Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.636
visitatori:406
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
martedì
21
settembre
S. Matteo Ap.
Compleanno di:
sex BiVi
sex deregibus
sex Emilio
sex gaiardo
sex lordByron
sex toto78
nel 1903: Viene proiettato il primo film western. La pellicola si intitola "Kit Carson".
nel 1958: Nel Milan esordisce in serie A Josè Altafini, in quel campionato segnerà 28 reti vincendo subito lo scudetto.
dw

Home » News » Webzine » Il tribunale chiede di indagar...
venerdì 08 gennaio 2010
Il tribunale chiede di indagare su Di Pietro
resistere, resistere, resistere!!!
letture: 3217
Webzine: Antonio Di Pietro spa, nuova puntata. Sulla controversa gestione dei soldi pubblici da parte dell'ex pm di Mani Pulite, attraverso non si capisce bene quale soggetto - se la sua «associazione di famiglia» Italia dei Valori e/o il suo omonimo «movimento-partito» Italia dei Valori - il presidente del tribunale di Milano Livia Pomodoro ha attivato quella stessa procura in cui il Tonino nazionale un tempo giocava a tutto campo. La palla è passata così al pm Eugenio Fusco, che da mesi la sta trattenendo senza sapere bene cosa fare delle nuove circostanziate denunce di Veltri (nel 2004 alleato insieme a Occhetto per le Europee in una lista con Di Pietro, a cui ancora chiedono la loro parte di rimborsi elettorali). Il magistrato è indeciso se continuare a tenere la pratica scottante ricevuta dal presidente Pomodoro a «modello 45» (ovvero nel calderone delle notitiae criminis completamente infondate) oppure iscrivere il tutto a «modello 21», a «carico di noti».
Una differenza non da poco: nel primo caso il pm può infatti decidere di archiviare direttamente la pratica e di far morire seduta stante il procedimento senza che le parti possano metterci becco; nel secondo, deve optare invece per una richiesta di archiviazione su cui dovrà pronunciarsi un gip e su cui le parti potranno eventualmente avanzare opposizione.

Nonostante l'iniziativa del presidente del tribunale (che se avesse reputato l'atto totalmente infondato nemmeno l'avrebbe trasmesso alla procura) il fascicolo Veltri-Di Pietro ancora galleggia a «modello 45», appunto tra le notizie prive di qualsiasi fondamento. Il pm Fusco si è preso altro tempo e la cosa sorprende non poco Elio Veltri (leggere l'intervista sotto). L'avvocato di Veltri, Luigi Gianzi, è altrettanto perplesso: «Confermo che la pratica è ancora a modello 45. A prescindere da tutte le valutazioni sulla fondatezza in diritto e in fatto, anche da una lettura ictu oculi delle carte, come minimo meriterebbe una iscrizione a modello 21. Sostenere che determinate notizie di reato, che il presidente Pomodoro ha ritenuto meritevoli di un approfondimento da parte della procura, siano ritenute affatto meritevoli di approfondimento dalla stessa procura, beh... ce ne passa».

L'iniziativa del presidente del tribunale di Milano nasce da un ricorso rivolto al tribunale civile di Milano per chiedere la nomina di un liquidatore dell'«associazione Italia dei Valori» in quanto soggetto giuridico non legittimato a percepire i milioni di euro di fondi elettorali destinati ai «partiti», e non certo alle «associazioni di famiglia» come sembrerebbe essere quella di Di Pietro. Con l'ordinanza del 23 luglio 2008, il tribunale di Roma aveva constatato che esistono due soggetti distinti, aventi organi diversi, e quindi ognuno una propria autonomia: ovvero l'«associazione» Italia dei Valori (costituita da Di Pietro, dalla moglie e dalla fiduciaria, onorevole Mura) e il «movimento politico» vero e proprio. L'Associazione di famiglia si era presentata in giudizio affermando di essere il partito e in tale modo sostituendosi ad esso. Condotta di per sé strana e discutibile.
Leggendo gli atti, il presidente del tribunale si è convinto a trasmetterli alla procura dopo aver preso atto degli esiti delle ulteriori iniziative degli ex alleati di Di Pietro, come i controlli effettuati presso le corti di appello e il Viminale per capire quale soggetto, di volta in volta, effettivamente percepisse rimborsi elettorali. Controlli che a detta di Veltri avrebbero dimostrato lo schermo fittizio «con cui l'associazione familiare Idv - si legge nella memoria depositata - si sia potuta facilmente sostituire, nella richiesta e gestione dei fondi elettorali, attraverso proprie auto dichiarazioni non rispondenti al vero, al Movimento politico Idv, in modo che i fondi elettorali affluissero direttamente sul conto corrente intestato alla stessa associazione (nell'esclusiva disponibilità dei tre soci) e non invece al movimento politico che mai ha potuto esercitare alcuna ingerenza tanto che non risulta aver mai richiesto un codice fiscale. Se sono vere tali premesse, il movimento politico non ha mai richiesto e percepito fondi elettorali, tanto che non risulta aver mai richiesto un codice fiscale», tutto essendo rimesso al buon cuore e all'arbitrio dell'associazione.
Proprio per interrompere ciò che ai ricorrenti pare una evidente gestione «privata» e «personale» dei fondi pubblici, il 10 luglio scorso sul tavolo del presidente del tribunale viene recapitata la richiesta di nomina immediata di un liquidatore. E proprio in merito a questo meccanismo di condotte di sostituzione di un soggetto (l'associazione dei tre soci) con l'altro (movimento politico) nella richiesta e gestione dei fondi pubblici elettorali, il presidente Pomodoro ha ritenuto di trasmettere gli atti al procuratore capo. E ciò nella premessa, rimarcata da Veltri, che un soggetto diverso da un partito o da un movimento politico non possa avere in alcun modo titolo a richiedere in sostituzione e al posto di essi, questi fondi.

