Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 14/09 al 20/12 Golfo di Gaeta: Circolo fotografico-culturale "l'altro sguardo"
letture: 10316
dal 03/10 al 03/02 Roma: Al Vittoriano arriva il mondo di "Andy Warhol
letture: 7204
dal 30/11 al 30/06 Scuola e società: Progetto del MIUR "Fisco e Scuola" con l'Ag. delle Entrate all'IIS Fermi-Filangieri di Formia
letture: 879
dal 14/12 al 16/12 Palma Campania: Nasce Mangiatoia & Mangiatoria, la prima edizione a Palma Campania
letture: 1139
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.552
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
lunedì
10
dicembre
B.V. di Loreto
Compleanno di:
sex colombo84
sex damianodituc...
sex demymoore85
sex ladyoscar77
sex osvaldo
nel 1948: L'Assemblea Generale dell'ONU adotta la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo. 8 paesi, tra cui il Sudafrica e l'URSS si astengono.
dw

Home » News » Archivi di TF » Meditiamo amici, meditiamo!
sabato 15 settembre 2018
Meditiamo amici, meditiamo!
Un articolo da leggere almeno due volte.
letture: 3938
Data evento: lunedì 05 dic 2005
La meditazione di  Francesco Hayez (1851)
La meditazione di Francesco Hayez (1851)
Archivi di TF: Questa mattina, come al solito ho acquistato il giornale ed ho letto almeno tre volte l'articolo di Simone Pangia che riporto qui di seguito.
Un articolo così era molto che non lo leggevo.
Provate anche voi a leggerlo con la dovuta attenzione. C'è veramente molto materiale per discutere e molti spunti per riflettere.
Indagine a tutto campo per verificare l'ingranaggio comunale degli incarichi Politica, edilizia e trasparenza.
Sotto monitoraggio Fondi, Formia, Gaeta e Minturno


