Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
25/09 Terracina: "GET AP" Strategie per una cittadinanza globale nell'agro pontino
letture: 200
18/10 Roma: Il Senato della Repubblica ospita il Premio Mondiale "Tulliola Renato Filippelli"
letture: 8083
18/10 Gaeta: L'ultimo buncker
letture: 2707
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.590
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
lunedì
23
settembre
S. Pio da Pietralcina
Compleanno di:
sex futureaction
sex RIONERIOFRES...
sex ritalarocca
nel 1846: L'astronomo tedesco Johann Gottfried Galle avvista un nuovo pianeta, viene chiamato Nettuno.
nel 1930: Viene brevettato il flash per macchine fotografiche. Una sorta di piccola lampadina, monouso.
nel 1952: Rocky Marciano stende al 13° round Jersey Joe Walcott, a Filadelfie, e diventa campione mondiale dei massimi. Lo rimarrà fino al 27 aprile 1956 quando si ritirerà, imbattuto.
dw

Home » News » Webzine » Scuola e società » Smonta il bullo!
mercoledì 28 febbraio 2007
Smonta il bullo!
Un contratto sociale per la legalità. La preoccupazione dei dirigenti scolastici pontini.
letture: 3212
Il Tavolo con Questore e Dirigente USP Latina
Il Tavolo con Questore e Dirigente USP Latina
Scuola e società: di Sergio Andreatta

