Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 12308
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 5126
29/01 Golfo di Gaeta: Anche Illuminiamoci di musica, aiuta i Daini del Circeo!
letture: 198
dal 08/02 al 01/03 Itri: Ad Itri torna Sipario d'Autore Rassegna d'Arte e Spettacolo.
letture: 580
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.609
visitatori:325
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
mercoledì
29
gennaio
S. Costanzo V.m.
Compleanno di:
sex ALEXD
sex billyab
sex giovannadarc...
sex ottone3000
sex prenospera
sex puma
sex socialistina...
sex ulix
sex xedos
nel 1613: Galileo Galilei osserva per primo Nettuno, pur inconsapevole della scoperta.
nel 1981: Si corre la prima maratona di Londra,vince il norvegese Simonsen.
nel 1987: Il settimanale medico americano "Physician's weekly" sostiene che il famoso sorriso de "La Gioconda" di Leonardo Da Vinci, è causato da: "una paralisi facciale conseguente all'infiammazione di un nervo posto dietro l'orecchio"
dw

Home » News » Webzine » Scuola e società » Le tre "P" del ministro Fioron...
domenica 09 settembre 2007
Le tre "P" del ministro Fioroni
Precarietà, privato, presidi manager
letture: 2018
Partito di Alternativa Comunista
Partito di Alternativa Comunista
Scuola e società: di Fabiana Stefanoni

Probabilmente, al ministro Fioroni non è mai passato per la testa di assistere a una delle convocazioni annuali dei precari della scuola, quando - a fine agosto o inizio settembre a seconda della provincia - a ogni insegnante è dato di scoprire se e dove dovrà prendere servizio entro pochi giorni.
Meglio per lui. Si troverebbe di fronte centinaia e centinaia di insegnanti infuriati, alle prese con indecifrabili regolamenti, ansiosi di sapere per quanto ancora dovranno campare col sussidio di disoccupazione, impegnati a consultare atlanti stradali per capire come conciliare le nove ore settimanali nell'istituto sull'Appennino con le nove in un altro sulle rive del Po. E poi vedrebbe quanti, soprattutto tra i docenti precari della scuola secondaria, hanno i capelli grigi, in attesa da decenni dell'assunzione in ruolo, dopo essere scivolati in graduatoria a causa di famigerati decreti retroattivi che più di una volta hanno ribaltato i punteggi, radendo al suolo le speranze di assunzione di molti. In alcune classi di concorso, l'età media del passaggio in ruolo è più vicina ai cinquanta che ai quaranta: una situazione destinata ad aggravarsi con i tagli degli organici e con l'innalzamento dell'età pensionabile.

La scuola privata esulta
Comprensibilmente, Fioroni preferisce assistere a spettacoli più graditi, come il meeting di Comunione e Liberazione di Rimini, dove è stato ovviamente osannato. Queste le reazioni di uno dei presenti, Vittadini, presidente della fondazione per la sussidiarietà: "Il ministro ha compiuto un passaggio enorme, non un contentino ma la parità economica tra scuole statali e non statali, e questa è per noi la linea Maginot, una novità epocale..." (Corriere della Sera, 26 agosto). Non solo, infatti, sono aumentati i contributi statali alle scuole private ma, per la prima volta, verranno estesi anche alle scuole superiori: un regalone al Vaticano, dato che la gran parte degli istituti privati sono cattolici e gestiti dalla Chiesa.
Questo avviene mentre, contestualmente, la Finanziaria vecchia e quella in arrivo prevedono pesantissimi tagli alla scuola pubblica, con conseguente drastica riduzione degli organici. Ogni insegnante o lavoratore della scuola sa bene qual è la tragica realtà degli istituti pubblici di ogni ordine e grado: strutture fatiscenti, laboratori e aule inagibili, materiale che manca. Il fatto che, a fronte di una situazione di questo tipo, il ministro Fioroni dispensi generosamente regali ai privati fa parte di un disegno ben preciso: inserire la scuola privata a pieno titolo nel sistema pubblico d'istruzione.
È stato il precedente governo di centrosinistra, con le leggi di Parità scolastica del 1999, a equiparare di diritto le scuole private a quelle pubbliche. Con Fioroni, si serve l'ultima portata e il pranzo è completo: ora le scuole private, con i contributi economici statali diretti - che si affiancano alle già esistenti borse di studio per gli alunni, ricchi, che le frequentano - sono equiparate alle pubbliche anche di fatto. Ciò significa che presto avremo una scuola privata di qualità (grazie alle salatissime rate che pagano gli studenti che la frequentano) riservata ai figli dei ricchi, una scuola pubblica scadente e sempre più fatiscente, da lasciare agli studenti impossibilitati a sborsare migliaia di euro all'anno. Non è un caso che il figlio del cattolicissimo ministro Fioroni, diplomatosi l'anno scorso, frequentasse un cattolicissimo istituto superiore privato...
Tutto questo si associa al fatto che le stesse scuole pubbliche verranno trasformate, come annunciato a più riprese dallo stesso ministro, in fondazioni, con l'entrata di imprese e privati nella gestione economica e didattica delle stesse: in altre parole, anche la scuola pubblica sarà sempre più privata. Nemmeno il governo precedente, con la Moratti, si era spinto tanto in là: il processo di smantellamento della scuola pubblica conosce con Prodi e Fioroni il punto più alto finora raggiunto. Questo è possibile grazie, anzitutto, alle politiche concertative dei sindacati confederali e all'avallo della cosiddetta sinistra radicale di governo, Rifondazione e Sinistra Democratica in primis: il ritiro sciagurato dello sciopero dei confederali del 4 giugno in cambio di un miserrimo contentino in busta paga ha permesso a Fioroni di sferrare l'attacco finale all'istruzione pubblica e ai lavoratori della scuola.

