Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 30/11 al 30/06 Scuola e società: Progetto del MIUR "Fisco e Scuola" con l'Ag. delle Entrate all'IIS Fermi-Filangieri di Formia
letture: 17115
dal 09/02 al 25/05 Minturno: Rassegna cinematografica "Lo Sguardo delle Donne"
letture: 10508
dal 20/03 al 21/06 Formia: Progetto di eccellenza del FAI all'istituto Filangieri
letture: 5037
dal 01/04 al 03/09 Sermoneta: Giardino di Ninfa e Castello di Sermoneta: tutte le novità per il 2019
letture: 9715
dal 06/05 al 19/05 Roma: "Omaggio alle Edicole Sacre del Rione Ponte"
letture: 1464
19/05 Cassino: Un viaggio su un treno storico a vapore che rievoca la nascita della prima alta velocità italiana (1)
letture: 7395
19/05 Cassino: Un viaggio su un treno storico a vapore che rievoca la nascita della prima alta velocità italiana
letture: 2973
dal 23/05 al 25/05 Golfo di Gaeta: Dal Formia Film Festival all'Ulysses Film Festival
letture: 2397
25/05 Golfo di Gaeta: Fotografia femminista
letture: 264
dal 11/07 al 14/07 Formia: Gusto e Arte nel Parco
letture: 10118
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.568
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
domenica
19
maggio
S. Crispino da Viterbo
Compleanno di:
sex bullsofcrown
sex cosimoanteto...
sex glanzid
sex MicheleCam77
sex morfeo33
nel 1906: Viene inaugurato il tunnel ferroviario di Simplon che collega Italia e Svizzera.
nel 1988: La Scavolini Pesaro vince il suo primo titolo italiano di basket.
dw

Home » News » Archivi di TF » San Nilo e Islam nel Lazio
sabato 24 novembre 2018
San Nilo e Islam nel Lazio
letture: 1417
Data evento: sabato 21 mag 2005
San Nilo e Islam nel Lazio
San Nilo e Islam nel Lazio
Archivi di TF: Non è facile recensire un tomo di 351 pagine anche se scritto in maniera scorrevole e adatta al lettore di media cultura.
"Falce di Luna" di Giacomo E. Carretto (Società Tarquinense d'Arte e di Storia, 2004- Via delle Torrri, 29/33 - Tarquinia - VT) porta il sottotitolo "Islam, Roma, Alto Lazio ed altre cose ancora con ciò chiarendo immediatamente che l'oggetto del ponderoso volume riguarda i rapporti tra il Lazio ed il mondo islamico nel medioevo non mancando di portare nuove conoscenze per capuire il tormetato rapporto tra la cristianità e l'islam.
Nel risguardo del libro è scritto: "È questo un libro diretto essenzialmente a chi conosca la Tuscia romana e la Sabina non con una conoscenza da specialista, ma con l'abitu­dine di una lunga frequentazione. Libro per chi della nostra regione già conosca gli aspetti meno noti, e in quei paesaggi a lui familiari possa intravedere una nuova immagine, più sfuggente ancora di quella etrusca. Destinato a chi ami i paesi arroccati della Sabina, a chi ami cammi­nare lungo i pianori rinchiusi fra i corsi d'ac­qua della Tuscia, a chi sappia apprezzare i paesi dai colori del tufo, per altri forse monotoni, ma, per chi realmente li conosca, capaci di acquista­re infinite variazioni, immersi nella vegetazione di un verde che, anch'esso, si adegua a quelle mutevoli tonalità.
Vorremmo solo aiutare chi legge a seguire qual­che traccia, per inserirla in quanto già noto ed amato, intrecciarla con le altre sue conoscenze per comprendere meglio una trama che sempre più, per chi si avvicini, rivela una sua estrema complessità.
Sono, certo, conosciute le invasioni islamiche in Italia, in particolare con la conquista della Sici­lia, ma in questo libro si è scelto di parlare di una storia meno nota o dimenticata: quella del­l'Islam nell'Alto Lazio. Per questo occorrerà par­tire da lontano, cercare di comprendere qualco­sa di quel mondo che sembrerebbe tanto diver­so, delle sue ideologie, delle sue fedi a volte dif­ficili, complesse, e con la conoscenza le diffe­renze si attenueranno, appariranno somiglianze, accordi, uguaglianze. Le stesse guerre si rivele­ranno del tutto simili a quelle che, purtroppo, hanno riempito la storia dei popoli europei cri­stiani
. Dall'alto medioevo la nostra regione è stata un luogo di incontro-scontro, dove avvenimenti dimenticati hanno intrecciato le vite di musul­mani e cristiani. Ripercorrere quegli avvenimen­ti, conoscendo la provenienza e le idee dei nuovi venutí, è un elemento essenziale per ricostruire il nostro passato, forse per affrontare il futuro".
Giacomo E. Carretto, nato a Roma nel 1939, scrittore, è autore di libri e di articoli apparsi su riviste specializzate italiane e straniere. Si è occu­pato, in particolare, di storia delle idee, lettera­rie, artistiche e politiche, fra Impero Ottomano e Repubblica Turca, e dei rapporti del mondo islamico con l'Europa cristiana. La sua bibliografia è molto consistente e riguarda opere di grande impegno e di grande originalità né esso si ferma ai fatti già noti senza esplorarne risvolti finora sconosciuti proponendo anche interpretazioni innovative che non mancheranno di offrire nuovi spunti di approfondimento per meglio capire anche quello che succede oggi nel mondo islamico. Un volume da leggere se si vuole capire qualcosa di quanto sta succedendo oggi nel rapporto tra Occidente e Oriente del mondo.

