Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 08/11 al 06/01 Roma: Corrado Cagli in mostra a Roma
letture: 1262
dal 13/11 al 19/11 Spettacoli e Cultura: Padiglione Europa
letture: 816
16/11 Formia: Secondo appuntamento per la settima stagione di Confronti
letture: 1179
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 4572
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.601
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
mercoledì
13
novembre
S. Florido V.
Compleanno di:
sex carloilgrand...
sex dany12
sex halley
sex hormiai76
sex milco72
sex piccola
nel 1886: Heinrich Hertz tiene una dimostrazione della trasmissione di energia tramite onde elettromagnetiche. Dal fisico tedesco prende il nome l'unità di misura della frequenza delle onde elettromagnetiche.
nel 1946: Sul monte Greylock in Massachussetts, negli Stati Uniti, viene prodotta per la prima volta la neve artificiale.
nel 1988: il francese Alain Prost su McLaren, vince il Gran Premio d'Australia e si laurea Campione del Mondo di F1
dw

Home » News » Lo scrigno di TF » Sdoganiamo Gigione!
martedì 04 settembre 2018
Sdoganiamo Gigione!
letture: 2169
Data evento: domenica 09 giu 2002
Lo scrigno di TF: Quest'anno mi sono perso la festa del patrono, e mi spiace anche per i fuochi (che tanto anche se dall'altra parte del golfo lì fanno più lunghi, la sfida la vinciamo sempre noi...) oltre che per Riccardo e gli amici "un po' più belli degli altri" (immagino lo spettacolo...). Sembra brutto parlare di campanili ora che siamo globalizzati, ma finisce così: Bovè comincia a fare la guerra per il formaggio francese all'assalto del BigMac tiranno, e si finisce col ritrovarsi Le Pen al ballottaggio, e di qua dalle Alpi, Biscardi che canta l'inno nazionale.
Quest'anno però la festa del patrono ha avuto la concorrenza della festa del nuovo sindaco, due giorni dopo e sempre in piazza. Bandiere di Forza Italia (che sarà il periodo, ma tirano molto), ovazioni, abbracci: un successo. E c'è da scommettere che nell'ultima settimana, ha avuto più richieste di intercessione Massimo Magliozzi che Sant'Erasmo. Di sicuro molte signore preferiscono farsi scattare una foto col sindaco piuttosto che con la statua del santo, anche se entrambe non vengono molto espressive di fronte all'obiettivo.

Oltre alle noccioline, allo shaker e ai petardi, quello che non manca mai in una festa di patrono, oltre al suddetto patrono, è lo spettacolo della sera in piazza.
Qui da noi le cose in grande proprio non le fanno. Nemmeno ci provano. Pensavo che il culmine fosse stato quando vennero i gloriosi Jalisse, ma non bastò: venne anche la dimenticabile Annalisa Minetti, e se non ricordo male, persino i superabilissimi New Trolls.
Roba da rimpiangere l'annata del mitico Little Tony. Ragazzi, non potrò mai perdonarmi di aver perso l'autografo dell'Elvis dei poveri. Avrò avuto una decina d'anni, e ricordo ancora l'ovazione di popolo quando scese dalla Cadillac bianca, col suo carico di sei quintali di lacca sul ciuffo.
Anche dall'altra parte del Golfo, nella stessa serata, non sono da meno pure provando ad essere più fighetti: per esempio, chiamando Anna Oxa, di cui tutti ricordiamo i bellissimi tappeti persiani sui quali si esibisce ricoperta di O'Friol, o gli strimpellanti Gazosa, cinque mocciosi che ci fanno volentieri rimpiangere i tempi del lavoro minorile.
Stavolta hanno portato sul palco addirittura Amedeo Minghi. Noi, immodestamente, abbiamo contrattaccato con Rita Forte, oltretutto talento indigeno, essendo nata a Terracina. Si, è un po' da piano bar, però ci sa fare, altrimenti non la chiamerebbero ogni settimana a Buona Domenica. O forse è il contrario, ma lasciamo perdere.

Quello che mi preme dire è che nessuno ha ancora il coraggio di chiamare l'unico artista con la a minuscola in grado di riempire biecamente la piazza: Gigione. Una star ciociara del centro-sud, autore di perle come "La campagnola", "O' Mercedès", "Lecca Lecca", "Zugt-zù" e tante ancora.
Porca vacca, abbiamo sdoganato tutto in questo Paese, ma Gigione no.
La vox populi sostiene che dietro all'esclusione di Gigione dal palco della festa del patrono ci sia addirittura il veto dell'arcivescovo in persona, che ritiene l'artista "volgare" per la sacralità dell'evento. Come se mettere i Jalisse sul palco, non fosse una bestemmia al Creato!
Che poi Gigione, mia personale scoperta dal fantasmagorico mondo delle tv locali, non è "volgare", ma quasi esemplare, autentico. Col suo cappelletto con visiera da cui scende sulla nuca ciò che rimane dei suoi capelli (che forse sono tutt'uno col cappello, ormai), i suoi movimenti scomposti, la mimica chiaramente e goffamente ammiccante, i doppi sensi ben poco velati, i racconti dei suoi mitici concerti in America, il suo frasario popolare, popolano ma mai populista, è ormai assunto a personaggio di se stesso.
Il figlio che si porta dietro, tale Donatello, tipico neomelodico scontato con canzoni di amori telefonici e ragazze incinte e piangenti, non regge il confronto. Il pacioso maestro Visciano, un calvo paffuto che lo accompagna alla pianola in un malcelato playback, gli fa ogni tanto da spalla. Il pubblico, che più popolare non si può, vale da solo la visione del programma.
Ma la star è lui, che è arrivato dove è arrivato col sudore della fronte (cito dalla biografia sul suo sito) e traducendo "a modo suo" canzoni di Madonna e successi dance.
A modo suo, vuol dire in dialetto napoletano-ciociaro, e riempiendole di doppi sensi, fregnone di paese, padri della sposa, mercedés rubati e persino padre pio (nella devota canzone, sempre cantata col solito profano e ormai cronico ancheggiare, e citando la "Casa del Sollievo e della sofferenza", dove la congiunzione di troppo suona minacciosa).
Un misto di dance-folk popolare. Che, mano male, non pretende la prima serata di Raiuno, ma spopola dove è giusto che stia, nei palchi di paese, su TeleA o in una vecchia puntata del Costanzo Show. Gigione, in fondo, è brutto, un po' stonato, parecchio burino, ma è di sicuro più vero di tanti burattini plastificati che popolano le nostre classifiche e le playlist.
Nello stitico panorama musicale, le canzoni di Gigione sono una sonora scorreggia: orrenda, cafona e volgare quanto si vuole ma profondamente disperatamente autentica e liberatoria.