Primo incontro tra Questura e Scuola Pontina.
Insieme per una progettazione educativa che non rinunci agli aspetti del contrasto del "bullying" e, se necessario, della sanzione.
La legalità nella società passa sempre attraverso quello che si pratica nei vari ambienti che la compongono, attraverso il clima di osservanza che si vive in famiglia, l'educazione che si promuove nella scuola e in altre agenzie complementari significative come gli oratori, le associazioni sportive e socioculturali. Passa anche dalla strada.
Ma nelle famiglie, almeno in alcune tra le molteplici tipologie di famiglia oggi esistenti, si fa conto e ci si affida all'istituzione-scuola non solo più per l'istruzione ma, si vorrebbe, anche per l'apprendimento della grammatica educativa necessaria ad una convivenza civile.
La famiglia vive nella società, partecipa ai suoi scenari, vive dei suoi valori trasversali, patisce i suoi limiti, registra i suoi allargamenti, soffre i suoi disagi.
La famiglia si specchia esistenzialmente nel simmetrico copione e solo se s'impegna nella migliore interpretazione del suo ruolo diventa capace di educare.
Più facile e meno impegnativo sembra diventare il compito se lo si delega ad altri, alla scuola. Ma certe funzioni non sono delegabili come assicura un articolo (art.33) della nostra Costituzione.
Consapevole, comunque, di questa funzione co-educatrice della scuola il nuovo questore di Latina, dr. Niccolò D'Angelo, ha voluto incontrare quella Pontina presso l'IPA di Borgo Piave. L'obiettivo nelle sue migliori intenzioni sarebbe quello di coinvolgerla nei processi di legalità e nel controllo del territorio.
L'adolescenza è un'età di passaggio, ingrata per certi versi, di crisi e turbamenti, di incertezza fisiologica ma, come ha scritto Françoise Dolto, l'adolescenza "età vulnerabile è anche meravigliosa".
Un'età d'oro per valorizzare le potenzialità educative del ragazzo e, al contempo, una fase di sfida. E come si fa, allora, a dire di no all'invito-appello di un questore che punta alla prevenzione e all'impegno costruttivo attraverso la partecipazione, non meno che alla repressione, quando questi nostri destinatari del servizio scolastico sono i giovani soggetti e affascinati dalle droghe, dal denaro facile e dalle suggestioni del consumismo?
Le implicazioni socio-psico-pedagogiche sono evidenti.
O affermiamo l'autonomia nella costruzione della personalità o è sconfitta. O affermiamo lo sviluppo e il successo della mente critica o è predisposizione alla subordinazione a qualcuno dei sempre nuovi cattivi maestri.
Al tavolo sono presenti con il questore la dirigente dell'U.S.P. di Latina Maria Rita Calvosa (assistita dalla dr.ssa Annamaria Martino) che, una squillante sciarpa rosa avvolta intorno al collo, coordina l'incontro; il vicequestore dr. Nicolino Pepe; il capo della Mobile dr. Fabio Ciccimarra; il sovrintendente a capo della Polizia di Prossimità Tommaso Malandruccolo; in sala i dirigenti scolastici o i facenti funzione delle istituzioni scolastiche della Provincia.
Il questore vorrebbe un significativo progetto interistituzionale per la legalità e la sicurezza attraverso un Protocollo d'intesa. Lo preoccupa il bullismo, la delinquenza minorile, il fenomeno delle baby-gang. Ma il bullismo, dall'inglese "bullying" per designare comportamenti anomali ( sia da "persecutore" che da "vittima"), non è né nuovo né soltanto minorile. C'è un bullismo "adulto", uno "indiretto" ed uno "diretto". E quest'ultimo è solo la manifestazione ultima di un bullismo indiretto che cresce silenzioso e omertoso come un terreno di cultura dell'illegalità. Quel terreno di cui hanno bisogno anche le organizzazioni malavitose che come serpi si sono insinuate nell'hinterland pontino per la realizzazione dei loro precisi interessi. Per un efficace contrasto serve allora, dice il questore, la collaborazione tra tutte le istituzioni, l'interscambio, il coraggio di scelte sociali coraggiose. E penso che le scelte pedagogiche debbano essere tra le più coraggiose, oltre che "nostre" più che ordinariamente della polizia. Ma, naturalmente, chi è poi legittimato a parlare per le famiglie prime interlocutrici? Il questore, si percepisce subito, è un uomo di valore con importanti trascorsi in Marche e a Roma; evoca a più riprese tanti concetti come quell'alterazione della "scala dei valori" che anche noi a scuola, osservatorio privilegiato, tocchiamo giornalmente con mano.
