Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 11873
dal 26/02 al 01/11 Sermoneta: Giardino di Ninfa, via alle prenotazioni online
letture: 4255
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.618
visitatori:315
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
sabato
04
aprile
Compleanno di:
sex cine
sex impallara
sex leslie
sex mazellan
sex PEPPE61
sex Pinolo
sex pulcinoeffe7...
nel 1932: Viene isolata la vitamina C. La scoperta ha richiesto 5 anni di ricerche.
nel 1983: La navetta spaziale Challenger, compie il viaggio inaugurale nello spazio.
dw

Home » News » Latina » Gaeta » Policlinico del Golfo, c'è l'a...
martedì 19 settembre 2006
Policlinico del Golfo, c'è l'accordo. Fatti e commenti
Summit con l'assessore Battaglia, i sindaci danno l'ok. Solo Magliozzi perplesso. Definiti anche tempi e spesa preventiva: avrà 400 posti letto. Giallo sul destino dei vecchi ospedali.
letture: 2267
Gaeta: Non c'è stato lo scontro temuto tra i sindaci del sud pontino al vertice di ieri a Gaeta presieduto dall'assessore regionale alla Sanità Augusto Battaglia e dal direttore generale dell'Asl di Latina Ernesto Petti per l'illustrazione del progetto e la definizione di tempi, modalità di realizzazione e ubicazione del nuovo Policlinico del Golfo.
E' emersa una linea sostanzialmente unitaria, con alcune perplessità sollevate unicamente dal sindaco di Gaeta Massimo Magliozzi, sulla scelta dell'area, che è stata confermata quella dell'Arsial (ex Enaoli) a Formia, già da tempo indicata dalla Regione Lazio, proprietaria dell'area. Nell'incontro di ieri all'ospedale "Don Luigi Di Liegro" hanno partecipato, oltre ai sindaci (mancavano solo quelli di Itri e Spigno Saturnia, quest'ultimo rappresentato dal vice-sindaco), anche i consiglieri regionali Domenico Di Resta (Ds), Claudio Moscardelli (Margherita) e Aldo Forte (Udc). «Sarà un ospedale con 400 posti letto, per il quale contiamo di aprire il cantiere nel 2007 e di chiuderlo nel 2010 - afferma l'assessore regionale Battaglia - attendiamo dal Consiglio comunale di Formia del 25 settembre l'approvazione della variante urbanistica al Prg per la realizzazione del Policlinico. Dopodiché, a fine settembre accenderemo il mutuo con la Cassa depositi e prestiti per disporre della somma necessaria (cento milioni di euro, ndr ) per la realizzazione di questa importante struttura sanitaria al servizio del Sud pontino».

«E' l'inizio di una nuova era - interviene il direttore generale dell'Asl, Ernesto Petti, soffermandosi sul piano di riorganizzazione sanitario - un modo nuovo per concepire la sanità».

«La localizzazione del nuovo ospedale - commenta con evidente soddisfazione il sindaco di Formia, Sandro Bartolomeo - le prime proposte progettuali relative a tale struttura, il piano sanitario e organizzativo, hanno trovato largo consenso in tutti gli intervenuti. Si può aprire una pagina storica per il comprensorio, attraverso un consenso condiviso tra tutti i Comuni, supportato dalle forze politiche di centrosinistra e di centrodestra del territorio e, soprattutto, attraverso il riconoscimento, dopo tanti anni, di un sacrosanto bisogno espresso dalle comunità locali».

Quindi ha rivolto un ringraziamento al presidente della Regione Marrazzo, all'assessore Battaglia e al direttore generale dell'Asl Petti, «per l'impegno ed il contributo che stanno manifestando» e una richiesta a tutti i consiglieri regionali «di continuare a sostenerci nelle sedi opportune per arrivare il più presto possibile alla realizzazione del progetto del Policlinico del Golfo». L'assessore Battaglia ha infine accolto l'invito del sindaco di Gaeta per intervenire ad una prossima riunione del Consiglio comunale della città del Golfo per un'analisi approfondita dei problemi ospedalieri.

