Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 08/11 al 06/01 Roma: Corrado Cagli in mostra a Roma
letture: 4325
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 7696
14/12 Formia: Incontro sull'epistolario di Franz Kafka a Milena Jesenská
letture: 1062
14/12 Gaeta: Sabato 14 Marco Rizzo a Gaeta per i 70 anni della NATO
letture: 677
14/12 Formia: 14° Festival musicale "I CONCERTI di NATALE"
letture: 66
23/12 Formia: A Gianola sulle Orme di Pasquale Mattej (1)
letture: 1030
05/01 Itri: Ad Itri il prossimo 5 Gennaio Terza Edizione per Notte di Luci al Centro Storico.
letture: 1277
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 625
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.605
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
sabato
14
dicembre
S. Pompeo
Compleanno di:
sex Benedetta11
sex ilaria85
sex marsiglia
sex neoskronos
sex Relax
sex viracocha
nel 1911: Dopo secoli di fallimenti una spedizione riesce a raggiungere il Polo Sud, è composta da 5 uomini guidati da Roald Amundsen.
nel 1962: La sonda spaziale americana Mariner 2 arriva sul pianeta Venere.
nel 1986: E' tutto azzurro il podio del gigante della Val Badia,prova di coppa del mondo:1°Pramotton,2° Tomba,3°Toetsch.
dw

Home » News » Roma » Ladispoli » Messaggio di fine anno del PD
martedì 30 dicembre 2008
Messaggio di fine anno del PD
letture: 2399
Fiocco Bianco
Fiocco Bianco
Ladispoli: Mi piacerebbe che questo nuovo partito prenda come tradizione un messaggio di fine d'anno indirizzato a tutti gli aderenti ed ai concittadini. Tento questo difficile compito iniziando dal centro delle innovazioni che porta il nostro partito: le donne. Vorrei indossare perciò il fiocco bianco simbolo dell'impegno contro la violenza sulle donne usando la penna oltre che il bavero della giacca.

Riconoscere la soggettività della donna corrisponde a riconoscere anche la differenza: la pari dignità non viene stabilita sulla base di una omogeneizzazione dei due sessi, ma sulla identificazione della differenza come valore. Non voglio atteggiarmi a femminista o fare l'elogio del pensiero della differenza sessuale (che è comunque un momento alto della partecipazione femminile all'elaborazione culturale), ma sottolineare ancora una volta che la rilevazione della differenza sessuale come positività dà diritto di cittadinanza culturale a tutte le altre differenze (etnica, culturale appunto, ma anche di età, di salute, di stato sociale ecc.). Ciò sembra importante soprattutto in un momento in cui le differenze etniche-culturali sgretolano nazioni (anche da lungo tempo costruite sull'unione di etnie diverse), in tanti piccoli satelliti.

Rimane certamente un problema, quello delle varie forme di discriminazione e di violenza sulle donne e sulle bambine.
Una questione grave è anche il precariato sul lavoro, il cosiddetto 'mobbing' e la precedenza data al licenziamento, o alla messa in cassa integrazione, delle donne nelle situazioni di chiusura totale o di de-localizzazione delle aziende. Legati al fenomeno dell'immigrazione ci sono i problemi dello sfruttamento e del traffico di donne. Di crescente rilievo sociale, giuridico e morale è la piaga culturale che riguarda quelle donne immigrate le quali, lavorando in particolare quali badanti o infermiere nelle nostre case e nei nostri ospedali, fanno partecipi le nostre famiglie dello stato di disagio in cui si trovano le loro stesse famiglie rimaste nei paesi di provenienza prive di madri, figlie, sorelle... La sfida del ricongiungimento del nucleo familiare ci coinvolge nel nostro più intimo vissuto quotidiano. Partire dai diritti umani delle donne e delle bambine porta a considerare con mente nuova la pratica della socialità, della politica, dell'economia, dell'educare e del formare per un avvenire globale completo. Alla fine non può non scattare una più avvertita consapevolezza del valore della centralità della famiglia, del rilievo e della irrinunciabilità degli essenziali servizi sociali, della necessità di politiche pubbliche sostanziate di adeguate risorse.
E' stato grande l'apporto femminile nella crescita globale dell'attenzione e responsabilizzazione verso i soggetti più deboli (bambini, giovani, anziani, handicappati) che, essendo un tempo gestiti individualmente dalle donne nell'ambito familiare, poi non venivano presi in responsabilità dal sistema sociale. Altrettanto grande è stato il contributo femminile alla sensibilizzazione verso le tematiche ecologiche, alla tutela e preservazione dell'ambiente, legata anche all'antica consuetudine della gestione del quotidiano. Al femminile è la presa di coscienza dei grandi temi della pace, del ripudio della guerra, delle denunce alla violazione dei diritti umani in ogni realtà.