Nel frattempo (il primo dicembre 2009) Antonio Di Pietro è corso a sottoscrivere l'ennesimo atto notarile, l'ennesima rincorsa per tentare di dimostrare che nulla di illecito è stato commesso, e che l'associazione e il movimento-partito sono la stessa, identica, cosa. Come Di Pietro scrisse a Vittorio Feltri quand'era direttore del quotidiano Libero.
fonte: Il Giornale   postato da: Spillo  


Bando Regione LazioScienza e Tecnologia: Game for Tourism, al via il bando Valorizzare il territorio del Lazio attraverso un videogame, c'è tempo fino al 30 settembre
letture: 577
15 settembre 2021 di simonilla
Webzine: Champions al via! Dove arriveranno le italiane?
letture: 951
14 settembre 2021 di TF Press
Susanna Celsi con il suo cane Webzine: Amami come se fossi tuo, giornata mondiale del cane
letture: 2616
26 agosto 2021 di simonilla
Scriviamo! Quelle parole che non abbiamo mai avuto il coraggio o la gioia di rivelare...Narrativa e Poesia: Le parole che non ti ho detto III edizione 2021 curata da deComporre Edizioni (1)
letture: 6917
11 maggio 2021 di Sandra Cervone
CarabinieriCronaca: Notizie di Cronaca
letture: 6584
08 maggio 2021 di simonilla
Le organizzazioni turistiche laziali incontrano il Ministro GaravagliaWebzine: Le organizzazioni turistiche laziali incontrano il Ministro Garavaglia
letture: 5514
22 aprile 2021 di simonilla
La copertinaNarrativa e Poesia: Fogli di un diario le poesie di Paolo Tabarro (recensione di Eleonora Mazzotti)
letture: 5532
19 aprile 2021 di Sandra Cervone
FranceschiniWebzine: Unità d'Italia, Franceschini: cultura motore della ripartenza
letture: 3295
17 marzo 2021 di simonilla
Alessandro SallustiEditoriale: Scienziati e pm indaghino. Ma in guerra si combatte Sei casi, su alcuni milioni, di effetti collaterali gravi in persone vaccinate con AstraZeneca...
letture: 3134
16 marzo 2021 di Emiliano Ziroli
Istituto di ORTOFONOLOGIASalute e Benessere: ROMA, SALUTE. L'AUTISMO NON È SOLO NUMERI MA FAMIGLIE E OPERATORI, IDO: DOVEROSO INFORMARLI 13 MARZO QUARTO CORSO CON FOCUS SU TRATTAMENTI RIABILITAZIONE
letture: 3257
11 marzo 2021 di descartes








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Via Lavanga angolo Piazza Santa Teresa
Questa foto... (5)
letture: 2324
17 agosto 2010
Miracolo a Formia!!!!! (28)
letture: 4091
12 marzo 2010
Asfalto elettorale (1)
letture: 2237
07 marzo 2010
Berta
Incredibile ma vero!!! (18)
letture: 4646
14 febbraio 2010
Birbone di un barbone borbone! (6)
letture: 3470
29 gennaio 2010
Fine Trasmissioni
Bollettini e lettere «minatorie»
letture: 3136
14 gennaio 2010
Il tribunale chiede di indagare su Di Pietro (2)
letture: 3218
08 gennaio 2010
Buon Natale (soprattutto a chi non ci crede). (4)
letture: 3099
24 dicembre 2009
Una lettera diretta al figlio Giulio in crisi
letture: 3354
22 dicembre 2009
"Non ha ucciso lui Chiara Poggi" (1)
letture: 4018
17 dicembre 2009


Commenti: 2

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2021 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2021 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it