[Sandro Gionti, Il Messaggero]

_______________________________________________

Nel 2010 a Formia il nuovo Policlinico. Battaglia: "Una nuova sanità per il Golfo". Ma è giallo sui vecchi ospedali

Se non ci saranno ostacoli messi ad arte nel corso nel 2007 apriremo il cantiere, ad ottobre 2006 accenderemo i mutui con la cassa Depositi e Prestiti e in tre anni realizzeremo l'ospedale. Una tabella di marcia detta da chi in gioventù ha corso i quattrocento ostacoli ed ora a distanza di tempo ha ancora fiato per giungere al traguardo. Esordisce così l'assessore regionale alla sanità Augusto Battaglia nel presentare in una stanza dell'ex convento dei cappuccini del «Di Liegro» di Gaeta a sindaci e politici del sud pontino il nuovo progetto del policlinico del Golfo.

Extra omnes per stampa e operatori Tv poi l'illustrazione delle linee guida del complesso sanitario che sarà realizzato a Formia in una area di proprietà della Regione Lazio. Tre anni di lavori, cento milioni di euro di spesa con il risultato di realizzare un ospedale che calamiti su sè tutto quanto si muove nel pianeta sanità. Non è un progetto calato dall'alto ma il frutto di una mediazione politico tecnica per realizzare la grande svolta in tema di ospedale fuori dalla politica ispirata alla equazione una corsia in cima ad ogni cocuzzolo di montagna per mantenere calmi elettori e segreterie politiche. Un ospedale nuovo che parte dal principio di offrire una assistenza di qualità, servizi di eccellenza, dignità a chi vi lavora, speranze a chi vi è ricoverato. Nessun volo della speranza, nessuna fuga verso altri ospedali. Nel dettaglio seppur a volo d'uccello e il manager Asl Ernesto Petti a tratteggiare la qualità dei servizi integrati, secondo il principio della concertazione e della integrazione ma senza precisare quale saranno i compiti degli ospedali che attualmente tra mille difficoltà, tra sproporzione tra richiesta di servizi ed offerta di prestazioni, reggono l'urto di centinaia di casi quotidiani in ristrettezze finanziarie, difficoltà logistiche, slalom tra vie e viuzze prima di trovare la strada dei pronti soccorsi e finire in cameretta con sei o otto letto.

Sul destino degli ospedali di Gaeta (che ha ospitato la illustrazione del nuovo progetto presenti tutti i sindaci dell'area, da Bartolomeo a Magliozzi, a Forte, Taddeo, Sardelli, dai consiglieri regionali Forte, Moscardelli e Di Resta, il consigliere provinciale Del Balzo, l'assessore alla sanità del comune di Latina Galatà) sarà quello di assicurare i servizi e poi finire in un limbo sanitario non ancora ipotizzato. Il manager Asl Petti dice chiaramente che il nuovo ospedale calamiterà su di sè tutti i casi secondo il principio della concentrazione e della integrazione. E questo non subirà l'influsso politico e i venti di una battaglia di campanile che si respira a Gaeta. Non si fa una sanità moderna dice Petti e sottolinea Battaglia, ascoltando le voci che giungono dalla segreterie politiche. Si parla di sanità secondo un principio nuovo che dalla provincia di Latina si estenderà ad altre province del Lazio ma senza il « pugno di ferro» e il rispetto delle vbolontà piramidali. Insomma è finito il tempo delle cattedrali nel deserto ispirato a concetti e simpatie politiche.

