Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 01/04 al 03/09 Sermoneta: Giardino di Ninfa e Castello di Sermoneta: tutte le novità per il 2019
letture: 19290
dal 13/06 al 22/09 Pomezia: Arriva l'Estate 2019: Pomezia e Torvaianica in Festival
letture: 7266
dal 05/07 al 21/09 Formia: Siria, l'amore vince ogni paura
letture: 4918
dal 12/07 al 28/08 Formia: CINEMA ALLA DERIVA - 13° rassegna 2019 - VITE DI ARTISTI
letture: 4726
dal 13/07 al 25/08 Salerno: Festa della Cipolla di Vatolla, VI Edizione
letture: 4933
dal 18/07 al 11/09 Itri: Parte il 18 luglio "KRISIS 2019"
letture: 3636
18/10 Roma: Il Senato della Repubblica ospita il Premio Mondiale "Tulliola Renato Filippelli"
letture: 4789
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.589
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
mercoledì
21
agosto
S. Pio x P.
Compleanno di:
sex Diletz
sex Dredd
sex EdizioniGraf
sex InterClubCas...
sex lulu
sex oinotna75
sex Pierlu
sex Ruby
nel 1947: Muore il costruttore di auto Ettore Bugatti.
nel 1993: Un gol di Marco Simone decide la finale di Supercoppa italiana giocata a Washington:Milan-torino 1-0.
nel 1996: Viene immessa sul mercato la versione 3.0 del browser per Internet, Netscape.
dw

Home » News » Webzine » Politica » Renzi gli chiede un incontro, ...
martedì 07 marzo 2017
Renzi gli chiede un incontro, ma Trump risponde picche
letture: 1799
«Riceviamo solo capi di Stato o di governo».
«Riceviamo solo capi di Stato o di governo».
Politica: Il segretario dimissionario del Pd vola in America, ma questa volta l'accoglienza riservatagli non comprende cene di gala e onorificenze alla Casa Bianca.
img
Secondo fonti di Lettera43.it, Matteo Renzi avrebbe contattato lo staff del nuovo presidente Usa per organizzare un incontro. Ma Donald Trump non è Barack Obama, e la risposta è stata secca (leggi sotto il retroscena che coinvolge anche Briatore): riceviamo solo capi di Stato e di governo, non leader di partito. Figuriamoci poi quelli dimissionari.


LO SCAMBIO DI ENDORSEMENT CON OBAMA. A fine ottobre, Obama e consorte avevano scelto di celebrare la loro ultima cena di Stato alla Casa Bianca omaggiando con i massimi onori Matteo Renzi e la moglie (accompagnati da un drappello di italiani eccellenti). Durante la campagna elettorale americana, l'allora premier si era apertamente schierato con Hillary Clinton: una presa di posizione inusualmente esplicita per un capo di governo e per la quale era stata criticato. Da parte sua, Obama aveva sostenuto l'amico Matteo nella sua battaglia per il referendum costituzionale. Uno scambio di endorsement non andato esattamente a buon fine.


RENZI SI SFILA DALLE GRANE DI PARTITO. «Mentre gli organismi statutari decidono le regole del Congresso, io sono in partenza per qualche giorno per gli Stati Uniti. Priorità: imparare da chi è più bravo come creare occupazione, lavoro, crescita nel mondo che cambia, nel mondo del digitale, nel mondo dell'innovazione», aveva annunciato l'ex premier sfilandosi dalla Direzione del Pd. Non incontrerà, tuttavia, chi è più bravo a vincere alle urne.


***


RENZI-TRUMP, UN MANCATO INCONTRO NONOSTANTE BRIATORE E e LEDEEN

img

L'ex premier con Carrai voleva vedere The Donald. Contando sulle entrature di Mr. Billionaire e dell'analista amico di Flynn. Appena licenziato dalla Sicurezza nazionale Usa. Così è saltato tutto. Il retroscena.


C'è un retroscena che vale la pena raccontare dietro il mancato incontro tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e l'ex premier Matteo Renzi, reduce da una trasferta in California con l'amico imprenditore Marco Carrai. Il viaggio era stato preparato da tempo, senza scomodare l'ambasciatore Armando Varricchio né la Farnesina, anche perché Renzi non è più presidente del Consiglio.


