Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 26/02 al 01/11 Sermoneta: Giardino di Ninfa, via alle prenotazioni online
letture: 24990
dal 23/05 al 01/11 Cisterna: Il giardino di Ninfa riapre con nuove regole e un nuovo calendario
letture: 15972
dal 01/10 al 31/10 Gaeta: Un mese tutto rosa per la prevenzione
letture: 2747
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.627
visitatori:332
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
lunedì
26
ottobre
S. Evaristo P.
Compleanno di:
sex BOANIC540
sex pasquale1953
nel 1941: Adolfo Consolini firma il primato mondiale di lancio del disco con 53.34 metri. Panayiotis Paraskevopoulos era stato il primo primatista con 28,96 alle Olimpiadi di Atene.
nel 1944: L'EIAR viene divisa in due reti radiofoniche, una nell'Italia liberata, l'altra nel centro.nord. Nasce la RAI, Radio Audizioni Italiane.
nel 1958: Debutta un nuovo velivolo, il Boeing 707. Vola da Parigi a New York in 8 ore e 41 minuti.
dw

Home » News » Webzine » Columna Infamiae » Nei campi torna il colore
sabato 30 settembre 2006
Nei campi torna il colore
La toccante testimonianza di una volontaria Cesvi molto speciale nei campi profughi del Nord Uganda.
letture: 1871
uganda
uganda
Columna Infamiae: di Cristina Francesconi

Nord Uganda: 20 anni di guerra, 1.700.000 sfollati, 200 campi profughi.
Ci sono guerre e Guerre, ci sono morti e Morti...quella del Nord Uganda è una guerra con la minuscola, di quelle che non fanno notizia, eppure è tra le peggiori emergenze umanitarie che esistano al mondo.
Quando arrivi lì scopri l'inferno e quello che vedi, pur se disumano, non è il peggio...il peggio è nei racconti, nella memoria dei sopravvissuti, nei traumi dei bambini.
In mente solo una domanda: come abbiamo potuto tacere tanto orrore per 20 anni? Come è stato possibile che il mondo abbia permesso così a lungo che a questo popolo venisse negata la dignità di esseri umani?

Le condizioni dei bambini sono disperate: nei campi profughi muoiono più di 1.000 persone la settimana, la grande maggioranza sono bambini sotto i 5 anni. Quasi tutti hanno la scabbia e una tosse secca che fa pensare alla tubercolosi, sono denutriti, sporchi, malati...malati di tutto. Ma il male peggiore è nelle loro menti perchè ognuno di loro ha visto o fatto cose atroci. Venti anni di guerra combattuti in gran parte col macete. E spesso le mani armate erano proprio quelle dei bambini, rapiti dai ribelli a migliaia e costretti a combattere facendo a pezzi la gente. Un orrore tale da costringere l'intera popolazione del Nord a rifugiarsi nei campi profughi nella speranza di una protezione e sono ancora lì, da 20 anni.

Io ero in Nord Uganda come volontaria Cesvi. Cesvi lavora in questi campi portando supporto ai rifugiati: costruisce pozzi, latrine, distribuisce cibo, assistenza medica; fa grandi cose.
Ma io? Io ero solo "un'imbianchina" che provava a portare un po' di colore dipingendo murales sulle pareti di quei campi grigi. E quello che avevo intorno era così duro e difficile da accettare che mi chiedevo spesso a cosa servisse essere lì a fare una cosa così stupida come dipingere elefanti danzanti su una parete. Poi un giorno nel campo di Kalongo mi ha fermato una donna e mi ha ringraziato dicendo: "Erano tanti anni che non vedevo tornare a casa mio figlio contento per avere qualcosa da raccontare...per aver fatto qualcosa! I nostri figli vivono e muoiono nell'apatia, non hanno solo bisogno di cibo, hanno bisogno di una Vita".
La donna parlava bene inglese, prima della guerra faceva l'insegnante e da troppi anni sopravvive nel campo rifugiati. Suo figlio è uno dei ragazzi che ha lavorato con me agli affreschi. Era piccolissimo quando è entrato nel campo e non conosce altra realtà, come la maggior parte di questi bambini. Le sue parole mi hanno fatto capire che in fondo la cosa importante è esserci...qualsiasi cosa facciamo e ogni sorriso spuntato di fronte a quegli animali dipinti sul muro ha assunto un valore diverso. Di fronte a quelle pareti colorate ho visto sedersi centinaia di bambini, lo sguardo perso nella fantasia, una specie di "cinema" o di enorme libro su cui poter costruire storie...storie a colori! Li ho visti seduti già alle prime luci dell'alba e a volte anche col buio con l'aiuto della luna piena. Forse la notte avranno qualcosa di diverso da sognare. Forse, ogni tanto, quegli animali colorati si sostituiranno agli incubi.