Da alcune indiscrezioni il nuovo progetto seppur siamo ancora nella fase di massima assicura per quantità di investimenti per la modernità delle strutture e degli impianti, per le presenza di centri specializzati l'ospedale per la gente. Su questa ipotesi di lavoro che terrà conto del pensiero dei politici locali, già esistono dei consensi di eccellenza. Segno che l'esigenza di realizzare poli sanitari di alto livello fuori dalle orbite delle baronie ospedaliere della capitale e di Napoli è una esigenza non più dilazionabile. La provincia di Latina e il sud in particolare hanno sopportato abbastanza una polverizzazione sanitaria fatti di interventi tampone, chiudendo ed aprendo temporaneamente reparti e sale operatorie, tra ristrettezze economiche, personale carente e spesso demotivato, sindacati alla ricerca di condizioni migliori di lavoro ed utenti non sbattuti sui letti senza alcuna dignità e chiamati per numero quando non siano costretti a portarsi le lenzuola da casa. Casi successi e documentati. La battaglia per abbattere barriere storico feudali di un sistema non rispondente alle esigenze attuali è iniziata e dipende dagli ostacoli che si frappongono ma l'assessore regionale Battaglia ricorda a tutti ha fiato da vendere. Primo ostacolo lo mette Gallinaro, i soldi basteranno, dice il rappresentante dei Verdi Rc e poi che se ne farà dei vecchi ospedfali. Nosocomi?

[Renzo Lonoce]

_______________________________________________

Il grande accordo dei sindaci. "Ha vinto la responsabilità"

Hanno dimostrato di essere tutti d'accordo i rappresentanti politici che ieri sono stati chiamati a visionare il progetto del nuovo presidio ospedaliero del Golfo. Un desiderio di operare per la realizzazione dell'ospedale in un regime di collaborazione circa il quale il consigliere regionale dei Ds, Domenico Di Resta, ha precisato: «E' un esigenza del territorio che deve trovare intesa tra le varie forze politiche le quali sono chiamate, a prescindere dal credo, ad unirsi per supportare il processo di sviluppo sanitario». Una posizione che ha trovato il consenso del consigliere regionale dell'Udc, Aldo Forte, il quale ha ulteriormente sottolineato: «Non deve diventare una questione politica. Occorre un comportamento responsabile che sia rivolto verso la realizzazione di un'opera di utilità pubblica. In questo contesto, invece cerchiamo di farci tutte le domande necessarie affinché si ottimizzi il progetto. Consideriamo se la struttura è ecocompatibile con l'ambiente, se è funzionale, valutiamone la praticità. Cerchiamo di soddisfare le esigenze sanitarie del Golfo». Bisogni per i quali il sindaco di Santi Cosma e Damiano, Franco Taddeo, ha fermato l'attenzione sulla necessità di «uno sforzo comune per arrivare a migliorare il servizio. Un unione attraverso la quale si arrivi anche ad un risparmio di energia e di spese». Insieme a Taddeo anche il primo cittadino di Minturno, Giuseppe Sardelli, ha voluto precisare che «grande attenzione dovrà essere rivolta verso la qualità dei servizi offerti all'interno del nuovo ospedale», come a dire che una bella struttura non è sufficiente occorre mettervi all'interno gli strumenti giusti, soprattutto in termini di organico. A parte questa valutazione Sardelli ha manifestato grande entusiasmo per «un'iniziativa sanitaria in merito alla quale, per la prima volta in assoluto, siamo stati chiamati ad esprimerci». E se Minturno e Santi Cosma dimostrano di non avere nulla in contrario sulla scelta del luogo nel quale far sorgere la struttura sanitaria, il sindaco di Castelforte, Gianpiero Forte, si dimostra oltremodo soddisfatto. «E' baricentrica - ha infatti sottolineato Forte - e quindi estremamente favorevole a tutti centri del Golfo di Gaeta». L'assessore alla sanità del Comune di Latina, Maurizio Galardo, invece, dal canto suo ha precisato: «L'ubicazione può diventare una questione secondaria, l'importante è che il gruppo dirigente si metta al lavoro per la concretizzazione del progetto. E in questo contesto anche noi siamo pronti a fare la nostra parte».