Non vi è dubbio che per portare avanti un impegno in prima istanza individuale, una presa di coscienza, e poi collettiva, le donne devono innanzitutto conoscere e riconoscere se stesse per poter chiedere un corrispondente riconoscimento. In questo senso penso che le donne devono compiere ancora lunghi percorsi di emancipazione. In alcuni casi debbono creare e ricreare immagini di sé che non hanno avuto, non limitandosi ad un inventario dell'esistente, della realtà di fatto, del contingente.

La differenza di sesso è forse attualmente quella che subisce i maggiori attacchi. Anche le scienze dimostrano che riconoscersi in un sesso è un processo culturale oltre che fisiologico e psichico. Le elaborazioni del neofemminismo hanno dimostrato che la partecipazione delle donne ai processi culturali è stata di notevole spessore, anche se sotterranea, tacita, priva di protagonismi, quasi ignorata dalle donne stesse. Il cambiamento del reale è legato al cambiamento che ogni donna vorrà raggiungere, immagino, a titolo di esempio, alla rinuncia al convegno quotidiano sulle strisce pedonali di fronte alle scuole armate di SUV, la rinuncia a mariti camorristi e violenti, l'educazione ai figli per il rispetto dei valori etici e non alla legge della jungla e così via fino alla opposizione alla corruzione ed al delitto.

Proprio nella quotidianità e non nelle orchestrazioni metafisiche si gioca il senso più rilevante della nostra esistenza, anche per le donne, e anzi soprattutto. In questo senso Hannah Arendt scriveva con evidente lucidità: "E' vano cercare un senso nella politica o un significato nella storia quando tutto ciò che non sia comportamento quotidiano o tendenza automatica è stato scartato come irrilevante".
Le donne hanno forza, tenacia, creatività, capacità di resistenza anche in situazioni di tensione. Hanno anche una certa "innocenza" che deriva dal fatto di essere state lontane dai luoghi di potere. Hanno dimestichezza con le origini della vita e della morte: "sanno" per retaggio atavico. "Eros e Tanatos" trovano ricomposizione nella loro stessa esistenza.

Le donne dovrebbero innanzitutto riuscire ad utilizzare le forze positive che si liberano nell'inevitabile conflitto tra i "diversi", per sesso, per età, per cultura, come stimoli a cambiare, a crescere, neutralizzando la parte negativa del conflitto che si esprime in prevaricazione, ricerca di possesso dell'altro, tentativo di omologazione dell'altrui diversità ad un modello costruito a nostra immagine e somiglianza o per nostro tornaconto. Se le donne lo vorranno cambiare è possibile, uscire dalla "mafizzazione" del Paese, costruire un nuovo grande partito, proiettarsi in un futuro migliore per tutti e non solo per alcuni, diverrà realtà, ma solo se si mobiliteranno le donne.
Forse vale la pena di sposare un concetto "forte": "Il conflitto sessuale non è a se stante, ma partecipa di una conflittualità che permea tutto il reale, perché è un atto creazionale, proiettato nell'avvenire".
Vi auguro il più felice e prospero nuovo anno.