Allora, visto che siamo in periodo, approfitterei per fare anch'io una mia modesta richiesta al nostro sindaco di tutti (che poi anche se non è di tutti, lo è del 60% compresi un po' di miei amici e parenti, e ciò basta e avanza).
Sdoganiamo Gigione. Diamogli la piazza di Gaeta, abbandoniamoci al corpo sciolto musicale, rifugiamoci nella "Campagnola". Se per la festa De Gregori o Paolo Conte non sono disponibili, almeno diamo al popolo Gigione.
Non sarà Bob Dylan, ma meglio lui che le Lollipop.

[Luca Di Ciaccio]




***
Pubblicato su TeleFree.it il 9 giugno 2002
***

di: Luca Di Ciaccio


Treni d'ItaliaLo scrigno di TF: Treni d'Italia (2)
letture: 2813
01 novembre 2018 di lince
Tomba di Tullìola: ruderiLo scrigno di TF: Una seconda dipartita? La Tomba di Tullìola versa in gravi condizioni (6)
letture: 3393
04 settembre 2018 di Antonello Fronzuto
IncendioLo scrigno di TF: Formia, la Città dei cortocircuiti Un ennesimo cortocircuito, questa notte, ha provocato danni ad un'altra struttura commerciale. (15)
letture: 7457
03 settembre 2018 di tank
massimo magliozziLo scrigno di TF: E Gaeta si consegnò alla destra, ma tornò alla vecchia Dc. il Polo di Magliozzi conquista la città al primo turno. Debacle del centrosinistra dopo 8 anni. L'importante è cambiare? (6)
letture: 2506
02 settembre 2018 di Luca Di Ciaccio
Formia: spiaggia di VendicioLo scrigno di TF: Vendicio, sarebbe un vero scempio se... Lo spettro della cementificazione è tra noi. (6)
letture: 3743
02 settembre 2018 di Antonello Fronzuto
Lo scrigno di TF: Pedemontana: dire come stanno le cose.
letture: 1563
01 settembre 2018 di Enrico D'Angelis
Gaeta: darsena di San CarloLo scrigno di TF: Unicuique suum/2 A Formia gli inerti, a Minturno i divani. e a Gaeta? (10)
letture: 3301
01 settembre 2018 di Antonello Fronzuto
tankLo scrigno di TF: Bagnoli-Penitro. La votazione, una vittoria notevole per la città di Formia Libere considerazioni sul ruolo di internet e di TeleFree e sul Consiglio Comunale del 14 novembre 2005. (10)
letture: 2786
31 agosto 2018 di tank
elezioni 02Lo scrigno di TF: Diario da Gaeta/ Voti, promesse e sanatorie
letture: 1974
31 agosto 2018 di Luca Di Ciaccio
frittataLo scrigno di TF: Gli Uomini, che mascalzoni!... E le Donne? Rosa Russo Jervolino, Grazia Francescato, Maria Palumbo, Eleonora Zangrillo, Erminia Cicione, Maria Rita Manzo, ecco le Signore che stanno preparando la grande frittata (9)
letture: 2885
30 agosto 2018 di tank








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
locandina compromessi sposi
I compromessi paesani
letture: 3255
30 gennaio 2019
gaeta
Luminarie e scion scion (1)
letture: 3193
06 gennaio 2019
sciuscio con nino granata
Intervista a Nino Cocchetto: ho salvato glie sciuscie
letture: 4674
31 dicembre 2018
gaeta
"Storie di un paese di mare", la Gaeta minima che tutti sanno ma nessuno vede
letture: 2086
25 ottobre 2018
scimmie
La via formiana allo spinello (5)
letture: 2051
18 ottobre 2018
antonio ciano
La verità su TMO e il Masaniello dell'etere
letture: 4219
05 ottobre 2018
scissure
Famiglie, nudisti e rave party: la doppia vita di una spiaggia
letture: 6797
28 settembre 2018
gaeta
L'estate del nostro scontento
letture: 2262
06 settembre 2018
Sdoganiamo Gigione! (2)
letture: 2170
04 settembre 2018
massimo magliozzi
E Gaeta si consegnò alla destra, ma tornò alla vecchia Dc. (6)
letture: 2506
02 settembre 2018


Commenti: 2

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2019 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2019 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it