Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 08/11 al 06/01 Roma: Corrado Cagli in mostra a Roma
letture: 4325
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 7696
14/12 Formia: Incontro sull'epistolario di Franz Kafka a Milena Jesenská
letture: 1062
14/12 Gaeta: Sabato 14 Marco Rizzo a Gaeta per i 70 anni della NATO
letture: 677
14/12 Formia: 14° Festival musicale "I CONCERTI di NATALE"
letture: 66
23/12 Formia: A Gianola sulle Orme di Pasquale Mattej (1)
letture: 1030
05/01 Itri: Ad Itri il prossimo 5 Gennaio Terza Edizione per Notte di Luci al Centro Storico.
letture: 1277
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 625
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.605
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
sabato
14
dicembre
S. Pompeo
Compleanno di:
sex Benedetta11
sex ilaria85
sex marsiglia
sex neoskronos
sex Relax
sex viracocha
nel 1911: Dopo secoli di fallimenti una spedizione riesce a raggiungere il Polo Sud, è composta da 5 uomini guidati da Roald Amundsen.
nel 1962: La sonda spaziale americana Mariner 2 arriva sul pianeta Venere.
nel 1986: E' tutto azzurro il podio del gigante della Val Badia,prova di coppa del mondo:1°Pramotton,2° Tomba,3°Toetsch.
dw

Home » News » Roma » Ladispoli » Ciclo dei rifiuti: quale gesti...
sabato 09 agosto 2008
Ciclo dei rifiuti: quale gestione?
letture: 2661
Partito Democratico
Partito Democratico
Ladispoli: Da un punto di vista ideale il ricorso all'incenerimento ed alle discariche indifferenziate dovrebbe essere limitato al minimo indispensabile.

Purtroppo la carenza di efficaci politiche integrate di riduzione, riciclo e riuso, fanno dello smaltimento in discarica ancora la prima soluzione applicata in Italia. Questo è il problema sotto gli occhi di tutti in special modo per i fatti della Campania, dove i rifiuti sono completamente fuori controllo ed attualmente è stato assai difficile recuperare una gestione accettabile.


Per gestione dei rifiuti si intende l'insieme delle politiche volte a governare l'intero processo dei rifiuti, dalla loro produzione fino alla loro sorte finale, e coinvolgono quindi: la raccolta, il trasporto, il trattamento (riciclaggio o smaltimento) e anche il riutilizzo dei materiali di scarto.


Pertanto, oltre a gestire la "produzione" dei rifiuti il primo livello di attenzione deve essere rivolto alla necessità di prevenire la formazione dei rifiuti e di ridurne la pericolosità, cioè come di solito dico io: evitare di andare al supermercato ad acquistare rifiuti.


Il passaggio successivo riguarderà l'esigenza di riutilizzare i prodotti (es. bottiglie) e, se non è possibile il riuso, riciclare i materiali (es. riciclaggio della carta).


Infine, solo per quanto riguarda il materiale che non è stato possibile riutilizzare e poi riciclare (come ad esempio i tovaglioli di carta) e il "sottovaglio" (ovvero la frazione di piccoli pezzi non riciclabili, che rappresenta circa il 15% del totale), si pongono le due soluzioni del recupero energetico tramite sistemi a freddo o a caldo, come la bio-ossidazione (aerobica o anaerobica), la gassificazione, la pirolisi e l'incenerimento oppure l'avvio allo smaltimento in discarica. Per le discariche va detto che anche ove fossero a regola d'arte hanno il difetto di consumare territorio. Dunque anche in una situazione ideale di completo riciclo e recupero (difficile comunque superare il 90%; in Italia il record spetta a Piane Crati -CS- col 93%) vi sarà una percentuale di rifiuti residui da smaltire in discarica o da eliminare in inceneritore e recuperare energia. In Europa sono attivi attualmente quasi 400 impianti di termovalorizzazione/incenerimento, in 18 nazioni. In alcune situazioni, impianti di questo genere sono da tempo inseriti in contesti urbani, ad esempio a Vienna, Parigi, Londra, Copenaghen.