_______________________________________________

Sconfitto l'oltranzismo gaetano. Magliozzi si adegua ma polemizza: "I malati sentiranno la puzza dei depuratori"

L'atmosfera di consensi e condivisione di obiettivi portati avanti nel corso della riunione interlocutoria che si è svolta ieri mattina presso la sede amministrativa dell'ospedale di Gaeta tra politici e rappresentati sanitari locali, provinciali e regionali in merito alla realizzazione del nuovo ospedale del Golfo ha visto la partecipazione di un sindaco di Gaeta, Massimo Magliozzi, perplesso. Dubbi che il primo cittadino ha manifestato circa «la scelta dell'ubicazione della nuova struttura sanitaria in un'area densamente trafficata. La presenza di un ospedale in quella zona, su un'arteria tanto importante come quella di collegamento tra Formia e Cassino, non farebbe altro che peggiorare le condizioni del traffico». E viabilità a parte il primo cittadino ha proseguito soffermandosi anche su un'altra questione, «non dimentichiamo che in prossimità della località nella quale dovrebbe sorgere il presidio ospedaliero si trova il depuratore e che quindi i pazienti, con un vento di scirocco, potrebbero essere assaliti da odori nauseabondi». Alcune valutazioni negative alle quali Magliozzi ha poi fatto seguire considerazioni di tutt'altra natura. «Di sicuro - ha detto - ci stiamo incamminando sulla strada giusta. Un polo ospedaliero che risponda alle esigenza di un bacino di utenza tanto vasto, costituito non solo dai nostri cittadini ma anche da utenti provenienti dalla Ciociaria e dal Casertano è fondamentale». Il sindaco di Formia, Sandro Bartolomeo, circa la questione della viabilità ha invece ritenuto: «E' un problema che prescinde dalla costruzione dell'ospedale. Anzi forse il presidio ospedaliero potrebbe essere un'ulteriore occasione per pensare di risistemare una parte delle arterie locali». Tornando poi in termini più specifici all'argomento centrale dell'incontro Bartolomeo lo ha definito: «Una grande operazione. Una struttura sostanziale per il territorio alla cui realizzazione dobbiamo lavorare tutti insieme». Dal canto suo il primo cittadino di Formia è già pronto nel consiglio comunale indetto per lunedì prossimo ad «approvare la variante al Piano regolatore che consenta l'avvio dei lavori». Bartolomeo dimostra di essere sicuro che l'investimento di energie e risorse economiche nel progetto previsto nell'area ex Enaoli di Formia sia vincente. Una convinzione sulla base della quale ha manifestato massima disponibilità ad Azienda sanitaria locale, Regione Lazio e alle atre realtà locali interessate dall'intervento. «Speriamo solo che - ha concluso - il cantiere possa essere aperto nel più breve tempo possibile».

_______________________________________________

Medici e personale: "Ma ora non dimenticate i vecchi ospedali"

Se il futuro della sanità, nel sud della provincia di Latina é rappresentato dal costruendo Policlinico del Golfo, come illustrato dall'assessore regionale Augusto Battaglia, nel frattempo, il Coordinamento Sanitario del Sudpontino, composto da oltre quindici medici e da numeroso personale infermieristico dei presidi di Formia, Gaeta e Minturno, insiste sulla necessità di ottimizzare le risorse attuali: meno tempi morti, per ridurre le liste di attesa e miglior utilizzo delle tecnologie. Una delle priorità, per raggiungere tali obiettivi, é quella di avviare progetti sperimentali sul territorio, per dare vita ad una rete di servizi che incrementi le prestazioni ambulatoriali e limiti al necessario il ricorso all'ospedalizzazione, migliorando, di conseguenza, l'offerta sanitaria e riducendone progressivamente i costi. Per far questo, sottolinea Francesco Carta, é necessario, innanzitutto, rendere pubblici tutti i dati relativi alle prestazioni erogate dai vari servizi, affinchè si possa discernere qualità ed obiettivi raggiunti, decidendo su tali indicatori, quali attività sostenere e quali ridurre, tenendo conto delle prioritarie esigenze del territorio".
fonte: Il Tempo   postato da: mn  


