Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 18/05 al 20/08 Minturno: "Ciak, Si Scatta!" il concorso fotografico a tema cinematografico di Visioni Corte Film Festival
letture: 5063
dal 01/06 al 30/06 Minturno: Il ricco calendario di giugno per una Primavera da vivere a Minturno-Scauri
letture: 3591
30/06 Golfo di Gaeta: CANTAMI DELL'UNIVERSO, venerdì 30 al teatro Remigio Paone
letture: 344
dal 30/06 al 09/07 Minturno: 63^ Sagra delle Regne
letture: 126
dal 01/07 al 02/07 Marigliano: A Marigliano arriva la XVI edizione della Sagra della pennetta all'arrabbiata
letture: 2544
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.488
visitatori:234
utenti:5
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
mercoledì
28
giugno
S. Ireneo V.m.
Compleanno di:
sex amansanghera...
sex ataliani
sex g-baby
sex LaDonnaDiQua...
sex MicheleCiorr...
sex Petrungaro
sex sonica80
nel 1914: L'arciduca d'Austria Francesco Ferdinando viene assassinato a Sarajevo insieme a sua moglie Sofia. E' l'evento scatenante della I Guerra Mondiale.
nel 1988: As Atlantic City,Mike Tyson stende Michael Spinks in soli 91 secondi.
dw

Home » News » Latina » Gaeta » COMUNALI 2017. I numeri del vo...
mercoledì 14 giugno 2017
COMUNALI 2017. I numeri del voto: Mitrano e la valanga inaspettata
L'analisi, numeri alla mano, di Luca Di Ciaccio. [articolo aggiornato ai dati provvisori di martedì 13/06 h 20]
letture: 3760
.
.
Gaeta: Comunque la si pensi sul risultato delle elezioni gaetane 2017 un dato mette d'accordo tutti: nessuno prima del voto si aspettava la vittoria al primo turno del sindaco uscente Cosimino Mitrano. Non se lo aspettava lui (che venerdì sera ancora confidava: "Vincerò ma al ballottaggio") e i suoi candidati, non se lo aspettavano i suoi avversari che già programmavano la strategia d'assalto delle prossime due settimane, non se lo aspettavano giornalisti, commentatori, opinionisti e insomma tutti quelli che - anche a Gaeta, come ovunque - costruiscono il discorso pubblico, il clima d'opinione. Non ci abbiamo capito niente? Eravamo fuori dalla realtà? Consoliamoci, succede in tutto il mondo: i risultati delle elezioni sono sempre più una sorpresa, una valanga che piomba inaspettata. Sarà che i social network e internet in generale favoriscono una polarizzazione delle opinioni: i toni virtuali si alzano, i tifosi delle fazioni si combattono come in un'arena ma il resto del paese, la famosa citatissima "maggioranza silenziosa", poi sta altrove. Si nasconde, non va nemmeno nelle piazze, quest'anno piuttosto avare di folla. Va anche meno a votare (è calata, ancora, l'affluenza) ma poi premia e boccia senza pietà, scombinando calcoli e previsioni.
E dunque andiamo per punti e per numeri.

- Gaeta è città avara politicamente: elegge tra grandi osanna ma difficilmente rinnova la fiducia. Da quando c'è la legge dell'elezione diretta, un sindaco uscente e riconfermato al primo mandato c'è stato solo nel 1998 (il pidiessino D'Amante con una coalizione di centrosinistra, al ballottaggio). Anche l'elezione al primo turno si era verificata una volta sola: con Magliozzi nel 2002 (60% dei voti, ma solo quattro candidati sindaco in gara rispetto agli 8 di oggi). Anche per questo la rielezione al primo colpo di Mitrano ci sembra storica.

- L'affluenza continua a calare. Era al 75,3% nel 2007, al 72,6% nel 2012, scende al 67,9% nel 2017. E per ragioni demografiche diminuiscono gli aventi diritto al voto anche in numeri assoluti.

- Cinque anni fa la vittoria di Cosimino Mitrano fu macchiata da un dato: il divario fin troppo ampio tra il sindaco e le sue liste. 6006 voti per Mitrano, 6716 in totale per le sue liste, che anche allora erano 8. Una differenza, in percentuale, tra il 44% e il 51%. Stavolta la forbice si restringe, e perde importanza visto l'exploit di voti al sindaco al primo turno. 6983 voti (55,7%) per Mitrano, 7411 voti (61,20%) per le sue liste, che infatti gli fanno ottenere un seggio extra come premio di maggioranza. Diversa la situazione di Magliozzi che prende 2389 voti (19,05%) come candidato sindaco e 2205 voti (18,21%) per le sue liste. Così come tutti gli altri candidati. Effetti del voto disgiunto: ci puntavano molti avversari di Mitrano, alla fine ha favorito solo lui.