Il capo di gabinetto, il dr. Nicolino Pepe, un lungagnone a dispetto del nome che porta che gioca sornione con la sua cravatta come un commissario appena uscito da un giallo, va diritto al pratico con le sue nomenclature e per questa sua elementarità piace alla platea. Dopo aver introdotto un concetto di "sicurezza integrata", dove è necessario riconoscere sistematicamente, magari con un osservatorio, le fenomenologie legate al bullismo, parla di necessarie azioni di contrasto. Nelle libertà di movimento si nascondono maggiormente all'interno delle scuole, dice, i fenomeni di bullismo, con prevaricazione dei più grandi (differenza di età) sui più piccoli, dei più potenti sui più fragili per personalità. In alcune scuole sono state messe in funzione, dice, delle "cassette delle prepotenze" che raccolgono le segnalazioni dei soprusi o attivati degli "sportelli psicologici". Nella scuola che dirigo ce n'è uno da più di dieci anni, fa counseling gratuito ma ad esso non si rivolge mai, mi accorgo, chi ne avrebbe più effettivo bisogno. Anche la "Scuola-Genitori" era frequentata nella mia scuola, soprattutto, dai genitori più attenti e non da quelli cui era veramente destinata come supporto educativo. Come raggiungere, allora, certi genitori: questo è il vero, se non unico, sofferto dilemma di molte scuole.
Nicolino Pepe riassume concetti cui dovrebbero attenersi tutti i docenti, da quello dell'attenta osservazione delle dinamiche personali a quello delle modalità di aggregazione giovanile intorno a qualche interesse, alla vigilanza sui leader e sui gregari, all'individuazione delle vittime dei torti, all'uso di opportuni deterrenti ma non tutti gli insegnanti sono emuli del protagonista del film "L'attimo fuggente". La cravatta martoriata, Pepe termina poi lentamente come un vero commissario della letteratura gialla che si rispetti, con la frase... ai più incompresa: "Date una carota all'uomo e lo salveremo!". Mah?!... Certo che se do a qualcuno qualcosa di dolce per gratificarlo forse lo salverò, ma se gli do una... carota è più probabile che quegli pensi che gli sto dando del... coniglio e che ... non salvi me stesso.
Fabio Ciccimarra è il capo della mobile, un dottore rapato il che lo fa apparire molto giovane.
Anche lui prova a gettarsi in un'intricata analisi, quella della debolezza sociale e della solitudine del soggetto colpito da sopraffazione ma anche della iperprotettività dei genitori, sempre pronti come difensori d'ufficio di qualsiasi comportamento, anche pescato in flagrante, dei loro figli.
Ebbè, signori, Latina è proprio questa! Un quadro meno rassicurante di quanto possa apparire a qualsiasi analisi epidermica. Latina è terra di frontiera, ormai, tra la legalità quotidiana e una micro-illegalità diffusa e pervasiva che protegge e predica l'uso delle droghe con spinelli che circolano già in seconda media. Le chiese di Roma avevano sempre nella tradizione un cardinale come loro benevolo padrino, raffigurato spesso in un olio posto sopra l'atrio d'ingresso; i quartieri e i borghi di Latina nella loro neo-tradizioni hanno ben altri padrini di riferimento, famiglie e clan anche etnici che disegnano una mappa multicolore che non sfugge neanche più a un lettore di quotidiani. Il fenomeno è montante, se non ancora inarrestabile.
Tommaso Malandruccolo, anche lui della serie televisiva dei kojak pelati, sovrintende al coordinamento della polizia di quartiere. Ricorda il piano che sta portando avanti in venti scuole del capoluogo insieme alla polizia stradale e a quella scientifica. So personalmente come opera questo ligio poliziotto e come riesca efficacemente a coinvolgere anche gli alunni più piccoli servendosi di vari metodi e anche di animazioni e di inserti filmici (The butterfly effect) pur di... colpire. E coglie sempre nel segno! L'incontro tra Scuola Pontina e Polizia di Stato, nei suoi stati generali, è lungo, interessante e volge ormai al termine.
Tra i dirigenti scolastici trovano spazio gli interventi della dott.ssa Rita Leli del C.D. Aprilia II (LTEE02100X), un campione sicuramente attendibile come pochi, che invoca un osservatorio integrato e un aiuto dalla polizia di prossimità assente da quel contesto territoriale in emergenza; di Sergio Andreatta del C.D. Latina IV "C.Goldoni" (LTEE004006), già autore di diversi articoli sul fenomeno del bullismo (Attenti a quei bulli I, II, III, IV. Lo schiaffo felice dei bulli di Ciociaria. Il Questore e i cittadini. Altri) che prospetta l'esigenza di una maggiore vigilanza da parte dei docenti soprattutto delle superiori, l'attivazione di più percorsi di contrasto e di significativo decondizionamento, considerato che sui genitori "sbagliati" (dal noto libro di A.Berge) non si può fare, purtroppo, affidamento. L'autonomia consente, poi, ad ogni singola Istituzione di rivedere il Regolamento Scolastico includendovi più appropriate misure di sanzione disciplinare. La prof.ssa Rosangela Tremiterra preside dell'I.P.S.I.A. "E. Mattei" (LTRI02000R), un personaggio pittoresco e al contempo eroico, denuncia molto coraggiosamente cosa può accadere in una scuola superiore di Latina dove si combattono battaglie tra bande di ragazzi, che non sono più quelli della Via Paal, per il predominio violento sul territorio.