Non è facile per questi bambini convivere con i ricordi o con i sensi di colpa per ciò che sono stati costretti a fare. A volte raccontano ed è troppo duro anche solo ascoltare, vederli crollare in un pianto disperato.
Pib, 9 anni, è uno di loro...solo uno dei tanti. Magro, sporco, la maglietta con più buchi che stoffa, una brutta tosse. Fa un disegno per me. È il disegno della notte in cui i ribelli hanno attaccato il suo villaggio. Sul tavolo ci sono tanti colori ma lui ne usa solo uno: il rosso.
"Sono arrivati una notte, poi era tutto rosso...". Con queste semplici ma agghiaccianti parole Pib racconta il massacro della sua famiglia.

Adesso la pace sembra possibile. Alla fine di agosto è stato firmato un accordo di cessazione delle ostilità e la gente spera di poter tornare ai propri villaggi, riprendendo a coltivare, ad andare a scuola, a vivere. Nonostante la paura ancora forte, si prova a ricostruire e gli ultimi giorni ovunque ho visto arrivare mattoni. Un segno di speranza e il segno che questa gente vuole ricominciare. Li abbiamo dimenticati per 20 anni, adesso, più che mai, non dobbiamo lasciarli soli.

postato da: mneme  


 Columna Infamiae: I costi occulti di TIM ed Enel. Gli abusi ed i soprusi delle grande aziende di servizi.
letture: 3683
11 gennaio 2019 di CONTROMAFIE
Columna Infamiae: La foiba dimenticata, Debre Libanos L'ipocrisia del Potere. le foibe che i fascisti non ricordano. le loro (2)
letture: 2560
11 febbraio 2016 di Antonio Ciano
Insozzata la targa di una via intitolata a Sergio RamelliColumna Infamiae: Uno spettro si aggira (ancora) per Milano: gli Anni Settanta di Pietrangelo Buttafuoco Il Fatto quotidiano 29-04-2015 (6)
letture: 3298
29 aprile 2015 di Kalckreuth
Il marito della gemella di Vladimiro Guadagno, Renzie.Columna Infamiae: Renzino e il canone Rai. Ovvero come metterlo in quel posto a tutti, o quasi, gli italioti. Renzie e soci continuano a mettercelo in quel posto. E noi godiamo. (3)
letture: 3091
10 marzo 2015 di Michele Ciorra
Due anni fa l'ex senatore si rifugiò a Santo Domingo nei giorni in cui la Cassazione decideva la sua sorte. La condanna fu annullata con rinvio e ricomparveColumna Infamiae: "Arresto per Dell'Utri", ma è latitante A pochi giorni dalla sentenza definitiva sul concorso esterno in associazione mafiosa, l'ex senatore è irreperibile (1)
letture: 2531
11 aprile 2014 di TF Press
 Columna Infamiae: Fatta la legge trovato....
letture: 2777
07 ottobre 2013 di osservatricealatere
Voti rubati e venduti.Columna Infamiae: Attenti a destra, ma anche a sinistra! La vendita ed il furto di voti sono bipartizan! (8)
letture: 3255
24 febbraio 2013 di bluestrike
Odio gli indifferenti.Columna Infamiae: Odio gli indifferenti! Parafrasando Gramsci.
letture: 3438
04 gennaio 2012 di bluestrike
Crisi FincantieriColumna Infamiae: Fincantieri licenzia gli operai e assume il leghista condannato a 4 anni per tentata concussione Mentre a Sestri Ponente si protesta per posti di lavoro a rischio, viene deliberata la nomina nel consiglio di amministrazione di Alessandro Agostino, architetto fedelissimo di Bossi.
letture: 3360
16 ottobre 2011 di Fraccanario
Animali seviziatiColumna Infamiae: Macabro gioco a Napoli: cani e gatti seppelliti vivi O abbandonati in buche stradali per farli schiacciare da auto (3)
letture: 3220
12 ottobre 2011 di Fraccanario








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
covid-19
Coronavirus, la quarantena dei bambini. I consigli della neuropsicologa (1)
letture: 1919
05 aprile 2020
corredo
Il corredo nuziale (1)
letture: 3975
30 novembre 2018
Le dimissioni di Renzi
Referendum ha vinto il no, Renzi si è dimesso ed adesso? (34)
letture: 1946
05 dicembre 2016
Don Fabio Gallozzi
Carissimi amici fratelli e sorelle, Pace a voi. (6)
letture: 2736
24 maggio 2016
Marco Pannella
Ho preso in mano la Croce e non riesco a staccarmene (6)
letture: 2240
20 maggio 2016
Morte di un giornalista ucciso dai solfati di Assad
Foto rivelatrici vere dell'orrore del regime di Assad, per non farsi ifinocchiare
letture: 1817
23 febbraio 2016
Francesco
Ecco la lettera autografa scritta da papa Francesco ad Antonio Socci. (2)
letture: 1927
22 febbraio 2016
Smuovete la Chiesa
Blitz del Papa nella periferia romana per visitare malati in stato vegetativo
letture: 1883
15 gennaio 2016
Denise
Ciao Denise (5)
letture: 3519
21 dicembre 2015
Azz......
Azz....quanti nik-name..... (3)
letture: 2031
06 dicembre 2015


Commenti: 1

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2020 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2020 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it