EPPURE I CANALI ERANO BUONI. Eppure sulla possibilità di avere un incontro alla Casa Bianca c'erano state rassicurazioni dai canali che proprio Carrai può vantare dall'altra parte dell'oceano. Il nome di collegamento è quello di Michael Ledeen(*), professore e analista geopolitico noto soprattutto ai nostri Servizi segreti dai tempi dell'omicidio di Aldo Moro e di Sigonella, vecchia conoscenza di Prima e Seconda Repubblica, da sempre in ottimi rapporti con il dimissionario consigliere per la Sicurezza nazionale, il generale Michael T. Flynn.


LEDEEN E FLYNN GRANDI AMICI. Qui bisogna fare un inciso. Ledeen e Flynn hanno un rapporto molto stretto, sono grandi amici e nel 2016 hanno dato alle stampe il libro Field of Fight: How We Can Win the Global War Against Radical Islam and its Allies. Non solo. La figlia di Ledeen, Simone, ha lavorato per Flynn in Afghanistan, quando l'ormai ex consigliere per la Sicurezza era nel 2011 alla National intelligence statunitense.


img
Michael Ledeen


A rendere ancora più probabile l'incontro tra Trump e Renzi c'erano pure i buoni rapporti con Benjamin Netanyahu, detto Bibi, primo ministro di Israele, terra molto cara a Carrai sia per gli affari noti con l'imprenditore Jonathan Pacifici sia per battaglie culturali. In più si era attivato persino Flavio Briatore che ha messo in contatto con una telefonata proprio Renzi e lo stesso Trump. Ma l'intervento del numero uno del Billionaire non è servito a molto.


FATALE LO SCANDALO RUSSO. Il tempo è tiranno e a far saltare l'incontro è stato il licenziamento in tronco di Flynn da parte del presidente degli Stati Uniti che ha scelto il generale H.R. McMaster come suo nuovo consigliere per la Sicurezza nazionale. A travolgere l'amico di Ledeen è stato lo scandalo sulle presunte relazioni pericolose con la Russia. Un nervo scoperto negli Stati Uniti, reduci da più di 50 anni di Guerra fredda.


NIENTE LEADER DI PARTITO. La storia è pesante anche perché i democratici vogliono capire fino in fondo i reali legami tra Flynn e il presidente russo Vladimir Putin. Sta di fatto che la situazione politica in cui versa l'amministrazione Trump non è delle migliori. E la risposta del tycoon sarebbe stata in linea con il Dipartimento di Stato, ossia, come anticipato da Lettera43.it il 21 febbraio, «riceviamo solo capi di Stato e di governo, non leader di partito». Indiscrezione che non è stata smentita.


img
Michael T. Flynn.


La questione Renzi-Trump è però rilevante per l'ex rottamatore fiorentino. E per il nostro sistema Paese, perché al momento l'unico che ha un accesso privilegiato con Trump, senza passare da intermediari, è Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni. Descalzi conosce da anni Rex Tillerson, ex capo della Exxon, segretario di Stato americano sin dai primi di febbraio del 2017.


INCONTRO CON GLI IMPRENDITORI. Sarebbe in difficoltà invece l'amministratore delegato di Enel Francesco Starace che - anche se ha sempre detto che con gli Usa non ci sarebbero stati problemi - non ha più il percorso privilegiato che poteva sfruttare con Barack Obama, l'ex presidente degli Stati Uniti con cui aveva allacciato rapporti anche nell'ottica di rafforzamento delle fonti rinnovabili. Ma ora Obama non c'è più. E neppure Flynn. Con buona pace di Renzi e Carrai che hanno potuto incontrare solo gli imprenditori della Silicon Valley.


***


RENZI PAGO' 5 MILA EURO PER AVERE LEDEEN A FIRENZE

img

Che Michael Ledeen, il falco statunitense, professore, esperto di intelligence e punto di collegamento tra Cia e Mossad, si facesse pagare profumatamente per le sue conferenze pubbliche in Italia è cosa nota sin dai tempi di Bettino Craxi.


