Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 13/06 al 22/09 Pomezia: Arriva l'Estate 2019: Pomezia e Torvaianica in Festival
letture: 10233
dal 05/07 al 21/09 Formia: Siria, l'amore vince ogni paura
letture: 7862
18/10 Roma: Il Senato della Repubblica ospita il Premio Mondiale "Tulliola Renato Filippelli"
letture: 7773
18/10 Gaeta: L'ultimo buncker
letture: 2247
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.589
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
venerdì
20
settembre
S. Candida
Compleanno di:
sex Bobo85
sex DrCarla
sex tugi
nel 1946: La prima emittente televisiva a pubblicizzare un film è la WNBT.TV di New York. Il film è "The Jolston story", racconta la storia di un popolare cantante americano.
nel 1988: A Seul, Vincenzo Maenza ripete il trionfo di Los Angeles 84: è campione olimpico nella lotta, categoria 48 kg.
dw

Home » News » Webzine » Diritto e Giustizia » Il Giornale di Angelucci entra...
sabato 07 febbraio 2009
Il Giornale di Angelucci entra a buon regime nello scandalo sanità
letture: 2819
Il Giornale finisce nello scandalo Sanità
Il Giornale finisce nello scandalo Sanità
Diritto e Giustizia: Gli affari, gli sms e le telefonate
«Non me dì che non ti voglio bene»
Gli imprenditori contro il loro legale dopo un sequestro: Calvi? Me scoccia
Contatti politici e non solo. Tenuti soprattutto da Antonio Angelucci, «capo indiscusso » della Tosinvest, secondo il gip. È lui a svolgere «un'azione di pressing sulla Regione, a elevati livelli politici, per isolare l'assessore alla Sanità Augusto Battaglia». Ed è sempre lui a organizzare l'azione «di contrasto » all'inchiesta.
Le pressioni
È l'8 settembre 2007, padre e figlio sono furibondi dopo che i Nas hanno sequestrato le cartelle cliniche al San Raffaele di Velletri. Giampaolo accusa i carabinieri di aver minacciato i dipendenti.
Antonio: «Ma questo lo possiamo dire anche sul giornale, Paolo. E dire al comando generale: ma chi mandate in giro? Questo modo aguzzino da Gestapo da vecchio metodo a terrorizzare la gente...».
Giampaolo: «Il magistrato...». A.: «Cercando un'ipotesi di reato e chiedi al comando generale. Questo lo possiamo far fare a Vittorio. Capito? Siccome mo', quando ha detto che c'è l'incontro con il maresciallo?» G.: «Ce l'hai in settimana, mi pare».
A.: «Allora martedì io vedo la Turco» G.: «Allora dillo anche a lei, perché dipendono anche da lei».
A.: «Vabbé, sarebbe opportuno che Claudio Ciccarelli dal sindacato me fa fare una nota o la fa lui».
G.: «Già fatta».
A.: «Dove mi dice appunto questi come hanno fatto, se sono intervenuti bloccando i servizi, bloccando i malati, tutti 'sti c...
qua, minacciandoli che li mettono dentro se non parlano».
G.: «Stamo veramente in un Paese di m...».
A.: «Vabbé, ma fallo fa' dar sindacato, capito? Co' due testimoni, e dico ministro, ma nun po' sentì un attimino questo. E poi voglio anda' subito al comando generale oppure dal comandante del Nas e dirgli ma che succede? ».
L'11 settembre, i carabinieri annotano: «Antonio Angelucci dice alla moglie che sta andando dal ministro della Salute Livia Turco a cui farà vedere tutti i verbali che il personale ha scritto di come sono stati trattati dal Nas e gli dirà di chiamare il comando generale dell'Arma per farsi dire cosa sta succedendo». L'appuntamento era stato già concordato il 6 settembre, quando il ministro aveva telefonato all'imprenditore. Il 24 settembre «la segretaria passa Mauro Casanatta (presidente Aiop, l'associazione delle cliniche private) ad Antonio Angelucci, che dice di dire all'assessore Battaglia di fare la lettera, sostenendo che ad oggi non sono previste riduzioni. Angelucci più volte ribadisce che questa cosa l'ha richiesta anche il ministro Turco». Agli Angelucci interessa che non siano ridotti i posti letto del San Raffaele di Cassino, perché vogliono il riconoscimento della casa di cura come Istituto di ricerca scientifica.
La portavoce
