fu invece giustiziata dalle autorità pontificie in quanto ritenuta complice dei feroci banditi.

Paradossalmente, di Gasparoni e dei suoi oggi conosciamo vita, morte e miracoli proprio a causa del tranello di un "birbo traditore" che li fece arrestare tutti: i briganti, rinchiusi in un primo momento a Castel S. Angelo, una volta appreso che avrebbero dovuto trascorrere la maggior parte della loro esistenza in prigione, iniziarono infatti la compilazione di una preziosissima memoria, il cui valore, dal punto di vista storico, è oggi inestimabile. Quasi tutta la banda morì nelle prigioni di Roma, Civitavecchia, Spoleto e Civitacastellana: tra i pochi superstiti, l'ottantenne Gasparoni, che venne scarcerato nel 1870 in seguito a una supplica di Vittorio Emanuele II.

Fu così che il leggendario fuorilegge, simbolo della lotta contro le ingiustizie, finì a passare il proprio tempo facendo la calza in quel di Trastevere, dove viveva. Morì alcuni anni dopo ad Abbiategrasso, in una sorta di esilio.

(nella foto una incisione d'epoca raffigurante la resa del brigante Gasparoni)


di: Simone Lucciola


l'opera di VivianiStoria del territorio: La fontana di Rialto Piccolo inserto di storia formiana (11)
letture: 4867
20 novembre 2018 di Renato Marchese
Storia del territorio: La Via Appia: una grande strada concepita, costruita e sviluppata come una moderna autostrada Studio propedeutico alla ricerca di strade romane e preromane nel basso Lazio tra Terracina e il fiume Liri (1)
letture: 2789
11 agosto 2018 di Agostino Di Mille
Storia del territorio: Morte di Cicerone ad opera dei sicari di Marco Antonio nei pressi di Monte di Conca a Gaeta. Recensione di un opuscolo di Erasmo Valente. (1)
letture: 4090
18 marzo 2018 di Agostino Di Mille
In testata: sopra, coppa attica a figure nere del VI secolo a.C. decorata con una scena di pirateria. Una nave lunga si contrappone ad una nave commerciale.
Sotto, vaso decorato con navi greche.Storia del territorio: Le fortezze rivierasche e marittime nel territorio degli Ausoni: Formia, Terracina e Capo Circeo
letture: 2075
07 ottobre 2017 di Agostino Di Mille
Storia del territorio: L'altra storia del Risorgimento. La strage di Gaeta del 5 febbraio 1860
letture: 2035
18 settembre 2017 di TF Press
Storia del territorio: La posizione di Amyclae secondo la tradizione
letture: 1909
11 settembre 2017 di Agostino Di Mille
L'immagine più antica di Gaeta: quadro 24 della colonna istoriata conservata presso la Cattedrale di Gaeta.Storia del territorio: Gaeta con le sue torri la Manhattan del medioevo (1)
letture: 2569
20 agosto 2017 di Agostino Di Mille
Storia del territorio: "Pianara", una antica città che da voce alla leggendaria Amyclae e al territorio.
letture: 2301
11 agosto 2017 di Agostino Di Mille
Storia del territorio: Probabili siti fortificati delle antiche città di Ausonia e Vescia
letture: 2693
16 aprile 2017 di Agostino Di Mille
Storia del territorio: Luoghi sacri e templi di divinità arcaiche nel territorio degli Ausoni/Aurunci (1)
letture: 3181
16 maggio 2016 di Agostino Di Mille








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News correlate:
img
Il brigantaggio: La repressione papale (4)
letture: 4064
30 ottobre 2003
Il brigantaggio: Usi e costumi dei fuorilegge
letture: 5369
26 novembre 2018
Il brigantaggio: Alessandro Massaroni
letture: 6585
03 novembre 2003
Il brigantaggio: Domenico Tiburzi
letture: 4697
01 novembre 2003
Il brigantaggio: Fra Diàvolo
letture: 3211
09 novembre 2003

News dello stesso autore:
Il brigantaggio: Usi e costumi dei fuorilegge
letture: 5369
26 novembre 2018
Resti della villa di Mamurra a Gianola di Formia (foto di Diego Caruso)
Lucio Mamurra
letture: 6914
19 novembre 2018
Usi e costumi dei formiani all'epoca della fondazione della città
letture: 2987
12 novembre 2018
La fondazione di Formia ad opera degli Ausoni
letture: 2766
05 novembre 2018
Formia tra storia e leggenda
letture: 10868
18 agosto 2018
Amerigo Verardi
Amerigo Verardi e Doncas dal vivo al Portanova Club di Itri
letture: 2528
14 dicembre 2011
Retrospettiva di Italo De Simone (12)
letture: 4852
11 ottobre 2010
A portrait of Lello Franzini (12)
letture: 4220
21 luglio 2009
È USCITO ORA LAMETTE 3!!!! ABBIATELO!
letture: 2768
07 maggio 2005
Fortunato Assaiante ­ La luna sporca (Helicon, 2004)
letture: 2935
15 luglio 2004