Franco Di Antonio Coordinatore del Circolo di Ladispoli del Partito Democratico

di: TF Press


 Ladispoli: L'Economia Circolare
letture: 1860
22 ottobre 2019 di EFER
bus navetta potenziatiLadispoli: Interruzione linea Ladispari - Maccarese dal 30 ottobre a 2 novembre PER
letture: 2001
16 ottobre 2019 di simonilla
 Ladispoli: I Cristalli: un mondo da conoscere
letture: 2305
24 giugno 2019 di EFER
 Ladispoli: REFLESSOLOGIA PLANTARE - evento gratuito Ivana Passeri ne parla con noi Presso la Caffetteria dell' Hotel Villa Margherita - Via Duca degli Abruzzi 143 Ladispoli
letture: 2580
30 maggio 2019 di EFER
 Ladispoli: Incontro con l'autrice del libro "Le donne aprono il cielo". Parliamo con la Dssa Francesca Serra
letture: 2332
20 maggio 2019 di EFER
Stazione Ladispoli/CerveteriLadispoli: Stazione Cerveteri/Ladispoli, lavori per stazione rinnovata e più accessibile Tecnici al lavoro dal 10 marzo all'11 maggio e modifiche alla circolazione di alcuni treni della FL5 Roma-Grosseto
letture: 2149
09 marzo 2019 di simonilla
Stazione Cerveteri LadispoliLadispoli: Lavori in corso alla stazione Cerveteri Ladispoli
letture: 1665
08 novembre 2018 di simonilla
No SprarLadispoli: ZICCHIERI (NCS): Massimo sostegno al sindaco di Ladispoli Alessandro Grando "Massimo sostegno da parte mia a l Sindaco Grando (NCS) e a tutto il gruppo di NCS a Ladispoli
letture: 1761
08 ottobre 2017 di pinopress
Luca QuintavalleLadispoli: Luca Quintavalle (NCS) NO SPRAR Il comune di Ladispoli non deve aderire e non aderirà allo SPRAR.
letture: 1601
08 ottobre 2017 di pinopress
quintavalleLadispoli: DEVECCHIS (NCS) TOGLIE OGNI DUBBIO E AVALLA LA POSIZIONE DEL COORDINATORE CITTADINO LUCA QUINTAVALLE Ladispoli 21 Settembre 2017 - Massima fiducia al gruppo NCS di Ladispoli; al coordinatore Comunale e Consigliere Luca Quintavalle; al Sindaco Alessandro Grando.
letture: 1330
21 settembre 2017 di pinopress








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
La Formia Rifiuti zero può diventare un giorno una municipalizzata che gestisca il ciclo dei rifiuti sull'intero territorio del sud-pontino?
letture: 1021
05 dicembre 2019
Ad Itri il prossimo 5 Gennaio Terza Edizione per Notte di Luci al Centro Storico.
letture: 1277
03 dicembre 2019
Secondo appuntamento per la settima stagione di Confronti
letture: 1959
03 novembre 2019
Sanità nel Lazio ed in provincia. Quale futuro?
letture: 1941
21 ottobre 2019
All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 7696
02 ottobre 2019
Marc Luyckx Il Ritorno del Sacro Femminile
letture: 1682
01 ottobre 2019
Forza Nuova Fondi condanna quanto avvenuto in via Valmaiura
letture: 1939
22 settembre 2019
La Resistenza e i movimenti antifascisti e la nascita e l'evoluzione dell'Unione Europea
letture: 2216
20 agosto 2019
Formia Città Aperta: La comunicazione istituzionale e la propaganda di un assessore inutile (2)
letture: 3282
26 luglio 2019
Ad Itri arriva Voglia di Varietà l'esilarante Spettacolo di Mario Bianchi
letture: 2300
20 luglio 2019