- Il Capitano Massimo Magliozzi prende 2389 voti, il 19,6%. Meno delle aspettative ma comunque un buon numero. Una resurrezione in battaglia, dopo la caduta e la sconfitta di dieci anni fa, e dopo i 130 voti di preferenza incassati nel 2012 da semplice candidato consigliere con Cicconardi. Con all'incirca gli stessi voti presi oggi dal Capitano, nel 2012 Raimondi andò al ballottaggio. La linea Maginot sfondata da Mitrano è crollata altrove: nella polverizzazione assoluta dell'area "di centrosinistra - progressista" del campo. Ora il Capitano dominerà l'opposizione in consiglio comunale, con 3 consiglieri su 5.

- Luigi Passerino puntava a ripetere l'exploit del primo Antonio Raimondi. È sembrato invece un Di Bernardo appena più fortunato. È quello che fa la performance peggiore nei voti alle liste, erano ben 5 ma evidentemente pochissimo attrattive. Bandiera nera per Gaeta Smart, con due record: il numero minore di voti (19 totali), il numero maggiore di candidati con 0 preferenze (ben 10 su 14). Fa eccezione solo il giovanissimo Gennaro Romanelli nella lista Obiettivo Giovani, che incassa 114 voti. 1013 voti (8,08%) garantiscono comunque a Passerino un posto in consiglio (probabilmente "a tempo": ha già annunciato che lascerà "poi spazio ad altre persone del movimento", Piras o Romanelli potrebbero subentrare quando sarà).

- Anche Emiliano Scinicariello riesce a conquistare uno scranno in consiglio comunale, ma le sfide per il candidato della minoranza Pd erano altre. Non riesce a superare il listone Gaeta Democratica di Pina Rosato, espressione del Pd alleato con Mitrano: circa 1300 voti per i democratici convertiti all'alleanza con Forza Italia, circa 700 voti per lui con due liste dei democratici fedeli al centrosinistra. Non riesce a fare meglio di Pina Rosato quando si candidò da sola a sindaco cinque anni fa: lei prese 1184 voti (8,67%), lui oggi prende 723 voti (5,76%).

- Come dice il ragazzino famoso per i video scemi YouTube: "Saluda Antonio". In effetti queste comunali sembrano mettere il sipario sulla parabola politica di Antonio Raimondi a Gaeta. Sembrava una rivoluzione, è stata una meteora. 2007: 4046 voti al primo turno. 2009: alle europee con i LiberalDemocratici 1359 voti. 2012, dopo cinque anni da sindaco: 2348 voti al primo turno. 2017, dopo cinque anni all'opposizione: 517 voti, il 4,1%. Non ce la fa a rientrare in consiglio comunale.

- La frenata dei Cinque Stelle è stato il trend generale di queste elezioni amministrative. A Gaeta il Movimento di Grillo si presentava per la prima volta alle comunali, ma aveva dei precedenti. Politiche 2013: 2787 voti (23,6%). Regionali 2013: 1690 voti (14,4%). Europee 2014: 1607 voti (18,4%). Comunali 2017: 469 voti (3,74%). A livello di elezioni locali i grillini scontano spesso una certa debolezza, probabilmente tra meno di un anno, quando si rivoterà per politiche e regionali, i numeri saranno diversi e di nuovo più alti.

- Benedetto Crocco si tiene stretti i voti di Rifondazione Comunista ma non fa il salto verso l'alto dopo anni di battaglie sul territorio. 201 voti (1,54%) nel 2012, 257 voti (2,05%) nel 2017. Mauro Pecchia fa debuttare Casa Pound a Gaeta racimolando 185 voti (1,47%). In un'elezione dominata da liste civiche (e da partiti nascosti dietro liste civiche), gli unici ad essersi presentati con i loro simboli sono stati Cinque Stelle, Rifondazione, Casa Pound. Ma gli elettori non sembrano averli premiati.

- Sono state le elezioni della politica liquida, transitoria, polverizzata. È impossibile stavolta fare quello che è stato fatto in altri anni: raggruppare i voti riconducibili all'area di centrodestra e all'area di centrosinistra. Mitrano è centrodestra in quanto esponente di Forza Italia, oppure centrosinistra visto che il Pd, o almeno una parte maggioritaria del partito, ha appoggiato la sua candidatura ed esulta per la sua vittoria? Passerino e Raimondi sono centrosinistra, o il loro civismo ha perso ogni connotazione? I grillini, primo partito d'Italia secondo molti sondaggi e fieri nel rivendicare il loro non essere né di destra né di sinistra, hanno volato basso in queste comunali, ma forse l'ex sindaco ex Forza Italia Magliozzi non è sembrato in alcuni interventi più "grillino" della candidata grillina ufficiale Vallucci? La politica ha perso la bussola, gli elettori anche.

