Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 13/06 al 22/09 Pomezia: Arriva l'Estate 2019: Pomezia e Torvaianica in Festival
letture: 10233
dal 05/07 al 21/09 Formia: Siria, l'amore vince ogni paura
letture: 7862
18/10 Roma: Il Senato della Repubblica ospita il Premio Mondiale "Tulliola Renato Filippelli"
letture: 7773
18/10 Gaeta: L'ultimo buncker
letture: 2247
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.589
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
venerdì
20
settembre
S. Candida
Compleanno di:
sex Bobo85
sex DrCarla
sex tugi
nel 1946: La prima emittente televisiva a pubblicizzare un film è la WNBT.TV di New York. Il film è "The Jolston story", racconta la storia di un popolare cantante americano.
nel 1988: A Seul, Vincenzo Maenza ripete il trionfo di Los Angeles 84: è campione olimpico nella lotta, categoria 48 kg.
dw

Home » News » Webzine » Diritto e Giustizia » Cosentino va arrestato
domenica 31 gennaio 2010
Cosentino va arrestato
La Cassazione ha rigettato il ricorso contro l'ordinanza di cattura verso l'esponente del Pdl. E il Tg1 censura
letture: 2309
Diritto e Giustizia: Nicola Cosentino, se fosse un cittadino normale, domani mattina dovrebbe presentarsi ai carabinieri per farsi accompagnare in carcere.

Lo ha stabilito la Cassazione rigettando il ricorso contro l'ordinanza di cattura nei suoi confronti presentato dai legali del sottosegretario all'economia.
Ora sono 8 i magistrati che concordano nel voler tenere dietro le sbarre l'uomo al quale il presidente del consiglio Silvio Berlusconi ha conferito le deleghe per il Comitato Interministeriale Programmazione economica e per le frequenze radio-tv.

I pm napoletani Giuseppe Narducci e Alessandro Milita, il gip Raffaele Piccirillo, e ora anche i cinque ermellini di lunga esperienza che compongono la prima sezione della Corte di Cassazione concordano nel volere arrestare questo 51enne che mastica pane e politica dal 1978, quando fu eletto consigliere a Casale di Principe.
Alla luce della decisione della Cassazione vale la pena di rileggere gli ultimi due paragrafi dell'ordinanza confermata ieri (ma bloccata nella sua esecuzione il 10 dicembre scorso dalla Camera con il diniego dell'autorizzazione a procedere).

In poche pagine il gip Raffaele Piccirillo, con una chiarezza rara nei documenti giudiziari, elenca gli elementi a carico e, tra parentesi, i nomi dei pentiti che li hanno riferiti. Le "convergenze" del loro racconto sono "significative" su questi fatti:



"a) il sostegno offerto dal clan dei Casalesi a Nicola Cosentino in occasione delle elezioni provinciali casertane del 1990 (dichiarazioni dell'imprenditore dei rifiuti Gaetano Vassallo e del cugino del boss dei Casalesi, Nicola Schiavone detto Sandokan, Carmine Schiavone);

b) il sostegno offerto in occasione delle elezioni regionali dell'anno 1995 (tre pentiti: Dario De Simone, Raffaele Ferrara e Domenico Frascogna);

c) il sostegno nelle elezioni politiche del 2001 (ancora Gaetano Vassallo e il suo socio in affari Michele Orsi);

d) la disponibilità esplicitata da Cosentino verso i supporters elettorali di estrazione camorrista (Gaetano Vassallo, Dario De Simone, Domenico Frascogna);

e) il rapporto di protezione e confidenza con il boss Francesco Bidognetti, detto Cicciotto 'e mezzanotte, e con il cugino Bernardo Cirillo (dichiarazioni di Gaetano Vassallo, Anna Carrino, Domenico Bidognetti);

f) il sistema di individuazione dall'alto del candidato da sostenere e la diramazione del messaggio ai capizona (dichiarazioni di Domenico Bidognetti, Dario De Simone, Raffaele Ferrara, Domenico Frascogna)".


In sostanza, secondo il gip e la Cassazione che ne ha confermato il provvedimento, "è provato - al livello di gravità indiziaria richiesto per l'arresto - lo scambio 'voti contro favori'" tra i clan e il sottosegretario.

Secondo i giudici, Nicola Cosentino ha stabilito dal 1990 un rapporto con il boss del clan Bidognetti, Francesco, detto Cicciotto ' e mezzanotte, ricevendo i voti dei clan in almeno tre elezioni, in cambio del suo aiuto per favorire i loro affari. La carica politica per i giudici, non esclude la pericolosità. Anzi. Cosentino "risulta essere stato sostenuto dall'organizzazione criminale" in troppe elezioni per non pensare a un "debito di gratitudine".