Vuoi smontare il bullo (www.smontailbullo.it)? Chiama il numero verde 800669696 del Ministero della Pubblica Istruzione.
http://www.andreatta.it

di: Sergio Andreatta


Facciata del Ministero Pubblica Istruzione in Via Trastevere-ROMAScuola e società: Richiesta emanazione legge per nomina a tempo indeterminato.dei docenti precari I docenti precari scrivono al Dott. Bussetti Marco, Ministro dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
letture: 2248
13 aprile 2019 di descartes
Il Dir. Scol. Prof.ssa Rossella MontiScuola e società: Convegno all' IPIA "E. Fermi" di Formia sede associata dell'I.I.S. "Fermi - Filangieri"
letture: 2180
29 marzo 2019 di ElioRusso
Studenti dell'IIS Fermi-FilangieriScuola e società: Al Filangieri il Progetto "Economicamente" promosso da ANASF (Associazione Nazionale dei Consulenti Finanziari) vedrà coinvolti circa 100 alunni dell'Istituto I.I.S Fermi Filangeri di Formia.
letture: 2762
11 febbraio 2019 di ElioRusso
L'IIS Fermi-FilangieriScuola e società: Progetto del MIUR "Fisco e Scuola" con l'Ag. delle Entrate all'IIS Fermi-Filangieri di Formia Si svolgerà nell'a.s. 2018-2019
letture: 21520
01 dicembre 2018 di ElioRusso
Prof. C. Di Micco-Dott.ssa E. Bozzella-Dir. Scol. R. MontiScuola e società: Alternanza Scuola-Lavoro al Filangieri Cerimonia conclusiva di Fine Anno
letture: 3582
11 giugno 2018 di ElioRusso
Dirigente Rossella Monti-Presidente Mauro Cernesi-Prof. Di Micco C. - Dott. Palmaccio M.Scuola e società: Parte lo Stage Aziendale per gli studenti dell'I.T.E. "G. Filangieri" di Formia Firmato oggi il Protocollo d'Intesa e il C.T.S. con l'Ordine dei Dottori Commercialisti di Cassino
letture: 1826
15 ottobre 2017 di ElioRusso
Erano solo invenzioni?Scuola e società: Lezioni gender Impossibile esonerare i figli
letture: 1317
23 maggio 2017 di marinta
studenti della 3 G TURISMOScuola e società: Gli Studenti del FILANGIERI di Formia Apprendisti Ciceroni 25ª Edizione Giornate FAI di Primavera
letture: 1780
26 marzo 2017 di ElioRusso
Grimaldi Lines - Cruise RomaScuola e società: Formia / Alternanza scuola-lavoro stage Formativo con la Grimaldi Lines -Cruise Roma - dell'Istituto Tecnico Economico Filangieri di Formia
letture: 2089
17 febbraio 2017 di ElioRusso
Entra e firmaScuola e società: Spettacolo "Gender" per bambini delle elementari e medie Genitori e Ass. manifestano contro
letture: 1479
30 gennaio 2017 di marinta








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Come il Daily riferisce il tragico fatto sminuendolo,
Arandora Star, la cattiva memoria.
letture: 2047
22 luglio 2019
Convegno Missionario Diocesano a Latina
Convegno Missionario Diocesano 2018 a Latina
letture: 1656
01 dicembre 2018
Latina, Ritratto di Città (copertina)
Fabio Benvenuti, LATINA, Ritratto di Città
letture: 1390
27 novembre 2018
Il teologo luterano  prof. Martin Wallraff
"Protestantesimo e cultura italiana"a 500 anni (1517/2017) dalla Riforma di Martin Lutero
letture: 2135
15 dicembre 2017
Giorgio_Bozza, Camminare nella propria anima
Giorgio Bozza, Camminare nella propria anima
letture: 2160
11 dicembre 2017
Il reparto del tenente Albino Antonelli sul fronte greco-albanese.
Entri dal cancello con l'istinto della fuga...
letture: 1667
12 ottobre 2017
Samaritana al pozzo, opera di Giorgia-Eloisa Andreatta, 2017
"La Samaritana al pozzo", iconografia di Giorgia-Eloisa Andreatta
letture: 2761
15 marzo 2017
La Cascina Antica, luogo del martirio
Il martirio della ragazzina
letture: 1770
08 luglio 2016
Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi
Ho giurato sulla Costituzione (9)
letture: 2094
20 maggio 2016
Mons. Felice Accrocca
Don Felice Accrocca neo arcivescovo metropolita di Benevento
letture: 2430
16 maggio 2016


Commenti: 2

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2019 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2019 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it