Il 21 luglio 2007 Serio Pasquantonio dice ad Antonio Vallone (ad della Tosinvest) che mercoledì avrebbe riunito tutti (forse un pranzo con Giovanni Zotta, direttore del ministero della Salute, ed Enrico Garaci, presidente del-l'Istituto superiore di sanità) e pure un amico comune ed ex fidanzato di Daniela Rosow (portavoce Tosinvest), ovvero il capo dell'ufficio legislativo del Mur che è un colonnello dei carabinieri (Paolo Narciso). Poi «Sergio domanda a Vallone se è stata Daniela a portare gli Angelucci dal ministro Mussi. Vallone dice di sì».
L'avvocato
Dopo che il tribunale del riesame, il 17 ottobre, ha rigettato la richiesta di dissequestro di un immobile di Marino, Alessandro Angelucci si lamenta con il padre.
Alessandro: «...cioè si sono portate le carte a casa, ma che stamo a scherza'».
Tonino: «E li denunciate, cominciate a denuncia' i magistrati». A.: «A me il giorno prima dai 1.700 pagine, ma non vi vergognate gli ho detto».
T.: «Calvi non chiacchierasse a voto, lui è l'avvocato, nun è capace, lasciasse l'incarico. Perché Calvi a me scoccia».
Gli incontri
Il 6 settembre 2007 Antonio Angelucci chiama la segretaria e dice che alle 14 è a colazione con Del Turco (non si sa se sia Ottaviano). Il 26 l'imprenditore parla con un collaboratore di un pranzo tra Giuseppe Ciarrapico e un certo Ugo, soprannominato «Il secco»: si ritiene che sia Sposetti, il tesoriere del Pd. Angelucci, riferendo le parole di Sposetti, racconta: «Io me faccio... io so' 'na mignotta, me faccio incantà da lui?». Il 1˚ ottobre, l'imprenditore riceve la visita del senatore Domenico Gramazio. E più volte è citato nell'ordinanza l'ex senatore del Pd Giorgio Pasetto: Casanatta quel giorno risponde ad Antonio Angelucci che Pasetto «quella cosa l'altro giorno lui l'ha fatta». Ma al re delle cliniche interessa anche la cultura: il 23 luglio 2007 Giampaolo domanda al padre se ha parlato con Gigi Proietti». L'altro «dice che è tutto a posto e Maurizio (Costanzo) gli ha ridato la gestione della cosa» (il teatro Brancaccio).
Il messaggio
Il 17 settembre 2007 Antonio Angelucci racconta a Casanatta dell'incontro con il presidente del Lazio Piero Marrazzo, che rassicura l'imprenditore, il quale punta a isolare l'assessore alla Sanità Augusto Battaglia. Casanatta spiega di aver ricevuto un sms da Nicola Zamperini, portavoce di Marrazzo. Il testo: «Poi non me dì che non ti voglio bene». Il 1˚ ottobre Casanatta riferisce ad Angelucci «che in merito alla riabilitazione, in relazione alla campagna stampa sui giornali non ha visto nulla di concreto. A richiesta riferisce che la campagna stampa è partita oggi sul Messaggero
e afferma che ne parlerà anche con Zamperini. Casanatta afferma che i Ds sono inc... a morte e dicono che Mario Di Carlo non farà più l'assessore alla Sanità e per loro al momento rimane Battaglia. Casanatta afferma di aver parlato con Lionello Cosentino, Giorgio Pasetto, Di Carlo... ».
I giornali
Sono in corso le trattative per l'acquisto dell'Unità. Il 15 novembre 2007 Giampaolo telefona al padre dopo aver letto un lancio dell'Ansa: «Il comunicato dice che allora siccome non si fidano, questa è la sintesi, dobbiamo fare un comitato di saggi che dovrà vigilare». La discussione prosegue a lungo, con Giampaolo perplesso e Antonio sicuro di poter comunque decidere la linea del quotidiano attraverso il direttore che sceglierà. A quel punto il figlio gli obietta: «Qui non è Libero che c'hai Vittorio Feltri che li tiene in braccio e li caccia via». Il riferimento è ai giornalisti: secondo il gip, il re delle cliniche è solito fare pressioni sui propri quotidiani. Il 2 novembre 2007 chiede conto a Giovanni Tagliapietra, vicedirettore di Libero, di un articolo contro Battaglia.
A.: «Ha letto ieri l'articolo che ha fatto la ... su Augusto Battaglia?»
T.: «Eh, ho visto, ho visto».
A.: «Com'è, come mai 'sta signora ha fatto 'st'attacco così viscerale?».
T.: «Non c'è nessun motivo particolare, penso, è così. Son quelle cose che capitano senza una logica secondo me».
A.: «E vabbé, chiamiamola. No, digli che io avrei piacere di sentire, diciamo così, spiegazioni in ordine all'attacco che ha fatto, se c'è un ordine, qualcuno gli ha detto qualcosa o quant'altro. O sta a fa' la marchetta a qualcuno, tanto pe esse chiari».

