Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 08/11 al 06/01 Roma: Corrado Cagli in mostra a Roma
letture: 4384
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 7755
23/12 Formia: A Gianola sulle Orme di Pasquale Mattej (1)
letture: 1090
05/01 Itri: Ad Itri il prossimo 5 Gennaio Terza Edizione per Notte di Luci al Centro Storico.
letture: 1335
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 684
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.605
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
domenica
15
dicembre
S. Ceriano m.
Compleanno di:
sex bernard
sex Byronbay
sex chiccabella
nel 1964: Il primo satellite italiano ed europeo, il San Marco I, viene lanciato con il vettore Scout. Verrà utilizzato per studi sull'atmosfera.
dw

Home » News » Webzine » Diritto e Giustizia » Facciamo pulizia!
sabato 25 aprile 2009
Facciamo pulizia!
di Romolo Reboa*
letture: 1481
Chi ci difende dai difensori?
Chi ci difende dai difensori?
Diritto e Giustizia: Il foro o l'agorà erano i luoghi deputati alla politica forense, con dibattiti con risposte immediate de visu: ora la politica forense si fa sul web, tramite i siti e la posta elettronica, visto che non esistono reali punto di incontro per gli avvocati.
Si avvicinano le elezioni per il rinnovo della Cassa Forense e tutti i delegati uscenti sanno che l'elettorato chiederà loro conto dell'aumento del contributo soggettivo dal 10% al 14% e del fatto che è stata posticipata l'età pennsionabile e temono che qualcuno decida di portare nelle istituzioni una ventata di novità, presentando una lista di avvocati autorevoli, ma mai coinvolti in incarichi istituzionali in seno all'avvocatura, che potrebbe fare il pieno dei consensi.
Sui computers degli avvocati romani è giunta una lunga lettera aperta di un delegato uscente, che si è sostanzialmente reso conto che quanto scrivo da anni su questa testata è vero, cioè che la proletarizzazione dell'avvocatura attuata dall'art. 1 del D. Lgs. Lgt. 7.9.1944 n. 215 con la abrogazione "temporanea" dell'art. 19 della legge professionale del 1933 è stata una iattura per la professione.
Persino il pachidermico C.N.F., alcuni mesi fa, si era reso conto che oltre 210.000 avvocati, dei
quali solo poco più di 140.000 iscritti alla Cassa Forense, non solo rendono impossibile il funzionamento della giustizia, moltiplicando la litigiosità nella speranza di guadagnare una piccola parcella indispenzsabile per la loro sopravvivenza, ma costituiscono una realtà di disoccupazione o sottoccupazione che ha abbassato il livello qualitativo delle prestazioni professionali a danno del povero consumatore che, sperando di risparmiare, si trova spesso di fronte ad inappellabili condanne che trovano origine in una difesa approssimativa o incompetente.
E' evidente, perché conforme a criteri matematici, che l'aumento degli iscritti alla Cassa comporta un incremento degli oneri pensionistici futuri e che, se tale aumento di iscritti avvienga in presenza di un reddito imponibile medio inadeguato al ruolo che l'avvocato dovrebbe ricoprire nella società, la Cassa potrà sopravvivere solo aumentando per tutti la percentuale contributiva.
In sintesi chi fa veramente l'avvocato è costretto a pagare di più perché alla Cassa vi sono iscritti che la professione la fanno a mezzo servizio, magari a casa o con il computer portatile, senza oneri di spese di studio, di personale e fiscali, visto che difficilmente un professionista che appare come un "prestatore occasionale" sarà soggetto alla visita della Guardia di Finanza.
Vi sono poi i non iscritti che esercita egualmente, riducendo i loro costi, sicché la soluzione del problema della qualificazione e della tutela del consumatore e della categoria non passa per i convegni spacciati quali corsi di aggiornamento con crediti formativi, ai quali partecipano per lo più gli avvocati che la professione non la esercitano continuativamente ed hanno tempo di ascoltare docenti molte volte improvvisati che, se stimolati con domande di pprofondimento, dimostrano di avere una conoscenza superficiale di ciò di cui stanno pomposamente parlando.
Tutti i delegati uscenti ed i consiglieri degli ordini che hanno già aperto la propria campagna elettorale per la Cassa Forense, chiedendo interventi governativi per la crescita esponenziale dell'albo forense e inviando messaggi di autodifesa sulle responsabilità degli aumenti, dovrebbero ricordarsi che la loro piccola casta ha grande responsabilità per la situazione attuale.
La mentalità con la quale ci si avvicina alle cariche istituzionali forensi è errata: si deve ottenere il consenso da un numero di colleghi sempre più elevato e, quindi, non si fanno programmi che potrebbero alienare le simpatie della base.
Questo ragionamento può andare bene per i politici, anche se sta portando la vecchia Europa al disastro nei confronti delle economie asiatiche emergenti, ma è inaccettabile per chi, per scelta di vita, sia un Difensore, ove la "D" non è stata scritta con la maiuscola per un refuso di stampa.
Un Difensore non deve cercare facili consensi, ma soluzioni a tutela degli interessi che è chiamato o che chiede di tutelare: gli avvocati penalisti sanno quanto sia tecnicamente più facile patteggiare che affrontare i rischi di una difesa dibattimentale, ma l'avvocato che tutela veramente gli interessi del proprio cliente si pone come prioritario il quesito sulle conseguenze negli anni futuri di quella scelta apparentemente più semplice.
L'Ordine di Roma ha approvato un bilancio nel quale vi sono crediti per quote pari all'importo annuo delle contribuzioni di tutti gli iscritti: il che significa o che tutti gli avvocati pagano la loro quota in ritardo o che vi è almeno un 20% degli avvocati che è moroso cronico e che il Consiglio non procede né alle azioni disciplinari contro di loro né al recupero degli importi: non ritengo che si tratti solo di inerzia, ma di una scelta ben precisa, nessuno vuole mettersi contro una così alta percentuale di votanti.
E, ancora: se gli iscritti alla Cassa Forense sono circa 141.000 e gli avvocati iscritti agli ordini 210.000 significa che vi sono circa 70.000 professionisti i quali o non esercitano continuativamente la professione o non si sono iscritti alla previdenza, facendo così concorrenza sleale nei confronti dei loro colleghi più diligenti.
La percentuale di un avvocato su tre è troppo alta perché non sorga il dubbio che gli Ordini non abbiano esercitato la azione disciplinare per la violazione della L. 576/80 ad opera dei loro iscritti previdenzialmente non in regola: forse perché anche loro votano?
E, ancora: porre un argine a nuove iscrizioni significa bloccare le aspettative dei giovani preparati o far sì che gli esami per l'abilitazione alla professione siano effettivamente rigidi e selettivi e non inquinati da pacchi di raccomandazioni dei colleghi elettori?
E' troppo facile dire che gli avvocati sono troppi ed il governo dovrebbe fare qualcosa, quando la classe dirigente forense, collettivamente intesa, non fa l'unica cosa che dovrebbe fare: il proprio dovere.
Forse, a Gennaio, una operazione di rinnovamento collettivo non farebbe male!