Golfo (05/12/2005) - Politica ed edilizia. Due mondi spesso collegati da un filo diretto che si snoda secondo forme e modalità non sempre impostate a criteri di assoluta trasparenza.
Abbiamo provato ad analizzare il connubio secondo la ricetta offerta dal nostro territorio. Lo abbiamo fatto passando ai raggi x i Comuni di Formia, di Gaeta, di Fondi, di Minturno, per capire come la politica governi e diriga i fenomeni edilizi e, soprattutto, per testare quali canali utilizzino le pubbliche amministrazione per il conferimento degli incarichi e la gestione degli appalti.
Questo, sia per quanto concerne le grandi opere, che per quanto riguarda la semplice manutenzione. Ognuno dei quattro soggetti presi a campione ha evidenziato una serie di tipicità. Dal punto di vista strettamente numerico, cioè individuando nella composizione degli organi istituzionali comunali la percentuale di appartenenti al settore dell'edilizia, la nostra indagine ha indicato Fondi e Minturno come i Comuni più legati al mondo del mattone. Fondi siede senza dubbio sullo scranno più alto. Circa il 50% degli amministratori sono tecnici esperti del settore. Alcuni sono imprenditori edili, altri, come lo stesso sindaco, vengono da una carriera politica fortemente impregnata d'edilizia, licenze, e in generale di urbanistica. Massiccia la presenza di operatori edili anche nel consiglio comunale di Minturno, dove il 30% dei consiglieri è o costruttore, o geometra, o tecnico in vario modo operante nel settore. Da sottolineare, per quanto concerne Minturno, che diversi titolari di ditte edili spesso incaricate dal Comune di procedere alla realizzazione di lavori per la collettività, sono a sua volta personaggi noti all'opinione pubblica per aver partecipato alle ultime elezioni comunali tra le fila dell'attuale maggioranza. Formia e Gaeta, su questo piano, sono su un gradino più basso. Nel Consiglio Comunale formiano, ad esempio, c'è un solo ingegnere edile. In un caso il legame è di vicinanza familiare. In Giunta, poi, c'è un architetto, l'assessore ai Lavori Pubblici Michelangelo Gargano. Gaeta è il fanalino di coda di questa speciale classifica. Né in consiglio, né in Giunta schiera tecnici del settore. La conformazione professionale di consiglieri e assessori, generalmente è lo specchio dell'identità di una classe politica. La presenza tra gli amministratori di una vasta percentuali di operatori del settore edilizio è un indizio importante, che però dice poco o nulla sul grado di trasparenza dell'operato della politica. Per questo scendiamo più nel particolare e affrontiamo, paese per paese, città per città, l'analisi delle principali criticità. Partiamo da Formia. Dalla legge Bassanini che ha aperto la porta alle attribuzioni 'ad personam' di incarichi disposti dalle pubbliche amministrazioni. L'attuale governo cittadino, ad inizio legislatura, fissò i paletti di quella che sarebbe stata poi la linea generale dell'amministrazione nello scivoloso settore degli appalti pubblici. Lo fece invitando le ditte interessate, a costituire degli albi, che furono poi divisi in 6 categorie. Da allora, ogni qualvolta c'è da affidare degli incarichi di lavori a ditte esterne, il Comune attinge dagli albi praticando il principio della rotazione. Questo vale per i lavori di consistenza intermedia. Quando infatti si tratta di piccoli progetti relativi ad interventi di minima manutenzione, se ne occupano direttamente i tecnici degli uffici comunali. Quando i progetti, invece, sono di una certa rilevanza, si ricorre al project financing, giudicato da una commissione composta per lo più da docente universitari (esempio, porto turistico firmato Raffaele Ranucci), o al Concorso di Idee - esempio, riqualificazione dell'ex Seven Up -. Un sistema solo relativamente trasparente. C'è un dato inquietante, infatti, che la dice lunga sull'efficacia del sistema. Solo il 10% dei progetti finanziati alla fine giunge a definizione. Si tratta di progetti per i quali la comunità ha sborsato negli anni fior fiore di denaro. Degli esempi? Prendiamo la riconversione dell'area dismessa dell'ex Di Donato, o la stessa Pedemontana, per la quale, in decenni, si sono alternati progetti e progettisti lautamente pagati senza che mai si riuscisse a trovare il bandolo della matassa. Il vincolo politica - edilizia è poi strettissimo nel campo della progettazione urbanistica e quindi nella definizione del piano regolatore. Una volta eletta, nel 2001, la Giunta Miele di fatto depennò Renzo De Lucia e il suo team di architetti, nominandone altri di propria fiducia, incaricati di redigere il nuovo PRG. In uno sforzo di apertura, la terza legislatura Bartolomeo inizialmente confermò gli architetti designati dal Polo, salvo poi liquidarli ultimamente per incomprensioni e diffidenze di evidente sapore politico. A Gaeta il legame politica - edilizia fu inizialmente definito dalla gara ad evidenza pubblica che vide attribuire tutti i lavori di manutenzione urbana alla ditta formiana risultata vincitrice del bando. Nel settore lavori pubblici gaetano, gli elementi di criticità sono essenzialmente due: da un lato il proliferare dell'abusivismo edilizio, dall'altro il ricorso un po' troppo frequente alle procedure di somma urgenza. Le spese per i lavori di manutenzione della città parrebbero infatti superare di non poco il badget definito in sede di affidamento dell'appalto. Grossi appalti, in realtà, non ce ne sono. Il vero problema è la crescita esponenziale di ditte ormai specializzatesi nella realizzazione dal nulla di manufatti integralmente abusivi nelle zone dei Colli, dei Canali, di Longato, dell'Ariana e del Monte Tortona. Ditte che si avvalgono del contributo, rigorosamente al nero, di personale extracomunitario, spesso sprovvisto di permesso di soggiorno. Sul fenomeno, forse, il Comune farebbe bene ad imprimere una svolta in senso restrittivo. Difficile dare un voto sulla trasparenza degli appalti di un Comune come Fondi. Lo abbiamo chiesto a Crescenzo Fiore. Il Presidente del Circolo fondano de La Margherita propone della situazione cittadina una interpretazione squisitamente politica. "Credo - dice - che l'amministrazione abbia cura di conservare il rigore formale nei provvedimenti che prende. Ma questo non necessariamente rende questi ultimi assolutamente regolari. L'amministrazione sta modellando il territorio in base ad una politica di concessioni e piani di sviluppo che non ci convincono. Ad esempio: l'abusivismo al Salto di Fondi. Il PRG non risponde più alle esigenze del territorio. Non si sta puntando sul turismo, si sta privilegiando la realizzazione sulla costa di centri residenziali". Secondo Fiore "questa è un'amministrazione estremamente sensibile ai centri di potere che operano sul territorio. Quello edilizio è uno di questi. Mediare con il mondo dell'economia - aggiunge - è una giusta prerogativa della politica, sempre che gli interessi dei gruppi economici coincidano con quelli della collettività. Il problema a Fondi è più che altro questo. Se poi ci sono movimenti strani di capitale non lo so. Per questo ci sono le forze dell'ordine". Infine Minturno, forse il capitolo più nero di questo nostro viaggio tra i percorsi della politica e dell'edilizia. Abbiamo detto dei tanti politici costruttori, geometri, ecc. "L'economia locale poggia molto sui legami che a vario titolo intercorrono tra il Palazzo e le ditte che a Minturno effettuano i lavori di manutenzione della città". A sostenerlo è il consigliere de La Margherita Maurizio Granata. "Ci sono consiglieri che sono titolari di ditte o legati alle stesse per vie traverse. Ditte che usufruiscono di vari affidamenti di lavori da parte del Comune. Un vero e proprio record di chiamate per somma urgenza. E le ditte sono sempre le stesse tre o quattro". Tra gli affidamenti 'dorati', quello dei lavori all'Ospedale di Minturno. Granata chiama poi in causa le designazioni dei tecnici incaricati di redigere il PRG. "Ne nominarono tre alla prima giunta Graziano - dice -, due anni fa li hanno sostituiti con altri due. E di risultati? Niente". Sospetti Granata li accampa anche sul parcheggio multipiano. "All'epoca - conclude - mi colpirono molto i circa 500 mila euro destinati ai due progettisti".
Attendiamo riscontri.
Simone Pangia
Fonte La Provincia