L'inceneritore di Vienna


Paesi quali la Svezia (circa il 45% del rifiuto viene incenerito), Svizzera (circa 100%), Danimarca (~50%) e Germania (~20%) ne fanno largo uso; in Olanda (in particolare ad Avr e Amsterdam) sorgono alcuni fra i più grandi inceneritori d'Europa, che permettono di smaltire fino a un milione e mezzo di tonnellate di rifiuti all'anno (circa 33% del totale). In Olanda comunque la politica - oltre a porsi l'obiettivo di ridurre il conferimento in discarica di rifiuti recuperabili - è quella di bruciare sempre meno rifiuti a favore di prevenzione, riciclo e riuso (ad esempio mediante incentivi, come cauzioni e riconsegna presso i centri commerciali sul riutilizzo delle bottiglie di vetro e di plastica).


La prevenzione dei rifiuti consiste in un insieme di politiche volte a disincentivare, penalizzare economicamente o addirittura vietare la produzione di materiali e manufatti a ciclo di vita molto breve e destinati a diventare rifiuti senza possibilità di riuso. Soggetti interessati possono quindi essere tanto le imprese quanto i comuni cittadini, incentivati a ridurre a monte la produzione dei rifiuti, ad effettuare la raccolta differenziata. Oltre ad uno stimolo "etico", tali soggetti possono anche essere incentivati da una riduzione della TARSU (la tassa sui rifiuti solidi urbani), ad esempio quando ricorrano al compostaggio domestico (si consideri che la frazione organica è comunque una parte molto significativa dei rifiuti delle famiglie).

Il successivo passaggio, che peraltro già sta dando buoni risultati in Toscana ed in Emilia, è quello di far pagare la tassa dei rifiuti sulla produzione reale. Per ora l'imposta è calcolata sui metri quadrati delle abitazioni, ma è possibile ragionare sulla quantità, (un esempio del genere può essere Bolzano) o la raccolta differenziata a domicilio. Al riguardo occorre dire che è strategica la pulizia delle strade (il cosiddetto spazzamento) per conferire anche l'aspetto "estetico" all'intera operazione.

Per le emergenze ci sono sempre le isole. Cioè aree nelle quali è possibile lasciare i rifiuti che eccezionalmente vengono prodotti o che non possono restare in casa per più di un giorno, oppure il ritiro a domicilio di materiali ingombranti o speciali su prenotazione.

Di decisiva importanza sono le modalità e le filiere per il trattamento dei rifiuti solidi urbani, secondo le attuali politiche di gestione in Italia siamo molto indietro e non solo si ricicla con difficoltà ma non si commercializza adeguatamente il prodotto riciclato.

Va infine detto che per quanto riguarda l'incenerimento le moderne tecnologie consentono il recupero dell'anidride carbonica per uso industriale (vedi Marghera) e l'uso delle ceneri per materiali edilizi. Pertanto in una situazione ideale, poniamo con i dati di Ladispoli, soltanto 2000 tonnellate di rifiuti anno (sulle 22000 totali) dovrebbero essere bruciate, esse darebbero corso ad un piccolo recupero energetico con la termovalorizzazione ed economico con la vendita di CO2 per uso industriale e producendo circa 500 tonnellate di ceneri in gran parte utilizzabili in edilizia (a seconda delle scelte tecnologiche) che praticamente azzererebbero il problema rifiuti. Nell'arco degli anni si potrebbe anche ottenere la bonifica della discarica di Cupinoro.

Va detto che per la giusta prevenzione sugli effetti nocivi, eventualmente presenti in forma di nanopolveri ed altri inquinanti dannosi, vanno sviluppati Sorveglianza e Rilevazioni epidemiologiche costanti e trasparenti. In ogni caso si tratta di programmi che richiedono molti anni per essere sviluppati ma si realizzerebbe quel processo "filosofico" della responsabilità dei cittadini su energia e rifiuti: ognuno dovrebbe produrre l'energia che consuma e smaltire i suoi rifiuti, creando quel collegamento diretto tra azione e risultati che responsabilizza ognuno di noi.