Ma pure dopo il crollo della Prima Repubblica l'ex consulente del Sismi ai tempi di Giuseppe Santovito, iscritto alla P2 di Licio Gelli, ha continuato a macinare consulenze nel bel Paese, rinnovandosi nella nuova epoca renziana e diventando amico di Marco Carrai, il Richelieu di Renzi in attesa di un incarico a palazzo Chigi sui Big Data o sulla cybersecurity.
Siamo lontani dalle cifre di cui parlò nella Commissione d'Inchiesta sul terrorismo l'ammiraglio Fulvio Martini, anche lui ex Sismi, quando spiegò, il 6 ottobre del 1999, che «Ledeen aveva avuto da uno dei miei predecessori 100 mila dollari per fare delle conferenze sul terrorismo, che erano assolutamente rubati».


Nello specifico questa volta, però, la consulenza è andata in scena a Firenze, dove nel 2006 l'allora presidente della provincia Matteo Renzi, il cui capo segreteria era Carrai, pagò 5.200 euro per ospitarlo a un convegno dal titolo: Ma i neocon sono nati in Chianti?.


img


UN RAPPORTO CHE DURA DA MOLTI ANNI. A tirare fuori la vicenda è stato Alessandro Maiorano, dipendente comunale del Comune di Firenze, bestia nera del presidente del Consiglio, che tramite un accesso agli atti ha tirato fuori le fatture di quella tre giorni di maggio, quando Ledeen per poche ore di convegno fu ospitato all'Hotel quattro stelle La Croce di Malta e si fece poi addebitare il compenso sul suo conto. Ora Maiorano promette di portare tutto in procura.


Di Ledeen, tra incroci con Cia e Mossad, si è spesso parlato negli ultimi tempi, proprio in relazione alla possibilità di Carrai di entrare nella squadra di palazzo Chigi per gestire la cybersecurity in accoppiata con i nostri servizi segreti.


La nomina latita ormai da mesi, dopo le rimostranze di Aisi e Aise e persino quelle del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Nel 2006 nessuno protestò per l'arrivo di Ledeen, ora forse qualcuno potrebbe storcere il naso nel vedere come da diversi anni i rapporti tra Renzi e il falco statunitense siano più che mai affiatati.


img

La fattura del pagamento dell'albergo dell'ex consulente del Sismi.



MARTINI GLI VOLEVA IMPEDIRE DI ENTRARE IN ITALIA. Sul resto valgono le parole di Martini, l'ex numero uno del Sismi ai tempi di Craxi, che ebbe modo di conoscere Ledeen pure per la gestione di Sigonella, quando il falco statunitense fece da interprete da Ronald Reagan e lo stesso Craxi, traducendo talvolta furbescamente le parole dell'uno e dell'altro.


È tutto scritto nei libri di Gennaro Acquaviva, ex consulente politico di Craxi. Martini, in quella commissione del 1999, spiegò: «Io, tra l'altro, dissi, su domanda, che avevo chiesto all'ambasciata americana di non far entrare Mike Ledeen in Italia: era un tizio che lavorava ai margini della Cia». E poi: «Intanto quando Ledeen veniva in Italia andava direttamente dal presidente della Repubblica (Francesco Cossiga, ndr), che aveva conosciuto quando era ministro dell'Interno. E la cosa non mi piaceva. Secondo, perché Ledeen aveva avuto da uno dei miei predecessori 100 mila dollari per fare delle conferenze sul terrorismo, che erano assolutamente rubati. E poi perché era un individuo che lavorava a margine della Cia, e la cosa non mi piaceva. Era un professore dell'Università di Georgetown negli Stati Unti».
Né Renzi, né Carrai lo hanno mai ascoltato.