- Qualcosa è cambiato anche nei voti di preferenza per i consiglieri comunali. Deludono molti "big" e "grandi vecchi" della politica locale: da Pasquale Ranucci a Cristian Leccese, da Antonio Salone a Giuseppe Matarazzo, per non parlare di vecchie glorie come Antonio Cassaro, Amalio Di Lorenzo detto Mario La Saliera, Liberino Mancini, tutti fuori dal consiglio e con meno voti rispetto alle aspettative. Avanzano invece, in tutti gli schieramenti, volti nuovi e giovani: Marco Di Vasta (232 voti con Mitrano), Giulia Sorgente (175 voti con Magliozzi), Simone Petruccelli (145 voti con Magliozzi), Gennaro Romanelli (114 voti con Passerino). Inoltre il meccanismo della "doppia preferenza di genere", al debutto in queste elezioni, facilita l'incremento delle donne tra gli eletti: secondo i dati ancora non ufficiali, saranno 5 su 16 nel prossimo consiglio comunale, rispetto alle 2 su 16 della scorsa consiliatura.

- Per la prima volta una donna è la regina delle preferenze. Pina Rosato, esponente del Pd e artefice dell'alleanza con Mitrano, già presidente del consiglio comunale negli ultimi tre anni, è stata premiata dagli elettori: con 436 preferenze è la più votata di questa consultazione. Nel 2012 il più votato fu Eduardo Accetta (Pdl): 345 voti, quest'anno non si è ricandidato. Nel 2007 il più votato fu Pasquale Ranucci (Forza Italia): 427 voti, quest'anno ne ha presi 95.

- LA TOP 5 DEI PIÙ VOTATI
(dati dell'ufficio elettorale del Comune aggiornati alle 20 di martedì 12 giugno)
1) Pina Rosato (Gaeta Democratica - Mitrano sindaco) 436
2) Angelo Magliozzi (Azzurri per crescere ancora - Mitrano sindaco) 345
3) Luigi Coscione (Azzurri per crescere ancora - Mitrano sindaco) 333
4) Gianna Conte (Azzurri per crescere ancora - Mitrano sindaco) 273
5) Cristian Leccese (Azzurri per crescere ancora - Mitrano sindaco) 262

- LA TOP 5 DEI PIÙ VOTATI DELLE MINORANZE
(dati dell'ufficio elettorale del Comune aggiornati alle 20 di martedì 12 giugno)
1) Giulia Sorgente (Nuova Area - Magliozzi sindaco) 175
2) Luigi Gaetani (Nuova Area - Magliozzi sindaco) 166
3) Simone Petruccelli (Puntare al Massimo - Magliozzi sindaco) 145
4) Franco De Angelis (Il Veliero - Magliozzi sindaco) 139
5) Cosmo Ciano (Nuova Area - Magliozzi sindaco) 132

- Dietro le liste più votate rispunta la sagoma nascosta dei principali partiti. In testa la lista Azzurri per Crescere Ancora che altro non è che Forza Italia sotto veste civica: 1862 voti e il 15,37% (nel 2012, Pdl: 2670 voti - 20,4% / nel 2007, Forza Italia: 2399 voti - 17,3% / nel 2002, Forza Italia: 4826 voti - 34,4%). Al secondo posto la Lista Mitrano Gaeta C'è che ottiene 1084 voti pari all'8,95% (nel 2012 la stessa lista super-mitraniana ottenne praticamente lo stesso: 1073 voti - 8,2%). Al terzo posto l'ottimo risultato di Gaeta Democratica trainata da Pina Rosaoa, che ovviamente è il Partito Democratico, nella sua corrente predominante e renziana, sotto mentite spoglie: 1030 voti e l'8,50%. Nel 2012 le due liste di Pina Rosato, allora candidata sindaco in solitaria e già divisa da parte del Pd, ottennero un risultato inferiore: 748 voti totali e il 5,74%, che erano all'incirca pari ai voti ottenuti dalla Margherita (in epoca pre-Pd) alle comunali gaetane nel 2007 e addirittura nel 2002. Le liste più forti, come abbiamo visto da questi dati, a questo giro le aveva Mitrano senza rivali. Magliozzi ha tenuto grazie a un buon numero di candidati in grado di attirare voti ma senza grossi exploit. Per fare un esempio: nella classifica dei candidati consigliere più votati per trovare un non-mitraniano bisogna scendere fino al 17mo posto, con la giovane sorpresa magliozziana Giulia Sorgente e i suoi 175 voti. Cinque anni fa bastava arrivare al quarto posto (con Salone allora raimondino e forte di 217 voti invece dei 159 di adesso).