Partito ComunistaGaeta: Lavoratori stagionali: il Partito Comunista propone un contributo comunale. CON LA STESSA CIFRA SPESA PER "FAVOLE DI LUCE" OSSIGENO A CENTINAIA DI INOCCUPATI. (1)
letture: 152
03 aprile 2020 di Benedetto Crocco
Fratellanza e Pace!Gaeta: Un Ponte di Parole 2020 Ecco i finalisti! Fra loro sarà selezionato il vincitore assoluto di questa V edizione del Concorso Letterario sull'integrazione e la pacifica convivenza
letture: 406
02 aprile 2020 di Sandra Cervone
La copertina del libroGaeta: Sulle ali della fantasia Un libro di favole da leggere insieme, a casa, adulti e bambini
letture: 752
30 marzo 2020 di Sandra Cervone
Il logo dell'associazioneGaeta: Violenza domestica ai tempi del coronavirus Intervista all'avvocato Valeria Aprile, presidente di Diritto&Donna
letture: 1249
26 marzo 2020 di Sandra Cervone
Partito ComunistaGaeta: Emergenza coronavirus: "Linea Rossa" del PC in soccorso dei lavoratori. (1)
letture: 1075
25 marzo 2020 di Benedetto Crocco
Base militare USAGaeta: Il Partito Comunista interpella Mitrano su coronavirus e base statunitense.
letture: 1514
22 marzo 2020 di Benedetto Crocco
Scrivere aiuta!Gaeta: Combattere l'isolamento... SCRIVENDO! Ecco il senso dell'anticipazione dell'uscita del bando della II edizione dell'iniziativa socio-culturale denominata "Le parole che non ti ho detto" (1)
letture: 2365
18 marzo 2020 di Sandra Cervone
Gaeta: RUOLI DELL'ENI nel Golfo e Aree dismesse PERCHE' ENI A GAETA NON INVESTE MA MANTIENE TRAFFICO PETROLIFERO E DEPOSITO STRATEGICO?
letture: 1996
15 marzo 2020 di TEMPLAREGAETANO
Ospedale di GaetaGaeta: Asl Latina riapre l'ospedale, Mitrano se ne intesta il merito (2)
letture: 2054
13 marzo 2020 di Meetup-Gaeta
Partito ComunistaGaeta: Coronavirus: il PC denuncia le gravi responsabilità.
letture: 2503
06 marzo 2020 di Benedetto Crocco








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
polizia locale
Parla il vigile epurato: "Raimondi e Mauro non volevano indagini sull'Avir" (7)
letture: 6432
22 febbraio 2020
vicari foranei
L'arcivescovo Vari nomina i suoi quattro vicari
letture: 3677
14 ottobre 2019
tiziana rivale
Tiziana Rivale: "Basta falsità, Gaeta è sempre stato il mio orgoglio" (1)
letture: 3124
05 ottobre 2019
salvatore mola
Area ex Avir, la versione di Salvatore Mola
letture: 2826
26 settembre 2019
don antonio cairo
Don Antonio Cairo e Gaeta, dieci anni indimenticabili
letture: 4183
28 marzo 2019
don cairo e don di mario
Nomine in diocesi. Don Antonio Cairo lascia San Nilo e va a Scauri (3)
letture: 3358
28 marzo 2019
Perché la tiella è solo gaetana
letture: 2818
29 settembre 2018
Il presidente Ciampi in visita a Latina: "Seguo con apprensione i disagi di Formia". Monito agli amministratori locali: "Non solo turismo, servono infrastrutture e strade".
letture: 2393
21 settembre 2018
don antonio cairo
Quando a insultare era don Antonio Cairo (2)
letture: 5467
20 settembre 2018
don antonio cairo
Le minacce a don Antonio Cairo, solidarietà e qualche dubbio
letture: 4172
19 settembre 2018


Commenti: 12

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2020 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2020 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it