[Lettera43]

postato da: marinta  


Virginia RaggiPolitica: Raggi indagata per lo stadio dopo la denuncia di un ex grillino: abuso d'ufficio La Raggi indagata per la questione stadio da un ex esponente grillino e abuso d'ufficio.
letture: 1703
22 aprile 2019 di Emiliano Ziroli
.Politica: Dalle infrastrutture ai migranti: i nodi che dividono il governo Tav, legittima difesa, Venezuela e immigrazione, ma anche droghe leggere e sport: il governo gialloverde è in stallo
letture: 2568
17 febbraio 2019 di Emiliano Ziroli
Di MaioPolitica: Lega-M5S, settimana di tensioni Di Maio: dall'alleato mi aspetto lealtà Il vicepremier e leader 5 Stelle con Di Battista missione a Strasburgo. Salvini sul referendum: senza intese sceglie il popolo
letture: 2792
14 gennaio 2019 di Emiliano Ziroli
cesare battistiPolitica: Battisti in volo per l'Italia. Salvini: "Io sarò in aeroporto" L'aereo dei servizi è decollato dalla Bolivia. Arriverà a Roma domani alle 12:30. Il ministro: "Orgoglioso e commosso"
letture: 2771
14 gennaio 2019 di Emiliano Ziroli
.Politica: Quota 100 e reddito di cittadinanza. I decreti slittano di una settimana Erano attesi per oggi ma la Ragioneria generale dello Stato sta ancora esaminando i provvedimenti. La nuova data utile sarebbe venerdì della prossima settimana.
letture: 2962
10 gennaio 2019 di Emiliano Ziroli
SalviniPolitica: Salvini: "Da Conte nessuno sgarbo". Ma adesso tira aria di crisi Fonti leghiste lanciano l'allarme: rottura prima delle Europee: "Come si fa ad andare avanti? Tav sì, tav no, migranti sì, migranti no"
letture: 2958
10 gennaio 2019 di Emiliano Ziroli
sindaciPolitica: Fanno i solidali con le nostre tasse Chi si oppone al dl Sicurezza dovrebbe spiegare con quali soldi pensa di pagare i costi del "nobile atto" umanitario
letture: 2196
05 gennaio 2019 di Emiliano Ziroli
.Politica: Ecco le misure più importanti della manovra 2019 Nel testo della manovra, alcune importanti novità come il raddoppio Ires per gli enti no profit, il taglio degli aumenti alle pensioni. Novità anche per le famiglie e per gli stabilimenti balneari
letture: 2041
31 dicembre 2018 di Emiliano Ziroli
InpsPolitica: Stangata una pensione su tre. I tagli assegno per assegno Dal 2019 scattano le penalizzazioni su tutti gli assegni che superano i 2000 euro lordi. C'è chi perde fino a 1000 euro.
letture: 1801
31 dicembre 2018 di Emiliano Ziroli
M5SPolitica: Amici, trombati, vicini: la casta pentastellata è già costata 2 milioni La spesa annua per lo staff arriverà a circa 5 milioni. A Di Maio il record di compaesani.
letture: 2085
28 dicembre 2018 di Emiliano Ziroli








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Do not click!
L'israeliano che usa il vostro smartphone. E si fa pagare per questo.
letture: 1673
10 dicembre 2017
Biden ridiculous quotes
Come costruire i nemici del popolo
letture: 1936
09 dicembre 2017
Ormai è legge.
Il popolo italiano venduto alle multinazionali dallo Stato Tricolore
letture: 1961
06 dicembre 2017
Noi crediamo che si stia esagerando.
Istigazione Al fascismo - di ignorantI, teppisti e delatori. E aspiranti brigatisti.
letture: 2290
05 dicembre 2017
L'alluminio si trova in tutti i vaccini.
Alluminio nel cervello degli autistici. Epidemia di cancro anale. E i media zitti.
letture: 1959
02 dicembre 2017
Il boom dei Bitcoin potrebbe essere un grosso problema per l'ambiente.
Il bitcoin è inquinante e aggrava l'effetto-serra. E Greenpeace, zitta...
letture: 2030
01 dicembre 2017
Così li soccorrono.
Come Netanyahu libera Israele degli immigrati neri. Idee per Minniti.
letture: 1830
30 novembre 2017
Piglia, pesa, incarta e porta a casa.
...E ci dicono che siamo in democrazia. Orlando e il ricatto della Bce.
letture: 1697
30 novembre 2017
Mettiti in coda!
Fare duecento metri di coda per una fetta di torta gratis. In compenso, niente IVA sul cibo per cani
letture: 1924
29 novembre 2017
Per il bene di Israele
'La Stampa' scopre "Fake News" russe (o quelle del New York Times? o di Renzi?)
letture: 1733
28 novembre 2017