Albino Cece

San Nilo in Giacomo Carretto
Nel volume di Giacomo E. Carretto "Falce di Luna" non mancano notizie circa i rapporti tra islamici e Lazio meridionale.
In particolare egli da qualche novità circa l'assalto del pirata Barbarossa al castello di Fondi che invitiamo il lettore ad approfondire nel libro. Qui ci pare abbastanza curiosa ma certamente profonda la riflessione che egli fa circa l'incontro di San Nilo (per qualche tempo ospite di Serapo in Gaeta) con un musulmano.
Il Carretto scrive: "Troviamo qualche altro elemento di riflessione, in rapporto alla carità, nel com­portamento di un Santo, San Nilo da Rossano, mentre nel 10° secolo dal meri­dione si avvicinava ai territori papali.
In uno Stato retto dalla legge sacra, l'elemosina rituale dovrebbe costituire l'uni­ca tassa dovuta dai musulmani. Doveva gravare del 10% i prodotti della terra e del 2,5% i capitali in denaro e in merci, ma nell'applicazione pratica variava. Nell' Umma la mutua assistenza è un principio base di quel diritto che la miseri­cordia e la clemenza divina ha creato per l'utilità degli umani: «Davvero l'uomo fu creato avido quando lo tocca il male, timido quando lo coglie il bene, sordi­do. Eccettuati i preganti nella preghiera loro costanti che dei loro beni han fis­sato debita parte pel' povero e 'l mendicante» (Cor., 70, 19-25).
Abbiamo già visto come il primo Islam venne accolto particolarmente dai poveri e spesso anche durante gli sviluppi futuri lo stesso Profeta e la sua famiglia furono in difficoltà economiche. L'elemosina è una manifestazione di solidarietà molto sentita nel mondo islamico e l'elemosina libera, non rituale (sadaqa), è stata sempre eserci­tata in favore dei poveri di ogni confessione religiosa.
Torniamo ora a San Nilo, la cui biografia narra che verso il 940, dal Mercurion, il Santo risaliva la riva del mare andando verso il nord, verso S. Nazario, quan­do s'imbattè in una "turba di Saraceni" che aveva tratto a secco le proprie bar­che e attendeva il vento favorevole per riprendere il mare. I1 biografo, discepolo preferito di San Nilo, afferma che il Santo rimase terroriz­zato a quella vista, ma i musulmani non gli fecero correre alcun pericolo, anzi uno di loro lo interrogò gentilmente e, una volta ricevute le informazioni richie­ste, lo consigliò di non sacrificarsi nelle penitenze della vita monastica: non era una vita adatta ad un giovane e se avesse mantenuto il suo proposito, avrebbe ugualmente potuto assoggettarsi a quel "martirio" una volta raggiunta la vecchiaia. Poi il Saraceno gli indicò la strada e lo salutò, ma per richiamarlo quasi subito, terrorizzandolo ancora di più. Il realtà lo chiamava "fratello, fratello", e voleva dargli delle vivande, ossia esercitare l'elemosina.
San Nilo avrebbe attribuito la propria salvezza alla sola Divina Provvidenza, senza lasciare spazio alla buona disposizione del musulmano, ma un altro passo della stessa biografia ci racconta di una lettera, accompagnata da doni, inviata da San Nilo all'emiro di Palermo Abu 'l-Qāsim, per ottenere la liberazione di tre confratelli fatti schiavi. L'emiro, proprio quello che, pur battendo l'imperatore tedesco Ottone II, cadde sul campo di battaglia nel 982, rimase talmente ammi­rato da quella "stupenda lettera", che liberò i monaci e restituì i doni, aggiun­gendone altri
. Naturalmente il biografo ci mostra il Santo mantenere un atteggiamento di rifiu­to ad ogni offerta da parte musulmana, ma noi possiamo pensare trattarsi solo di espedienti letterari adatti all'agiografia. Pensiamo che la santità potesse per­mettere di comprendere che in quelle due occasioni, con i mercanti sulla riva del mare e con il potente per via epistolare, si era sempre trattato di incontri tra fede­li dello stesso Dio. Vedremo più avanti che anche nel periodo turco-ottomano tro­veremo, nella nostra regione, altri fraintendimenti sull'effettivo significato dell'e­lemosina islamica.
Molti furono i pellegrini che, come San Nilo, si avvicinavano a Roma, seguen­do le antiche strade. Movimento, questo, che era diretto anche verso Outremer, come si diceva, ma qualche particolare presenza islamica la troviamo ancora, in Italia e nel Lazio, come quella alla quale abbiamo già accennato dei Saraceni nel­l'esercito normanno".