Fannullone a chi?
Le condizioni di vita e di lavoro dei lavoratori della scuola sono in costante e rapido peggioramento. Oltre ai decenni di precariato - nei quali mesi di lavoro si alternano a mesi di disoccupazione (i più fortunati solo tre all'anno) e con la paga incerta (la retribuzione delle cosiddette supplenze brevi, cioè su chiamata degli istituti, arrivano spesso con mesi di ritardo) - anche per i docenti in ruolo non è tutto rose e fiori. Fioroni, in continuità con la Moratti, ha aumentato ulteriormente il numero di alunni per classe: in alcuni istituti questo non farà altro che aggravare i fenomeni di "bullismo", di cui tanto si parla, con conseguente peggioramento, oltre che della didattica, anche delle condizioni di lavoro degli insegnanti (le classi di 27-30 alunni stanno già diventando la norma e Tommaso Padoa Schioppa, l'altroieri, ha fatto cenno a un suo sogno di classi di 40 alunni, secondo un imprecisato "modello coreano"...). Non solo: a fronte del caro vita, i bassi stipendi, specie nelle grandi città, non sono sufficienti nemmeno ad arrivare a fine mese (a Milano, la paga mensile di un insegnante coincide con l'affitto di un trilocale in periferia).
Ha dell'incredibile, di fronte a una situazione di questo tipo, l'ignobile campagna lanciata dal ministero dell'Istruzione, con il solerte contributo di zelanti intellettuali milionari, contro gli "insegnanti fannulloni". Si tratta di una manovra evidente per giustificare i provvedimenti che il ministro sta prendendo in questi giorni, a partire dalla definitiva "aziendalizzazione" degli istituti: il preside diventa sempre più un manager a pieno titolo, con la possibilità di sospendere, in modo discrezionale quasi fosse il "datore di lavoro", gli insegnanti "indisciplinati", senza nemmeno consultare il collegio docenti. Se consideriamo che, di recente, quando ancora tanto potere i presidi non lo avevano, un insegnante di un istituto nel milanese è stato sospeso per aver costruito con gli studenti un percorso contro la guerra, non osiamo immaginare le implicazioni di questa nuova misura. Altrettanto incredibili sono le timide reazioni di Rifondazione e Cgil: quasi non stesse succedendo nulla di grave, Liberazione, il quotidiano di Rifondazione, delega a Bifo il compito di fare le pulci al ministro in un articoletto autobiografico, mentre la Cgil si limita a parlare di "luci e ombre" ("misure positive e qualche sorpresa amara").