Tredici coinvolti per falso e truffa per 170 milioni ai danni delle Asl
Il Parlamento vaglia la richiesta dei pm per Antonio, senatore del Pdl
Sanità, Giampaolo Angelucci ai domiciliari
Sollecitato l'arresto anche per il padre


Bufera sulla famiglia Angelucci, una delle potenze della sanità. Nell'ambito di un'inchiesta della procura di Velletri, Giampaolo Angelucci è finito agli arresti domiciliari. Per il padre Antonio, senatore del Pdl e fondatore di un impero che spazia dalle cliniche all'editoria, i pm hanno chiesto l'autorizzazione alla stessa misura cautelare. Per loro, e per le altre 11 persone coinvolte, l'accusa è di avere costituito una associazione per delinquere che avrebbe commesso, tra il 2005 e il 2007, truffe a danno del Servizio sanitario nazionale stimate in 170 milioni di euro, attraverso la fatturazione di prestazioni sanitarie mai effettuate o effettuate in assenza delle prescritte autorizzazioni.

Tra le persone per le quali è stato emesso ordine di custodia ci sono anche il direttore della Asl Roma H (zona dei Castelli romani), Luciano Mingiacchi, e altri tre funzionari della Asl di Frascati.

I carabinieri del Nas hanno effettuato perquisizioni negli uffici della Tosinvest, di proprietà della famiglia Angelucci, a Roma.

Giampaolo e Antonio Angelucci e la San Raffaele Spa si difendono definendo "abnormi e sproporzionate le misure poste in essere, sottolineano la loro totale estraneità ai fatti addebitati e confidano di poter dimostrare a breve termine l'infondatezza delle accuse loro rivolte".

Giampaolo Angelucci, 38 anni, è uno dei protagonisti della sanità laziale e italiana. L'impero lo ha ereditato dal padre Antonio, classe 1944, uno dei componenti della commissione Finanze (in sostituzione di Giorgia Meloni, ministro per la Gioventù) e della commissione Attività produttive, commercio e turismo. Ma Antonio Angelucci è innanzitutto il fondatore della Finanziaria Tosinvest spa: è lui che ha creato un vero e proprio "network" di cliniche e strutture per la riabilitazione in tutta Italia, concentrate soprattutto tra il Lazio e la Puglia.

La Tosinvest dispone di strutture sanitarie accreditate presso il Servizio sanitario nazionale che garantiscono in totale 3000 posti letto. La società gestisce inoltre il presidio ospedaliero di Ceglie Messapica, cinque residenze sanitarie assistenziali nel Lazio e 11 in Puglia. Da Giampaolo Angelucci dipende anche il San Raffaele di Roma divenuto istituto di ricovero e cura a carattere scientifico sotto la giunta regionale di centrodestra guidata da Francesco Storace.

