Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 15158
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 7935
dal 08/02 al 01/03 Itri: Ad Itri torna Sipario d'Autore Rassegna d'Arte e Spettacolo.
letture: 3409
dal 26/02 al 01/11 Sermoneta: Giardino di Ninfa, via alle prenotazioni online
letture: 42
29/02 Formia: Lettere di Rainer Maria Rilke e Lou Andreas-Salomé
letture: 902
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.614
visitatori:110
utenti:1
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
mercoledì
26
febbraio
S. Arnoldo
Compleanno di:
sex Bavarese
sex billo07
sex corvodigomma
sex frank73
sex moikano
sex rossella26en...
sex tobia
nel 1938: La prima nave per passeggeri viene equipaggiata di radar.
nel 1952: Il primo ministro inglese Winston Churchill annuncia che la Gran Bretagna ha la propria bomba atomica.
dw

Home » News » Webzine » Diritto e Giustizia » Non è reato occupare la casa I...
domenica 16 agosto 2009
Non è reato occupare la casa Iacp morto l'inquilino
letture: 2759
Diritto e Giustizia: Non è reato occupare la casa nella quale si è stati ospiti per molto tempo anche dopo la morte dell'inquilino. Lo ha stabilito la Seconda Sezione Penale della Corte di Cassazione che ha annullato una sentenza della Corte di Appello di Napoli che aveva condannato per il reato di invasione di edifici un uomo che era subentrato in un immobile IACP (Istituto Autonomo Case Popolari) dopo la morte dell'assegnataria.
L'uomo, infatti, era ospite da diverso tempo nella casa dello IACP della quale era assegnataria una signora e, alla morte di quest'ultima, non aveva rilasciato l'immobile e per questo era stato condannato, sia in primo grado dal Tribunale di Napoli che in secondo grado dalla Corte di Appello per il reato di invasione di edifici, in quanto considerato a tutti gli effetti un abusivo. Contro la sentenza di appello l'imputato aveva proposto ricorso in Cassazione, sostenendo che i giudici di merito non avessero tenuto conto del fatto che gli eredi della signora si erano impegnati a stipulare l'atto di trasferimento non appena avessero stipulato con lo IACP il relativo atto di acquisto. L'ospite aveva infatti firmato già dal 1980 un contratto con i figli della signora assegnataria dell'immobile nel quale si impegnava ad acquistare l'appartamento non appena l'Istituto autonomo case popolari lo avesse messo in vendita, dimostrando in tal modo la sua buona fede e la sua intenzione di divenire legittimamente titolare del diritto di abitazione.
La Suprema Corte, accogliendo il ricorso ed annullando la condanna perché "il fatto non sussiste", ha stabilito che non commette reato - ma al massimo un illecito amministrativo o civile - l'ospite di un assegnatario di appartamento IACP che continui ad abitare nella casa, pagando il canone, anche dopo la morte della persona alla quale l'immobile era stato assegnato.
Nella motivazione della sentenza, la Cassazione ha spiegato che "non integra il delitto dì invasione di terreni o edifici di cui all'art. 633 del codice penale, la condotta di chi abbia continuato ad abitare in un appartamento dello IACP, dopo la morte della vedova assegnataria dello stesso, che lo aveva ospitato, continuando a versare il canone locativo, non rilevando la insussistenza delle condizioni richieste per l'assegnazione dell'alloggio, circostanza che può valere a fini amministrativi o civilistici, ma che non rileva sotto il profilo penalistico sia per l'assenza del dolo specifico che per la mancanza dell'elemento materiale rappresentato dalla necessaria arbitraria invasione dell'immobile".
In buona sostanza, se un ospite di lunga data di un alloggio dell'edilizia popolare continua ad abitare nell'immobile anche dopo la morte dell'inquilina assegnataria pagando il canone, il fatto che egli non abbia i requisiti di legge per l'assegnazione può avere importanza ai fini amministrativi o civilistici (può essere richiesto il rilascio dell'immobile al giudice civile) ma non ha alcuna rilevanza penale, perché l'ospite che paga il canone per di più con il consenso degli eredi dell'assegnataria non può essere considerato un abusivo o, peggio, un invasore.(10 giugno 2009)

Suprema Corte di Cassazione, Sezione Seconda Penale, sentenza n.23576/2009

LA SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

SECONDA SEZIONE PENALE

ha pronunciato la seguente

SENTENZA

OSSERVA


La Corte di appello di Napoli, con sentenza del 20/4/2006, confermava la sentenza del Tribunale di Napoli in data 9/10/2005, appellata dall'imputato, riconosciuto colpevole dei reati di invasione di edificio, avendo continuato ad abitare in un appartamento dello IACP, dopo la morte della vedova assegnataria dello stesso, che lo aveva ospitato, sia pur versando il canone locativo e richiedendo all'istituto di riconoscerlo locatario, e, con le attenuanti generiche, condannato alla pena di euro 100 di multa.