È ora di fermare lo smantellamento della scuola pubblica! È ora di fermare gli attacchi ai lavoratori del governo Prodi! Anche la scuola necessita subito di un grande sciopero generale, per dire no ai tagli alla scuola pubblica, contro i finanziamenti statali alle scuole private, per l'assunzione in ruolo di tutti i precari, per consistenti aumenti salariali, per la riduzione del numero di alunni per classe!

di: Partito Comunista dei Lavoratori


VG sezione Turismo dell'Istituto Filangieri di FormiaScuola e società: Il Filangieri di Formia in stage presso il TTG di Rimini La formazione è stata svolta dalla prof.ssa Di Micco Caterina con il Tour Operator D'Anella Nicoletta Katia.
letture: 1872
21 ottobre 2019 di ElioRusso
Facciata del Ministero Pubblica Istruzione in Via Trastevere-ROMAScuola e società: Richiesta emanazione legge per nomina a tempo indeterminato.dei docenti precari I docenti precari scrivono al Dott. Bussetti Marco, Ministro dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
letture: 2396
13 aprile 2019 di descartes
Il Dir. Scol. Prof.ssa Rossella MontiScuola e società: Convegno all' IPIA "E. Fermi" di Formia sede associata dell'I.I.S. "Fermi - Filangieri"
letture: 2353
29 marzo 2019 di ElioRusso
Studenti dell'IIS Fermi-FilangieriScuola e società: Al Filangieri il Progetto "Economicamente" promosso da ANASF (Associazione Nazionale dei Consulenti Finanziari) vedrà coinvolti circa 100 alunni dell'Istituto I.I.S Fermi Filangeri di Formia.
letture: 2886
11 febbraio 2019 di ElioRusso
L'IIS Fermi-FilangieriScuola e società: Progetto del MIUR "Fisco e Scuola" con l'Ag. delle Entrate all'IIS Fermi-Filangieri di Formia Si svolgerà nell'a.s. 2018-2019
letture: 21692
01 dicembre 2018 di ElioRusso
Prof. C. Di Micco-Dott.ssa E. Bozzella-Dir. Scol. R. MontiScuola e società: Alternanza Scuola-Lavoro al Filangieri Cerimonia conclusiva di Fine Anno
letture: 3759
11 giugno 2018 di ElioRusso
Dirigente Rossella Monti-Presidente Mauro Cernesi-Prof. Di Micco C. - Dott. Palmaccio M.Scuola e società: Parte lo Stage Aziendale per gli studenti dell'I.T.E. "G. Filangieri" di Formia Firmato oggi il Protocollo d'Intesa e il C.T.S. con l'Ordine dei Dottori Commercialisti di Cassino
letture: 2008
15 ottobre 2017 di ElioRusso
Erano solo invenzioni?Scuola e società: Lezioni gender Impossibile esonerare i figli
letture: 1437
23 maggio 2017 di marinta
studenti della 3 G TURISMOScuola e società: Gli Studenti del FILANGIERI di Formia Apprendisti Ciceroni 25ª Edizione Giornate FAI di Primavera
letture: 1934
26 marzo 2017 di ElioRusso
Grimaldi Lines - Cruise RomaScuola e società: Formia / Alternanza scuola-lavoro stage Formativo con la Grimaldi Lines -Cruise Roma - dell'Istituto Tecnico Economico Filangieri di Formia
letture: 2230
17 febbraio 2017 di ElioRusso








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
IL PCL E I REFERENDUM
letture: 1499
04 agosto 2016
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Attenzione alle inezie
letture: 1540
06 aprile 2016
Cinque anni dopo la Primavera Araba il centro ovest della Tunisia torna ad infiammarsi
letture: 1446
23 gennaio 2016
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Tunisia: quando il fuoco cova sotto la cenere
letture: 1528
23 gennaio 2016
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Sull'uscita di Falcemartello da Rifondazione Comunista
letture: 1730
14 gennaio 2016
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Lettera aperta alle compagne e ai compagni di Rifondazione Comunista
letture: 1714
22 novembre 2015
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Il vero volto del grillismo, (1)
letture: 1502
07 novembre 2015
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Se questa è Chiesa.
letture: 1806
28 agosto 2015
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Il tradimento di Tsipras
letture: 2108
14 luglio 2015
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Fmi e Ue prendono per il collo il popolo greco.
letture: 2484
29 giugno 2015