La famiglia romana è attiva anche nel mercato dell'editoria, con la proprietà dei quotidiani Libero e Il Riformista. In passato aveva una partecipazione nell'Unità.

Non è la prima volta che le cronache si occupano degli Angelucci: nel 1999 sospetti di speculazione accompagnarono l'acquisto e la successiva vendita al ministero della Salute del San Raffaele di Roma, dopo che l'allora assessore regionale alla sanità Lionello Casentino negò la struttura di accreditamento.

Nel 2007, la storica scuola quadri del Pci, immersa nel verde di Frattocchie (e diventata di proprietà della Tosinvest nel 2003), era finita nel mirino della magistratura che ipotizzava abusi edilizi legati alla ristrutturazione del complesso. Il 18 gennaio, sempre del 2007, la procura di Velletri aveva sequestrato Villa Sara, che tra il 1960 e il 1977 aveva ospitato Sophia Loren e Carlo Ponti. L'accusa era di nuovo abusivismo edilizio.

Alla fine del 2007 per Giampaolo Angelucci era stato chiesto il rinvio a giudizio per una vicenda di corruzione riguardante l'ex governatore della Puglia, Raffaele Fitto.


Sanità: Angelucci," mai usati giornali per miei fini"



«Non ho mai utilizzato testate giornalistiche per fini personali anche perchè sono gestite da giornalisti autonomi, liberi e del tutto indipendenti». Lo scrive in una nota il manager della sanità e parlamentare Pdl Antonio Angelucci, per il quale il gip di Tivoli ha chiesto gli arresti domicialiri. Rivolgendosi alla giunta per le autorizzazioni, Angelucci scrive di desiderare che nei suoi confronti «non siano utilizzati privilegi di sorta, ma solo quelle garanzie che spettano a tutti i cittadini. L' unico rammarico che ho - prosegue - è che in questa vicenda il giudice abbia coinvolto persone che ritengo estranee ai fatti contestati e che ora dovranno subire un processo». In ogni caso, conclude Angelucci, «desidero sin d'ora affermare che avrò il massimo rispetto per le decisioni che la giunta delle autorizzazioni vorrà assumere».

Zittire Libero? Liberi di scegliere - di Margherita Genovese

"Un sentimento di sconfitta ha aggiunto malinconia alla giornata uggiosa, mentre coglievamo tra le righe dell'editoriale di Feltri la possibilità anche vaga che il bavaglio o il silenziatore tarpino le ali della libertà ad un giornale controcorrente"


Leggendo su "Libero" di oggi di un indagato eccellente, tale Angelucci, che scopriamo essere il proprietario della nostra testata preferita, ci rendiamo conto di quanto siano importanti le letture nella formazione del pensiero del cittadino qualunque. E per letture intendiamo innanzi tutto quelle grandi, i classici della nostra tradizione letteraria, quelle che hanno costruito le menti migliori, e che hanno alimentato lo spirito, dall'Umanesimo all'Illuminismo.

Un uomo che legge è un uomo libero, che non si piega al primo soffiar dei venti.

Le dittature del Novecento si sono preoccupate di condizionare la cosiddetta opinione pubblica sin dalla prima infanzia, censurando o esaltando, a seconda dei loro progetti soggettivi; e minando dal profondo quei valori e quei principi che l'umanità dovrebbe considerare universali.

Credevamo che quell'epoca fosse finita, che la nostra conquistata democrazia, sia pure relativamente giovane, fosse in grado di garantire il cittadino qualunque dal condizionamento, nella pluralità delle proposte e delle angolazioni prospettiche.

E invece no: anche oggi, la classe intellettuale dominante sceglie per noi, trama contro la nostra libertà di pensiero, umilia e offende le nostre scelte personali. Che sia fatto in maniera sfacciata, o attraverso manovre oscure e contorte, il risultato è lo stesso: chi si allontana dal pensiero conforme, è potenzialmente pericoloso, e va rieducato.