Proponeva ricorso per cassazione l'imputato deducendo i seguenti motivi:

a) mancanze manifeste e illogicità della motivazione (articolo 606 c.p.p.), avendo la Corte elencato un complesso di elementi fattuali probatori dai quali è desumibile l'insussistenza della fattispecie oggettiva e dell'elemento oggettivo del reato ascritto, per poi giungere all'asserzione della sussistenza degli elementi costitutivi del reato di cui all'articolo 633 c.p. [1];
b) omessa valutazione di una prova decisiva costituita dal compromesso di vendita dell'appartamento intercorso tra l'imputato e gli eredi della signora Pugliso, con il quale questi ultimi si impegnavano a stipulare l'atto pubblico di trasferimento non appena avessero stipulato con lo IACP il relativo atto di acquisto; tale documento dimostrerebbe la buona fede del prevenuto nel possesso del bene fin dal 1980, nonché l'intenzione di acquisire legittimamente la qualità di titolare del diritto;
c) erronea applicazione della legge penale (art. 606, comma 1, lett. b) c.p.p.), in quanto la condotta posta in essere dal prevenuto potrebbe integrare solo l'illecito amministrativo di cui all'articolo 26, comma quattro, legge numero 513 del 1977, che sanziona l'occupazione di un alloggio di edilizia popolare senza le autorizzazioni necessarie.

2. Il ricorso è fondato.
La condotta tipica del reato di invasione di terreni o edifici consiste nell'introduzione dall'esterno in un fondo o in un immobile altrui di cui non si abbia il possesso o la detenzione : la norma di cui all'art. 633 cod. pen., infatti, non è posta a tutela di un diritto ma di una situazione di fatto tra il soggetto e la cosa, per cui tutte le volte in cui il soggetto sia entrato legittimamente in possesso del bene deve escludersi la sussistenza del reato. (Sez. 2, Sentenza n. 2337 del 01/12/2005 Ud. (dep. 19/01/2006 ) Rv. 233140)
Non integra il delitto dì invasione di terreni o edifici di cui all'art. 633 cod. pen., la condotta di chi abbia continuato ad abitare in un appartamento dello IACP, dopo la morte della vedova assegnataria dello stesso, che lo aveva ospitato, continuando a versare il canone locativo, non rilevando la insussistenza delle condizioni richieste per l'assegnazione dell'alloggio, circostanza che può valere a fini amministrativi o civilistici, ma che non rileva sotto il profilo penalistico sia per l'assenza del dolo specifico che per la mancanza dell'elemento materiale rappresentato dalla necessaria arbitraria invasione dell'immobile (cfr Sez. 2, Sentenza n. 43393 del 17/10/2003 Ud. (dep. 12/11/2003) Rv. 227653).
Gli ulteriori motivi di ricorso rimangono assorbiti dalla esclusione del reato contestato.
Va, quindi, annullata senza rinvio la sentenza impugnata perché il fatto non sussiste.

P.Q.M.


annulla senza rinvio la sentenza impugnata perché il fatto non sussiste.

DEPOSITATA IN CANCELLERIA L'8 GIUGNO 2009

di: Costantino D'Onorio De Meo


 Diritto e Giustizia: Prescrizione. Manlio Cerroni e la malafede dei giornalisti. Un indagato/imputato prescritto non è un colpevole salvato, ma un soggetto, forse innocente, NON GIUDICABILE, quindi, NON GIUDICATO!!!
letture: 1433
10 novembre 2018 di CONTROMAFIE
I poveri abbandonatiDiritto e Giustizia: Giornata mondiale della povertà L'attenzione agli ultimi
letture: 1694
13 giugno 2017 di marcellino
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Sito specifico dedicato al processo telematico https://avvfrancescofuscofondiitalia.wordpress.com/
letture: 1389
19 dicembre 2016 di Francesco Fusco
La morte di un ordine voluta da Papa FrancescoDiritto e Giustizia: Padre Manelli: archiviate le accuse contro il fondatore dei Francescani dell'Immacolata
letture: 2072
22 novembre 2016 di sweda
In questo modo, il pignorato non tornerà mai in possesso del proprio appartamentoDiritto e Giustizia: Agli immigrati le case pignorate
letture: 1547
29 ottobre 2016 di marinta
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico francesco fusco
letture: 1362
23 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Polizze assicurative responsabilita' civile e infortuni avvocato
letture: 1555
12 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è ... telematicoDiritto e Giustizia: Nuovo codice dell'amministrazione digitale in G.U. del 13/09/16, n. 214
letture: 1518
14 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fusco 01/09/16Diritto e Giustizia: Modifiche al processo amministrativo telematico
letture: 1759
01 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fuscoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico http://www.pergliavvocati.it/forum/viewtopic.php?f=2&t=239
letture: 1613
23 agosto 2016 di Francesco Fusco








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
.
Intercettazioni: Le regole matte della legge-bavaglio
letture: 2642
05 settembre 2010
.
Risarcimento del terzo trasportato e massimale (1)
letture: 2918
03 settembre 2010
.
Prescrizione Mills: "cosa" significa giuridicamente...
letture: 3256
01 settembre 2010
.
Il reato di diffamazione meriterebbe una modifica...
letture: 2701
30 agosto 2010
.
Portabilità del numero: la Corte di Giustizia Europea dice la sua
letture: 3304
21 agosto 2010
.
Codici, biliardo e tarocchi storia di un demolitore di miti
letture: 3668
19 agosto 2010
Prof. Franco Cordero
Le parole della nuova destra e l'arte dell'arrembaggio
letture: 3101
17 agosto 2010
.
Deontologia forense fai da te (2)
letture: 3465
16 agosto 2010
.
Solleciti per canone RAI già pagato
letture: 3394
15 agosto 2010
Il \
l Transito di Maria nella tradizione siro-occidentale
letture: 3395
15 agosto 2010