Questi articoli fanno bene al giornalismo ed anche alle nostre città, non credete amici?


***
Pubblicato su TeleFree.it il 5 dicembre 2005
***

postato da: mummuru  


Archivi di TF: Gaeta/ Restauro della Real Ferdinando? Ennesima occasione sprecata!
letture: 1780
04 dicembre 2018 di Logos
il porto Capossele nel 1900Archivi di TF: Il porto di Formia Piccolo inserto di storia formiana (14)
letture: 4021
03 dicembre 2018 di Renato Marchese
corredoArchivi di TF: Il corredo nuziale Tradizione e costume della nostra terra (1)
letture: 2934
30 novembre 2018 di mneme
 Archivi di TF: Gaeta/ Restauro a San Domenico? Meglio autentiche rovine... (4)
letture: 2918
29 novembre 2018 di Logos
largo PaoneArchivi di TF: Largo Domenico Paone Piccolo inserto di storia formiana (22)
letture: 5136
27 novembre 2018 di Renato Marchese
Archivi di TF: Il brigantaggio: Usi e costumi dei fuorilegge
letture: 4877
26 novembre 2018 di Simone Lucciola
L'ingresso murato alla Camera Archivi di TF: La Chiesa della Natività (o dell'Ulivo) e la Camera "Pro iustitiatis" (3)
letture: 6026
25 novembre 2018 di carandin
San Nilo e Islam nel LazioArchivi di TF: San Nilo e Islam nel Lazio (1)
letture: 1264
24 novembre 2018 di Albino Cece
StazioneArchivi di TF: Su un muro di stazione. (2)
letture: 2397
21 novembre 2018 di lince
Resti della villa di Mamurra a Gianola di Formia (foto di Diego Caruso)Archivi di TF: Lucio Mamurra
letture: 6430
19 novembre 2018 di Simone Lucciola








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Quello che la stampa non dice (9)
letture: 4321
29 settembre 2018
Minturno: Consiglio comunale
Minturno, cambio in Giunta. (10)
letture: 2739
22 settembre 2018
Pino Sardelli e Romolo Del Balzo
Appunti per una lettura critica e per una critica delle letture. (9)
letture: 4856
19 settembre 2018
La meditazione di  Francesco Hayez (1851)
Meditiamo amici, meditiamo! (4)
letture: 3939
15 settembre 2018
Formia: laghetto di Penitro
Genesi del laghetto di Penitro nei ricordi di Mummuru. (9)
letture: 3189
08 settembre 2018
Livio Pentimalli
Tentato suicidio a Minturno. (19)
letture: 3548
29 agosto 2018
La crisi del dodicesimo anno. (3)
letture: 2406
13 febbraio 2008
E venne il giorno (6)
letture: 2750
09 agosto 2007
Eppur si muove
Eppur si muove (2)
letture: 2563
02 marzo 2007
img
Morire a vent'anni
letture: 2761
17 gennaio 2007


Commenti: 4

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2018 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2018 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it