Come? Direte voi. Semplice: isolandolo, facendolo sentire diverso, cancellandolo dalla community, costringendolo a ripensare le sue scelte.

Un sentimento di sconfitta ha aggiunto malinconia alla giornata uggiosa, mentre coglievamo tra le righe dell'editoriale di Feltri la possibilità anche vaga che il bavaglio o il silenziatore tarpino le ali della libertà ad un giornale controcorrente, che dà voce a chi pensa e si muove fuori dagli schemi del pensiero dominante, e condivide con "Libero" e con i suoi ottimi collaboratori il piacere di misurarsi con le tante sfide del momento ...e di vincerle, almeno con la parola.

[Correire della Sera - Italia chiama Italia - l'Occidentale]
fonte: Corriere della Sera   postato da: fu  


 Diritto e Giustizia: Prescrizione. Manlio Cerroni e la malafede dei giornalisti. Un indagato/imputato prescritto non è un colpevole salvato, ma un soggetto, forse innocente, NON GIUDICABILE, quindi, NON GIUDICATO!!!
letture: 1251
10 novembre 2018 di CONTROMAFIE
I poveri abbandonatiDiritto e Giustizia: Giornata mondiale della povertà L'attenzione agli ultimi
letture: 1547
13 giugno 2017 di marcellino
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Sito specifico dedicato al processo telematico https://avvfrancescofuscofondiitalia.wordpress.com/
letture: 1240
19 dicembre 2016 di Francesco Fusco
La morte di un ordine voluta da Papa FrancescoDiritto e Giustizia: Padre Manelli: archiviate le accuse contro il fondatore dei Francescani dell'Immacolata
letture: 1896
22 novembre 2016 di sweda
In questo modo, il pignorato non tornerà mai in possesso del proprio appartamentoDiritto e Giustizia: Agli immigrati le case pignorate
letture: 1378
29 ottobre 2016 di marinta
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico francesco fusco
letture: 1213
23 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è telematicoDiritto e Giustizia: Polizze assicurative responsabilita' civile e infortuni avvocato
letture: 1394
12 ottobre 2016 di Francesco Fusco
quando il processo è ... telematicoDiritto e Giustizia: Nuovo codice dell'amministrazione digitale in G.U. del 13/09/16, n. 214
letture: 1379
14 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fusco 01/09/16Diritto e Giustizia: Modifiche al processo amministrativo telematico
letture: 1605
01 settembre 2016 di Francesco Fusco
francesco fuscoDiritto e Giustizia: Novità sul processo amministrativo telematico http://www.pergliavvocati.it/forum/viewtopic.php?f=2&t=239
letture: 1465
23 agosto 2016 di Francesco Fusco








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Le verità del Sole.
Così l'eolico e il solare fanno scendere la nostra bolletta (6)
letture: 2843
14 gennaio 2012
Primi al Mondo
L'Italia sceglie il sole ora nel fotovoltaico siamo primi al mondo (6)
letture: 3490
10 gennaio 2012
Il settore rimane il più dinamico ed in crescita.
Arriva il pannello solare che produce caldo, freddo ed energia elettrica in piena autonomia, (4)
letture: 3717
27 dicembre 2011
Il sole sempre più frendly
Il fotovoltaico si vernicia (1)
letture: 3280
23 dicembre 2011
Energia che ci salva
La prima cella solare con efficienza superiore al 100% (10)
letture: 3383
21 dicembre 2011
Ref. 1-2
Cosa cambia REF. 1-2? (1)
letture: 3385
14 giugno 2011
Cosa cambia REF 3.
Cosa cambia REF 3?
letture: 3411
14 giugno 2011
Ref 4
Cosa cambia Ref 4? (1)
letture: 3406
14 giugno 2011
Il sottomarino per tutti
Il sottomarino per tutti Nuovo turismo!
letture: 4931
29 marzo 2011
nucleare vicino
Nucleare: problemi a centrale slovena. Per ora non riparte
letture: 3557
27 marzo 2011


Commenti: 1

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2019 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2019 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it