Franco Di Antonio
Coordinatore Circolo PD di Ladispoli

di: TF Press


 Ladispoli: L'Economia Circolare
letture: 1860
22 ottobre 2019 di EFER
bus navetta potenziatiLadispoli: Interruzione linea Ladispari - Maccarese dal 30 ottobre a 2 novembre PER
letture: 2001
16 ottobre 2019 di simonilla
 Ladispoli: I Cristalli: un mondo da conoscere
letture: 2305
24 giugno 2019 di EFER
 Ladispoli: REFLESSOLOGIA PLANTARE - evento gratuito Ivana Passeri ne parla con noi Presso la Caffetteria dell' Hotel Villa Margherita - Via Duca degli Abruzzi 143 Ladispoli
letture: 2580
30 maggio 2019 di EFER
 Ladispoli: Incontro con l'autrice del libro "Le donne aprono il cielo". Parliamo con la Dssa Francesca Serra
letture: 2332
20 maggio 2019 di EFER
Stazione Ladispoli/CerveteriLadispoli: Stazione Cerveteri/Ladispoli, lavori per stazione rinnovata e più accessibile Tecnici al lavoro dal 10 marzo all'11 maggio e modifiche alla circolazione di alcuni treni della FL5 Roma-Grosseto
letture: 2149
09 marzo 2019 di simonilla
Stazione Cerveteri LadispoliLadispoli: Lavori in corso alla stazione Cerveteri Ladispoli
letture: 1665
08 novembre 2018 di simonilla
No SprarLadispoli: ZICCHIERI (NCS): Massimo sostegno al sindaco di Ladispoli Alessandro Grando "Massimo sostegno da parte mia a l Sindaco Grando (NCS) e a tutto il gruppo di NCS a Ladispoli
letture: 1761
08 ottobre 2017 di pinopress
Luca QuintavalleLadispoli: Luca Quintavalle (NCS) NO SPRAR Il comune di Ladispoli non deve aderire e non aderirà allo SPRAR.
letture: 1601
08 ottobre 2017 di pinopress
quintavalleLadispoli: DEVECCHIS (NCS) TOGLIE OGNI DUBBIO E AVALLA LA POSIZIONE DEL COORDINATORE CITTADINO LUCA QUINTAVALLE Ladispoli 21 Settembre 2017 - Massima fiducia al gruppo NCS di Ladispoli; al coordinatore Comunale e Consigliere Luca Quintavalle; al Sindaco Alessandro Grando.
letture: 1330
21 settembre 2017 di pinopress








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
La Formia Rifiuti zero può diventare un giorno una municipalizzata che gestisca il ciclo dei rifiuti sull'intero territorio del sud-pontino?
letture: 1021
05 dicembre 2019
Ad Itri il prossimo 5 Gennaio Terza Edizione per Notte di Luci al Centro Storico.
letture: 1277
03 dicembre 2019
Secondo appuntamento per la settima stagione di Confronti
letture: 1959
03 novembre 2019
Sanità nel Lazio ed in provincia. Quale futuro?
letture: 1941
21 ottobre 2019
All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 7696
02 ottobre 2019
Marc Luyckx Il Ritorno del Sacro Femminile
letture: 1682
01 ottobre 2019
Forza Nuova Fondi condanna quanto avvenuto in via Valmaiura
letture: 1939
22 settembre 2019
La Resistenza e i movimenti antifascisti e la nascita e l'evoluzione dell'Unione Europea
letture: 2216
20 agosto 2019
Formia Città Aperta: La comunicazione istituzionale e la propaganda di un assessore inutile (2)
letture: 3282
26 luglio 2019
Ad Itri arriva Voglia di Varietà l'esilarante Spettacolo di Mario Bianchi
letture: 2300
20 luglio 2019