Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 14/09 al 20/12 Golfo di Gaeta: Circolo fotografico-culturale "l'altro sguardo"
letture: 10853
dal 03/10 al 03/02 Roma: Al Vittoriano arriva il mondo di "Andy Warhol
letture: 7734
dal 30/11 al 30/06 Scuola e società: Progetto del MIUR "Fisco e Scuola" con l'Ag. delle Entrate all'IIS Fermi-Filangieri di Formia
letture: 1420
dal 07/12 al 13/01 Minturno: Alunni della scuola media di SCAURI accolti nella rassegna d'arte "100 Presepi in VATICANO" (1)
letture: 979
dal 14/12 al 16/12 Palma Campania: Nasce Mangiatoia & Mangiatoria, la prima edizione a Palma Campania
letture: 1779
15/12 Gaeta: "Non ne sapevo niente". In guerra senza sapere nulla della guerra
letture: 474
15/12 Spettacoli e Cultura: Il balletto "IL FLAUTO MAGICO" al teatro comunale di Priverno
letture: 190
15/12 Golfo di Gaeta: La compagnia Imprevisti e Probabilità diretta da Raffaele Furno torna in scena a Formia
letture: 165
dal 15/12 al 12/01 Golfo di Gaeta: I concerti di solidarietà "I cuori battono ancora"
letture: 186
dal 27/12 al 28/12 Napoli: "O' Presepe e Pullecenella"
letture: 468
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici 1
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.553
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
sabato
15
dicembre
S. Ceriano m.
Compleanno di:
sex bernard
sex Byronbay
sex chiccabella
nel 1964: Il primo satellite italiano ed europeo, il San Marco I, viene lanciato con il vettore Scout. Verrà utilizzato per studi sull'atmosfera.
dw

Home » News » Archivi di TF » La Chiesa della Natività (o de...
domenica 25 novembre 2018
La Chiesa della Natività (o dell'Ulivo) e la Camera "Pro iustitiatis"
letture: 6035
Data evento: lunedì 02 feb 2009
L'ingresso murato alla Camera
L'ingresso murato alla Camera "Pro iustitiatis".
Archivi di TF: Quante volte ci siamo passati davanti andando su, verso il castello.

Un piccolo slargo su via Angioina, il primo che si incontra salendo, a sinistra. Una chiesetta ed un basso, semplice portale in pietra murato, collocato a sinistra sul modesto sagrato. Sull'architrave una scritta: Pro iustitiatis 1758.



img

La cappella è nota come Chiesa della Natività o dell'Ulivo. La sua origine è piuttosto controversa e viene fatta risalire all'XI secolo ad opera di marinai pisani che in quegli anni, sulle nostre coste, "correvano il mare per guerreggiare i Saraceni". I Pisani avevano fatto "voto di fondare una chiesa con un monte nella prima terra in cui approdavano, se riportassero la vittoria".

Nei capitoli di riforma degli Statuti civici di Gaeta, si menziona una cappellanìa fondata in questa chiesa dal patrizio Marco Antonio d'Albito Intorno alla metà del XVI secolo vi fu ospitata "l'Arciconfraternita della borghesia, detta de' Bianchi, il cui titolo è la Natività della Vergine, ma chiamasi Madonna dell'Ulivo (forse perché questa chiesa, ... sita sotto la grancia di San Martino, era circondata da alberi di ulivo)".
I "Bianchi" si erano assunti l'onere e "l'obbligo d'assistere i condannati all'ultimo supplizio, e dar loro sepoltura nella chiesa più prossima al luogo della capitale esecuzione. Siccome ordinariamente queste esecuzioni si attuavano sulla Batteria Breccia, così la chiesa prossima era quella del Monastero cassinese di S. Michelarcangelo. Quei monaci non volevano tale noia, e quindi vi si opponevano: da ciò reclami da una parte e dall'altra al Re furono presentati. Ma il Re con real carta degli 11 febbraio 1758 ordinò che a spese del Monastero (se tal noia non volesse) fosse costruita una sepoltura per i giustiziati accosto alla chiesa della Confraternita, e tanto fu eseguito, edificandosi quella cameretta adiacente alla porta sud, e sulla quale sta scritto: Pro justitiatis 1758." (Citazioni da Onorato Gaetani - Memorie storiche della Città di Gaeta - 1885)

img

La chiesa, prima requisita, fu poi acquistata dal Governo borbonico nel 1792, unitamente all'attiguo Palazzo San Giacomo adibito ad ospedale militare.
Nel 1826 l'ospedale venne abolito e la cappella fu restituita in uso alla Confraternita.
Verso la metà del XIX secolo (1854), la Chiesa dell'Ulivo subì una radicale ristrutturazione ad opera del re Ferdinando II di Borbone assumendo l'assetto attuale ad una sola navata. Il suo interno è suddiviso in due campate, più il presbiterio. Le coperture sono a crociera, fatta esclusione del presbiterio, su cui si eleva una cupola emisferica. Sul retro della facciata è posta la cantoria in muratura che serviva anche da coro e da sala delle riunioni della Confraternita dei Bianchi. A sinistra sono ubicati la sacrestia ed alcuni locali che conducono all'esterno in un giardinetto dal quale si raggiungono il piccolo campanile a vela e l'ambiente "Pro iustitiatis".

img

Sul lato destro c'è un ingresso secondario, con un bel portale trecentesco in pietra locale, recante scolpita sull'architrave l'immagine di Cristo benedicente. La facciata è estremamente semplice, ma è arricchita da un portale tardo cinquecentesco, anch'esso in pietra locale.

img
Diversa, ed emotivamente più coinvolgente, fu per me la visita alla "Camera dei Giustiziandi "

Quando molti anni fa ci entrai (per la prima ed ultima volta!), era utilizzata come magazzino.