Ora che la massima magistratura ha dato ragione ai pm, Cosentino e Berlusconi, dovrebbero prenderne atto con le immediate dimissioni. Invece il Pdl non ha battuto ciglio. E, a parte l'eccezione di un paio di parlamentari più sensibili come Laura Garavini del Pd o Luigi Li Gotti dell'Idv, l'opposizione è stata tiepida.

Eppure per i giudici napoletani e della Cassazione, il problema è concreto e urgente: Cosentino deve andare in carcere perché "è un politico di caratura medio-alta in costante ascesa che controlla molte delle amministrazioni comunali che (in materia di rifiuti, ndr) conferiscono alla società mista gli affidamenti diretti" e che - secondo i giudici - agli affari dei clan - "ha prestato il proprio contributo".

Il problema è talmente attuale che da poco la procura ha presentato una seconda richiesta di arresto, rigettata però dal gip, per corruzione, sempre nel settore rifiuti. A ben vedere, le motivazioni della richiesta di arresto da parte dei magistrati sono le stesse della grande gratitudine del premier che continua a coprire il suo uomo in Campania: Cosentino è stato l'interfaccia tra la malapolitica e i clan nella gestione del problema rifiuti.

Il premier lo premia con il suo appoggio incondizionato perché ricorda con gratitudine le immagini di Napoli liberata dai rifiuti.
I pm lo vogliono in carcere perché pensano di avere scoperto cosa si nasconde dietro le quinte di quel successo mediatico. Sulla sentenza della Cassazione, da segnalare l'ennesimo censura del Tg1 di Minzolini.

Da il Fatto Quotidiano del 29 gennaio

di: Giorgio Libralato


 Diritto e Giustizia: Prescrizione. Manlio Cerroni e la malafede dei giornalisti. Un indagato/imputato prescritto non è un colpevole salvato, ma un soggetto, forse innocente, NON GIUDICABILE, quindi, NON GIUDICATO!!!
letture: 1251
10 novembre 2018 di CONTROMAFIE
I poveri abbandonatiDiritto e Giustizia: Giornata mondiale della povertà L'attenzione agli ultimi
letture: 1547
13 giugno 2017 di marcellino
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Sito specifico dedicato al processo telematico https://avvfrancescofuscofondiitalia.wordpress.com/
letture: 1240
19 dicembre 2016 di Francesco Fusco
La morte di un ordine voluta da Papa FrancescoDiritto e Giustizia: Padre Manelli: archiviate le accuse contro il fondatore dei Francescani dell'Immacolata
letture: 1896
22 novembre 2016 di sweda
In questo modo, il pignorato non tornerà mai in possesso del proprio appartamentoDiritto e Giustizia: Agli immigrati le case pignorate
letture: 1378
29 ottobre 2016 di marinta
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico francesco fusco
letture: 1213
23 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Polizze assicurative responsabilita' civile e infortuni avvocato
letture: 1394
12 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è ... telematicoDiritto e Giustizia: Nuovo codice dell'amministrazione digitale in G.U. del 13/09/16, n. 214
letture: 1379
14 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fusco 01/09/16Diritto e Giustizia: Modifiche al processo amministrativo telematico
letture: 1605
01 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fuscoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico http://www.pergliavvocati.it/forum/viewtopic.php?f=2&t=239
letture: 1465
23 agosto 2016 di Francesco Fusco








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
pericolo rifiuti radioattivi
Discarica Borgo Montello Latina infrazione europea conferimento tal quale
letture: 2628
16 settembre 2012
Festa del clima e del lavoro globale - global work party
letture: 2695
09 ottobre 2010
Incontro su nucleare e incidente Chernobyl con professor Bandazhevsky
letture: 3057
08 settembre 2010
Contro le centrali nucleari e per l'indipendenza dell'OMS, da Chernobyl
letture: 2629
07 luglio 2010
Come si vive in uno stato dove non c'è libertà di informazione? (1)
letture: 2738
05 giugno 2010
Incontro sulle centrali energetiche
letture: 3198
05 giugno 2010
Io supporto il Fatto Quotidiano di Marco Travaglio
letture: 2774
05 giugno 2010
Manifestazione unitaria contro gli impianti nocivi
letture: 3265
29 maggio 2010
Turbogas Pontinia udienza 4 giugno al consiglio di stato
letture: 3133
29 maggio 2010
Pontinia, Fontana di Muro, Gricilli e l'atlante delle sorgenti della provincia di Latina
letture: 3546
29 maggio 2010