- Infine, una nota di metodo, ma anche di merito. È la mattina di mercoledì, i seggi si sono chiusi due giorni e mezzo fa e gli uffici elettorali non sono ancora in grado di vidimare come "definitivi" questi numeri e risultati. Dalle lentezze nello spoglio, con intere sezioni "mute" per lunghe ore nella notte elettorale, alla folle giornata di ieri, con numeri e voti e seggi ballerini e consiglieri prima eletti poi fuori dal consiglio. C'è chi da la colpa al meccanismo elettorale complicato, tra voti disgiunti e doppie preferenze, chi se la prende con le contestazioni dei rappresentanti di lista e la tensione accumulata dai responsabili dello spoglio, che può portare ad errori materiali involontari e anche grossolani. Resta tuttavia il mistero per cui ad ogni elezione, in Italia non solo a Gaeta e non solo per le amministrative, i ritardi nello spoglio si ripetono con imbarazzante costanza. Le elezioni sono il pilastro della democrazia: senza certi inaccettabili ritardi sarebbe certamente più solido.

di: Luca Di Ciaccio


Gaeta: Prima riunione ufficiale di giunta, varato il programma del Mitrano - bis. Scritto da Antonio Gioia
letture: 332
28 giugno 2017 di TF Rassegna Stampa
... continua...Gaeta: PER CRESCERE ANCORA (II) (1)
letture: 1076
24 giugno 2017 di Kocis
Comune di GaetaGaeta: Convocato Consiglio Comunale Giovedì 29 giugno 2017, ore 16, Aula Consiliare del Palazzo Comunale
letture: 837
23 giugno 2017 di Sindaco di Gaeta
Gaeta: ECCO LA NUOVA GIUNTA MITRANO. (7)
letture: 1950
22 giugno 2017 di TF Press
Gaeta: Assemblea pubblica contro la Bolkestein (video) di Saverio Forte (3)
letture: 955
20 giugno 2017 di TF Rassegna Stampa
vecchia stampaGaeta: AAA CERCASI ASSESSORE ALLA CULTURA ... capace ed equilibrato (2)
letture: 1866
18 giugno 2017 di Uno
Gaeta: ELEZIONI COMUNALI GAETA: PETRUCCELLI (PUNTARE AL MASSIMO), "I GIOVANI DI GAETA HANNO VINTO, ADESSO STA AGLI ADULTI DARE LORO LA POSSIBILITÀ DI ESPRIMERSI" (2)
letture: 2133
17 giugno 2017 di TF Press
Gaeta: Ecco i consiglieri (1)
letture: 2303
14 giugno 2017 di TF Press
Assessora F.LucrezianoGaeta: Vittoria clamorosa per Mitrano ma non per la Cultura quella che si scrive con la C maiuscola. (12)
letture: 1863
14 giugno 2017 di ludwig
Gaeta: "Valzer" di numeri, ancora incerta la composizione del consiglio comunale
letture: 1094
13 giugno 2017 di TF Rassegna Stampa








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News correlate:
elezioni
COMUNALI 2012. Vince la frammentazione. I dati per capire il voto gaetano (19)
letture: 6208
11 maggio 2012

News dello stesso autore:
.
COMUNALI 2017. I numeri del voto: Mitrano e la valanga inaspettata (6)
letture: 3761
14 giugno 2017
candidati
Manuale gaetano 2017. Perché votarli, perché non votarli (5)
letture: 3209
10 giugno 2017
un comizio a gaeta
Le elezioni della razza caina
letture: 1217
08 giugno 2017
processione e comizio
Nel paese dei santini Dibba batte Sant'Erasmo
letture: 1033
03 giugno 2017
dino pascali a capodanno 2017 (foto di marco casciaro)
Addio Dino Pascali, la voce che ha fatto ballare Gaeta (3)
letture: 2172
06 aprile 2017
(foto di leonardo d'angelo)
C'era una volta un paese senza luci... (9)
letture: 1950
29 dicembre 2016
Seven Up, il nostro romanzo criminale (1)
letture: 1421
17 settembre 2016
via flacca
La malinconia della via Flacca deserta (4)
letture: 3390
27 dicembre 2014
temptation island, canale 5
Temptation Island e i tronisti di Maria. Perché Gaeta è il posto giusto (10)
letture: 8761
05 luglio 2014
europee 2014
EUROPEE 2014, RISULTATI E ANALISI. Pd primo, Cusani in bilico. Grillo non sfonda, Raimondi arretra (8)
letture: 5954
25 maggio 2014


Commenti: 6

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2017 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2017 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it