Immediatamente notai sul pavimento le botole contenenti i resti mortali di quelli che avevano subito la pena capitale. Su una parete esistevano ancora gli anelli dei ceppi ai quali venivano incatenati i prigionieri in attesa del boia e di una morte spesso atroce. Infatti, secondo la gravità del reato si determinava l'esecuzione che poteva avvenire mediante fucilazione, decapitazione, impiccagione, mazzolatura semplice o con squarto, così come si legge su una sorta di "manuale" coevo redatto per "guidare" il confessore nel conforto dei morituri, destinati ai diversi supplizi.

img

Avvertii quasi l'angoscia, i sentimenti, il dolorosissimo "terrore" di un uomo che attende, sui resti di chi lo ha preceduto, di essere privato della sua stessa vita: il corpo che non risponde più alla mente, già prima della morte, e la speranza quasi irrazionale della grazia che persiste sino alla fine.

Scrisse Victor Hugo: : "... vendicarsi è dell'individuo, punire è di Dio. La società è fra i due. Il castigo è al di sopra di essa, la vendetta è al di sotto, niente di così grande o così piccolo le si adatta. Essa non deve punire per vendicarsi, deve correggere per migliorare."

« La peine de mort est le signe spécial et éternel de la barbarie. »
La pena di morte è il segno caratteristico ed eterno della barbarie.
(Victor Hugo - Discorso all'Assemblea Costituente, 15 settembre 1848)


***
Pubblicato su TeleFree.it il 2 febbraio 2009
***

postato da: carandin  


Archivi di TF: IL TRIONFO DELL'ARBITRIO (3)
letture: 2154
11 dicembre 2018 di Logos
veduta di Mola nel 1678Archivi di TF: Torquato Tasso e Felix Mendelssohn a Formia Piccolo inserto di storia formiana (8)
letture: 3573
10 dicembre 2018 di Renato Marchese
Archivi di TF: Gaeta/ Restauro della Real Ferdinando? Ennesima occasione sprecata!
letture: 2310
04 dicembre 2018 di Logos
il porto Capossele nel 1900Archivi di TF: Il porto di Formia Piccolo inserto di storia formiana (14)
letture: 4554
03 dicembre 2018 di Renato Marchese
corredoArchivi di TF: Il corredo nuziale Tradizione e costume della nostra terra (1)
letture: 3236
30 novembre 2018 di mneme
 Archivi di TF: Gaeta/ Restauro a San Domenico? Meglio autentiche rovine... (4)
letture: 2931
29 novembre 2018 di Logos
largo PaoneArchivi di TF: Largo Domenico Paone Piccolo inserto di storia formiana (22)
letture: 5150
27 novembre 2018 di Renato Marchese
Archivi di TF: Il brigantaggio: Usi e costumi dei fuorilegge
letture: 4888
26 novembre 2018 di Simone Lucciola
San Nilo e Islam nel LazioArchivi di TF: San Nilo e Islam nel Lazio (1)
letture: 1270
24 novembre 2018 di Albino Cece
StazioneArchivi di TF: Su un muro di stazione. (2)
letture: 2408
21 novembre 2018 di lince








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
L'ingresso murato alla Camera
La Chiesa della Natività (o dell'Ulivo) e la Camera "Pro iustitiatis" (3)
letture: 6036
25 novembre 2018
Il Bastione della
La "Batteria della Favorita" (2)
letture: 6532
18 novembre 2018
GAETA - La Porta di Carlo V (sec. XVI)
La porta di Carlo V e la cappellina di S.Maria della Soledad (9)
letture: 5027
11 novembre 2018
L'ultimo frammento delle Opere Distaccate della Real Piazza di Gaeta
GAETA: salviamo "Gliu Staccate" (4)
letture: 4602
04 novembre 2018
Il fronte interno di mare delle fortificazioni di Gaeta. In primo piano il relitto dell'avviso borbonico Etna, affondato nel bombardamento del 22 gennaio 1861.
Gaeta 1861 - Nascita della Marina Militare Italiana (8)
letture: 5917
02 novembre 2018
O Madre portentosa che sei del ciel Regina...
SCONTENTO DEI GAETANI... per la celebrazione a mare della Madonna di Porto Salvo (20)
letture: 5796
23 agosto 2013
in memoriam ....
Ciao Walterino (11)
letture: 4176
05 agosto 2013
Croce all'ingresso del Cimitero di Gaeta
Sul cimitero di Gaeta (15)
letture: 3726
25 settembre 2012
Ernesto Prudente
Il grande amico Ernesto Prudente ci ha lasciati (5)
letture: 4046
24 settembre 2012
I Santi Cosma e Damiano venerati a Gaeta fin dal IX secolo. Statue conservate nella Chiesa degli Scalzi.
Un particolare ed eccezionale evento per la nostra Città (18)
letture: 5896
17 agosto 2012


Commenti: 3

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2018 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2018 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it