***
Pubblicato su TeleFree.it il 21 maggio 2005
***

di: Albino Cece


sciuscio con nino granataArchivi di TF: Intervista a Nino Cocchetto: ho salvato glie sciuscie Il principale esponente della tradizionale questua di Capodanno a Gaeta canta e racconta: "Ma quale re, io sono lo sgobbatore dello sciuscio gaetano".
letture: 4517
31 dicembre 2018 di Luca Di Ciaccio
Real Ginnasio - LiceoArchivi di TF: Il Real Ginnasio - Liceo "Vitruvio Pollione" Piccolo inserto di storia formiana (16)
letture: 8576
24 dicembre 2018 di Renato Marchese
D' Onorio e CairoArchivi di TF: Supplica alla Beata Vergine e ai Santi della città di Gaeta (31)
letture: 5947
18 dicembre 2018 di Logos
goaucheArchivi di TF: Mola e Castellone nei costumi di un tempo Piccolo inserto di storia formiana (3)
letture: 6446
16 dicembre 2018 di Renato Marchese
Archivi di TF: IL TRIONFO DELL'ARBITRIO (3)
letture: 3175
11 dicembre 2018 di Logos
veduta di Mola nel 1678Archivi di TF: Torquato Tasso e Felix Mendelssohn a Formia Piccolo inserto di storia formiana (8)
letture: 4400
10 dicembre 2018 di Renato Marchese
Archivi di TF: Gaeta/ Restauro della Real Ferdinando? Ennesima occasione sprecata!
letture: 2566
04 dicembre 2018 di Logos
il porto Capossele nel 1900Archivi di TF: Il porto di Formia Piccolo inserto di storia formiana (14)
letture: 4794
03 dicembre 2018 di Renato Marchese
corredoArchivi di TF: Il corredo nuziale Tradizione e costume della nostra terra (1)
letture: 3392
30 novembre 2018 di mneme
 Archivi di TF: Gaeta/ Restauro a San Domenico? Meglio autentiche rovine... (4)
letture: 3088
29 novembre 2018 di Logos








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
San Nilo e Islam nel Lazio
San Nilo e Islam nel Lazio (1)
letture: 1418
24 novembre 2018
Olio gaetano che placa la tempesta
letture: 2211
17 novembre 2018
Gaeta, il Duomo
Foto artistiche di Gaeta in bianco e nero. Nuova opera di Giuseppe De Filippis
letture: 4109
10 novembre 2018
Il pinzimonio aurunco ti allunga la vita
letture: 2347
03 novembre 2018
L'Immacolata di Cellole esisteva prima del dogma
letture: 3652
30 ottobre 2018
Calvi, Aquino e Sessa unite a Montecassino dal cubito sacro
letture: 2703
23 ottobre 2018
Coreno Ausonio
A Pennine di Coreno Un tempio a Giove Pennino Protettore dei viaggiatori sulla Via Ercolanea
letture: 2956
16 ottobre 2018
Marsili: chi è costui?
letture: 2175
09 ottobre 2018
Il villaggio globale (2)
letture: 2276
25 settembre 2018
Il palazzo comunale di Itri - ricostruito di recente su progetto dello studio GAU di Roma
Itri proiettata nel mondo
letture: 2399
21 agosto 2018


Commenti: 1

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2019 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2019 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it