fonte: http//www.coddemeo.org/avvocato/

* Avvocato del Foro di Roma

in INGIUSTIZIA.LA PAROLA AL POPOLO n. 7/2008

di: Costantino D'Onorio De Meo


 Diritto e Giustizia: Prescrizione. Manlio Cerroni e la malafede dei giornalisti. Un indagato/imputato prescritto non è un colpevole salvato, ma un soggetto, forse innocente, NON GIUDICABILE, quindi, NON GIUDICATO!!!
letture: 1335
10 novembre 2018 di CONTROMAFIE
I poveri abbandonatiDiritto e Giustizia: Giornata mondiale della povertà L'attenzione agli ultimi
letture: 1621
13 giugno 2017 di marcellino
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Sito specifico dedicato al processo telematico https://avvfrancescofuscofondiitalia.wordpress.com/
letture: 1315
19 dicembre 2016 di Francesco Fusco
La morte di un ordine voluta da Papa FrancescoDiritto e Giustizia: Padre Manelli: archiviate le accuse contro il fondatore dei Francescani dell'Immacolata
letture: 1985
22 novembre 2016 di sweda
In questo modo, il pignorato non tornerà mai in possesso del proprio appartamentoDiritto e Giustizia: Agli immigrati le case pignorate
letture: 1452
29 ottobre 2016 di marinta
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico francesco fusco
letture: 1275
23 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Polizze assicurative responsabilita' civile e infortuni avvocato
letture: 1466
12 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è ... telematicoDiritto e Giustizia: Nuovo codice dell'amministrazione digitale in G.U. del 13/09/16, n. 214
letture: 1450
14 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fusco 01/09/16Diritto e Giustizia: Modifiche al processo amministrativo telematico
letture: 1679
01 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fuscoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico http://www.pergliavvocati.it/forum/viewtopic.php?f=2&t=239
letture: 1539
23 agosto 2016 di Francesco Fusco








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
.
Intercettazioni: Le regole matte della legge-bavaglio
letture: 2586
05 settembre 2010
.
Risarcimento del terzo trasportato e massimale (1)
letture: 2874
03 settembre 2010
.
Prescrizione Mills: "cosa" significa giuridicamente...
letture: 3192
01 settembre 2010
.
Il reato di diffamazione meriterebbe una modifica...
letture: 2648
30 agosto 2010
.
Portabilità del numero: la Corte di Giustizia Europea dice la sua
letture: 3244
21 agosto 2010
.
Codici, biliardo e tarocchi storia di un demolitore di miti
letture: 3611
19 agosto 2010
Prof. Franco Cordero
Le parole della nuova destra e l'arte dell'arrembaggio
letture: 3043
17 agosto 2010
.
Deontologia forense fai da te (2)
letture: 3421
16 agosto 2010
.
Solleciti per canone RAI già pagato
letture: 3337
15 agosto 2010
Il \
l Transito di Maria nella tradizione siro-occidentale
letture: 3337
15 agosto 2010